HOME Articoli

Lo sai che? Multa per eccesso di velocità in centro abitato: se manca il segnale col limite

Lo sai che? Pubblicato il 27 marzo 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 27 marzo 2014

Ho preso una multa per eccesso di velocità su un viale a doppia corsia in un centro abitato, ma non c’era nessun cartello con limite di velocità: la multa è valida?

 

La multa è valida in quanto il limite massimo di velocità nei centri abitati è sempre per legge di 50 km/h senza che sia necessaria la presenza, sul margine della strada, di un cartello che espressamente lo prescriva. La segnaletica è invece obbligatoria quando sia necessario tenere un di velocità limite inferiore a quello “standard” dei 50 km/h (per esempio 30 Km/h): ciò avviene, di norma, in zone particolarmente interessate dal traffico, da lavori in corso, da attraversamento di persone, in prossimità di scuole, ecc.

Dunque, quand’anche non sia presente il cartello con il limite di velocità a 50 km/h, è sufficiente che sia segnalato l’ingresso in un centro abitato per rendere noto agli automobilisti, che provengano da strade statali, provinciali, ecc., che in esso si applica il limite di velocità e il divieto di segnalazioni acustiche.

Sarebbe superfluo apporre più cartelli che segnalano il limite di velocità, indipendente dal fatto che la strada sia a una o più corsie per senso di marcia. In altri termini, l’automobilista deve sapere che, per il solo fatto che sta viaggiando in un centro abitato, deve mantenere una velocità moderata.

Questo aspetto è stato chiarito da una direttiva ministeriale [1] secondo cui, poiché nel segnale di “inizio di centro abitato” è già insita la prescrizione del limite di velocità (come quella del divieto di segnalazioni acustiche) ne deriva che il relativo cartello è inutile.

La ripetizione del “limite massimo di velocità di 50 km/h” su strade interne ai centri abitati non ha dunque alcun senso e l’automobilista non può contestare la multa giustificandosi con l’inconsapevolezza del limite di velocità a causa della mancanza di segnaletica.

note

[1] Direttiva del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 24.10.2000.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI