Diritto e Fisco | Articoli

Se rottamo la macchina che fine fanno le multe non pagate?

3 Aprile 2014
Se rottamo la macchina che fine fanno le multe non pagate?

Ho intenzione di rottamare la mia vecchia auto con la quale ho collezionato diverse multe, mai pagate né impugnate; vorrei sapere cosa succede in questi casi e se mi possono mettere il fermo su una eventuale nuova auto.

L’eventuale rottamazione dell’auto non fa venir meno il dovere, da parte del titolare, di pagare le sanzioni legate a infrazioni del codice della strada commesse con tale vettura.

L’ente titolare del diritto alla riscossione delle sanzioni (di norma il Comune) potrà agire nei confronti del contravventore eventualmente iscrivendo il fermo amministrativo sulla nuova automobile acquistata dal titolare del mezzo rottamato. Non vi è infatti un obbligo di correlazione tra l’auto con cui sono state commesse le infrazioni e quella su cui va a gravare il fermo.

Inoltre, nulla vieta, in teoria, all’ente creditore (sebbene i casi risultano estremamente rari) di agire in esecuzione forzata contro il debitore attraverso strumenti diversi consentiti dalla legge, come il pignoramento del quinto dello stipendio, della pensione o con il pignoramento del conto corrente bancario. È tuttavia vero che l’ “arma” preferita dagli enti locali, in tali casi, è proprio il fermo amministrativo, in quanto mezzo di coercizione che si rivela spesso assai efficace.

È da escludere che il Comune possa procedere a un pignoramento immobiliare posto il limite minimo di debito recentemente elevato a 120 mila euro per tutte le esecuzioni avviate da Equitalia.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube