Diritto e Fisco | Articoli

Tredicesima: pagamento, calcolo e tasse

24 Agosto 2021
Tredicesima: pagamento, calcolo e tasse

Numerosi contratti collettivi prevedono che il lavoratore abbia diritto a tredici mensilità di stipendio.

Hai sottoscritto un contratto di lavoro nel quale si prevede l’erogazione della retribuzione annuale in tredici mensilità. La lettera di assunzione, tuttavia, non specifica le modalità di calcolo della tredicesima né la relativa data di erogazione e ti chiedi dove puoi reperire queste informazioni.

Non sempre è facile comprendere, per il lavoratore, il funzionamento degli istituti contrattuali a cui ha diritto. Le mensilità aggiuntive, ad esempio, destano domande e dubbi e, spesso, il dipendente si chiede: come si calcola la tredicesima? Quando viene pagata questa mensilità? In questo articolo, ti spiegheremo tutto ciò che c’è da sapere sulla tredicesima: pagamento, calcolo, tasse.

Come vedremo, le risposte ai precedenti quesiti si trovano nel contratto collettivo di lavoro visto che le mensilità aggiuntive non sono previste dalla legge ma sono state introdotte direttamente dai Ccnl. Inoltre, sul calcolo della tredicesima, incidono anche eventuali vicende del rapporto di lavoro che ne determinano la sospensione. Ma andiamo per ordine.

Cos’è la tredicesima?

Il contratto di lavoro ha, alla base, lo scambio tra prestazione lavorativa e retribuzione. Normalmente, lo stipendio viene erogato al dipendente su base mensile e remunera le prestazioni lavorative effettuate nel mese di paga. Ne consegue che, in linea generale, il lavoratore ha diritto a percepire 12 mensilità di stipendio, una per ogni mese di calendario. Numerosi contratti collettivi di lavoro prevedono, tuttavia, che il dipendente abbia diritto a 13 o 14 retribuzioni mensili.

Dunque, la tredicesima è una mensilità aggiuntiva di stipendio che viene pagata al dipendente oltre alle 12 retribuzioni mensili.

Quando viene pagata la tredicesima?

Tradizionalmente, la funzione assegnata dalla contrattazione collettiva alla tredicesima è sostenere economicamente le famiglie dei lavoratori durante le festività natalizie e, infatti, tale istituto viene anche detto gratifica natalizia. Per questo, la maggior parte dei Ccnl prevede che questa mensilità aggiuntiva debba essere erogata nel mese di dicembre.

Non esiste una regola generale ma occorre verificare, per ogni Ccnl, cosa si prevede con riferimento alla data di pagamento della tredicesima.

Come si calcola la tredicesima?

La tredicesima corrisponde, generalmente, ad una mensilità della retribuzione del lavoratore. Ad esempio, se la lettera di assunzione prevede uno stipendio mensile lordo di 1.200 euro, la mensilità aggiuntiva dovrebbe essere di pari importo. In ogni caso, è il Ccnl a definire l’ammontare della tredicesima.

Per quanto concerne il calcolo, la mensilità aggiuntiva è un istituto retributivo a maturazione progressiva. Ciò significa che tale importo matura man mano che si svolge il rapporto di lavoro. In particolare, per ogni mese di svolgimento della prestazione lavorativa, il dipendente matura un rateo mensile pari all’ammontare della tredicesima diviso 12.

Tornando al nostro esempio, se il lavoratore ha diritto ad una mensilità aggiuntiva pari a 1.200 euro, per ogni mese di lavoro maturerà un rateo di tredicesima pari a 100 euro.

Se il rapporto di lavoro inizia durante l’anno, quando si raggiunge la data di erogazione della tredicesima, il dipendente avrà diritto al pagamento dei ratei maturati dall’inizio della prestazione lavorativa.

Con riferimento all’esempio precedente, se il lavoratore viene assunto il 1° maggio e la tredicesima viene pagata a dicembre, egli avrà diritto a 7 ratei mensili di mensilità aggiuntiva per un importo complessivo pari a 700 euro. Nel caso in cui il rapporto sia iniziato nel corso del mese, generalmente, il rateo matura se sono stati lavorati almeno 15 giorni.

Parimenti, quando il rapporto di lavoro cessa, al dipendente dovranno essere erogati, insieme alle spettanze finali, i ratei maturati sino alla data di cessazione. Se, ad esempio, il contratto si conclude il 1° aprile al dipendente spettano 4 ratei di tredicesima.

Si pagano le tasse sulla tredicesima?

La tredicesima ha natura retributiva ed è, dunque, soggetta sia a tassazione Irpef che a contribuzione previdenziale. Il datore di lavoro provvederà, dunque, a trattenere dall’importo lordo l’Irpef e la quota di contributi Inps a carico del lavoratore e verserà al dipendente l’importo netto. Queste operazioni saranno esposte nella busta paga consegnata al dipendente.

Tredicesima: che succede in caso di sospensione del rapporto?

Come abbiamo visto, la tredicesima matura nel corso di svolgimento del rapporto di lavoro. Ne consegue che quando c’è una sospensione del contratto di lavoro il dipendente potrebbe perdere il diritto alla maturazione del rateo mensile di mensilità aggiuntiva.

In particolare, in caso di ferie, riposi, maternità, malattia o infortunio, la tredicesima matura normalmente, mentre in caso di aspettativa non retribuita o sospensione a zero ore in cassa integrazione, la mensilità aggiuntiva non matura. Tuttavia, anche sotto questo profilo, è opportuno verificare cosa prevedono le disposizioni del Ccnl applicato al rapporto di lavoro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube