Diritto e Fisco | Articoli

Gareggiare nel parcheggio del supermercato è reato


> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 gennaio 2012



Partecipare a gare d’auto clandestine costituisce reato anche quando esse si svolgono in un parcheggio “aperto al pubblico”.

Anche se effettuate dentro un parcheggio di un supermercato, le gare clandestine automobilistiche restano vietate e chi vi partecipa commette reato.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione [1] che ha così ritenuto responsabile un giovane del reato di partecipazione a competizioni sportive non autorizzate con veicoli a motore [2].

I giudici hanno osservato che il parcheggio, di proprietà della società che gestisce il supermercato, benché recintanto, era comunque accessibile a chiunque 24 ore su 24, e pertanto doveva considerarsi “aperto al pubblico”. Per tale motivo, l’intera area era soggetta alle norme del Codice della Strada, che proibisce espressamente di partecipare a gare “clandestine” con il proprio autoveicolo.

Sempre la Cassazione [3], in un precedente caso in materia di gare automobilistiche, aveva stabilito che il reato in esame sussiste anche nel caso in cui non vi sia accordo fra i soggetti che partecipano alla gara.

 

 


note

[1] Cass. pen., IV sez., sent. n. 43009 del 22 novembre 2011.

[2] Art. 81 c.p., D. lgs. 285/92 artt. 5 e 9 bis co.1.

[3] Cass. pen., IV sez., sent. n. 14463 del 6 aprile 2007.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI