Cronaca | News

A giugno niente mascherine all’aperto

10 Maggio 2021 | Autore:
A giugno niente mascherine all’aperto

Il sottosegretario Sileri: dispositivo in tasca quando si arriverà a 30 milioni di persone vaccinate. Ne mancano 6 milioni. Ecco la possibile data.

Poco più di 5 milioni. Tanto manca a raggiungere la soglia dei 30 milioni di dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia. Arrivati a quella cifra, potremo circolare all’aperto senza mascherina. Lo ha annunciato questa mattina a Radio24, il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri.

Facciamo due conti. All’alba di oggi (10 maggio), erano state somministrate 24.054.000 dosi, di cui 16.652.138 con prima dose e 7.401.862 con entrambe le dosi. Significa che, comunque, oltre 24 milioni di persone hanno ricevuto almeno una dose di vaccino. Per arrivare ai 30 milioni che consentono di togliere la mascherina all’aperto, mancano all’appello quasi 6 milioni di persone.

Mediamente, ogni giorno circa 300mila italiani ricevono o la prima dose o il vaccino monodose (che, quindi, equivale alla prima inoculazione).

Calcolatrice alla mano, se l’andamento della campagna vaccinale resterà questo (i tempi potrebbero stringersi ulteriormente) e facendo numeri tondi, significa che per arrivare ai 30 milioni di persone vaccinate con almeno una dose ci vorranno 20 giorni. Ergo, il 30 maggio. Che potrebbe essere il 28-29 o il 31.

È plausibile, pertanto, dire che, se Sileri ed il suo ministero non si rimangeranno la parola, tra meno di un mese sarà possibile circolare all’aperto senza la mascherina. A condizione, però, che non ci si trovi in luoghi molto frequentati.

Ecco le parole del sottosegretario: «Quando saranno raggiunti i 30 milioni di persone con almeno una dose di vaccino e saranno trascorse tre settimane per avere una buona protezione, la mascherina all’aperto dove non c’è assembramento credo sia sensato mettersela in tasca».

I tempi potrebbero anche accorciarsi se, come affermato dallo stesso Sileri, con l’aumento della dotazione dei vaccini crescerà anche il numero delle somministrazioni. Insomma, prima si arriva a quei 30 milioni di italiani vaccinati almeno la prima volta, prima potremo scoprire il volto all’aperto. Il che non significa lasciare la mascherina a casa: resterà, comunque, l’obbligo di portarsela dietro per entrare negli spazi chiusi (bar, ristoranti, negozi) o per indossarla in caso di assembramento.

In pratica, per seguire le disposizioni dell’estate scorsa, quando si poteva fare la passeggiata senza mascherina ma bisognava indossarla per entrare in un locale chiuso.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube