Diritto e Fisco | Articoli

In Cassazione possibile l’esame di un nuovo fatto storico: nuove norme sul processo fiscale

7 aprile 2014


In Cassazione possibile l’esame di un nuovo fatto storico: nuove norme sul processo fiscale

> Diritto e Fisco Pubblicato il 7 aprile 2014



In Cassazione c’è un’ultima possibilità: ammessi nuovi elementi di fatto solo se la valutazione avrebbe determinato un esito diverso della lite.

Le Sezioni Unite della Cassazione, con una sentenza di questa mattina [1], hanno affrontato un caso di massima importanza: le nuove norme del Decreto Crescita (2012) sono applicabili anche al processo fiscale davanti alla Cassazione.

Come noto, la recente novella del codice di procedura civile [2] ha introdotto, quale ulteriore motivo di ricorso per Cassazione, un nuovo vizio specifico: è il caso di omesso esame di un fatto decisivo per il giudizio che è stato oggetto di discussione tra le parti.

Si tratta, cioè, di un fatto storico, principale o secondario, la cui esistenza risulti dal testo della sentenza o dagli atti processuali, che abbia costituito oggetto di discussione tra le parti e abbia carattere decisivo (vale a dire che, se esaminato, avrebbe determinato un esito diverso della controversia).

L’omesso esame di elementi istruttori non integra, di per sé, vizio di omesso esame di un fatto decisivo, se il fatto storico rilevante in causa sia stato comunque preso in considerazione dal giudice, benché la sentenza non abbia dato conto di tutte le risultanze probatorie.

Insomma, in base al nuovo vizio di motivazione, l’omesso esame di un fatto storico può essere sollevato solo quando avrebbe determinato un esito diverso della lite.

La parte ricorrente dovrà indicare il fatto storico, il cui esame sia stato omesso, il dato, testuale o extratestuale, da cui ne risulti l’esistenza, il come e il quando (nel quadro processuale) tale fatto sia stato oggetto di discussione tra le parti, e la decisività del fatto stesso.

Ebbene, secondo la sentenza in commento, le nuove norme del Decreto Crescita sono applicabili anche al processo tributario in Cassazione, nonostante la sua “particolarità”.

note

[1] Cass. sent. n. 8053 del 7.04.2014.

[2] Nuovo testo del n. 5) dell’art. 360 cod. proc. civ.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI