Diritto e Fisco | Articoli

Posso montare una struttura in legno in condominio?

29 Maggio 2021
Posso montare una struttura in legno in condominio?

Un vicino intende montare sulla sua proprietà una struttura in legno che renderebbe più agevoli i tentativi di furto nella mia proprietà. Può farlo?

Per rispondere al suo quesito occorre far riferimento all’articolo 1122 del Codice civile secondo il quale:

  • nelle parti di sua proprietà il condomino non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni ovvero determinino un pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell’edificio;
  • in ogni caso è data preventiva notizia all’amministratore che ne riferisce all’assemblea.

Questo significa che il condomino che intende montare questa struttura in legno su suolo di sua proprietà ha il dovere di informare preventivamente l’amministratore della sua intenzione.

L’amministratore, quindi, dovrà riferirne in assemblea.

L’assemblea, poi, appositamente convocata dovrà valutare se la struttura che il condomino vuole montare possa arrecare danni alle parti comuni oppure se possa pregiudicare la stabilità, la sicurezza o il decoro architettonico dell’edificio.

Nel suo caso specifico se l’assemblea, anche in base a quello che lei dichiarerà e metterà in evidenza, dovesse ritenere che la struttura in legno in questione possa pregiudicare la sicurezza dello stabile, allora l’assemblea potrà vietare al condomino l’installazione oppure imporgli quelle modifiche necessarie per evitare che la struttura, una volta installata, possa rendere più agevoli atti illeciti come ad esempio i furti.

Se, nonostante le eventuali decisioni contrarie dell’assemblea, il condomino dovesse installare ugualmente la struttura secondo l’esatto progetto iniziale, l’assemblea potrà anche, dando mandato ad un legale, chiederne la rimozione ricorrendo in giudizio.

Il consiglio, pertanto, è di sollecitare il condomino ad informare l’amministratore della questione affinché poi il problema sia portato, dall’amministratore, all’ordine del giorno in assemblea dove potranno essere messi in evidenza i suoi timori sulla sicurezza (e dove il condomino interessato dovrà illustrare in dettaglio il progetto relativo alla struttura che intende installare).

La discussione sarà utile ad evidenziare se ed in che misura la struttura possa pregiudicare la sicurezza dell’edificio (e/o la stabilità ed il decoro dello stabile) ed eventualmente, se i timori fossero fondati, l’assemblea avrà il potere, come le dicevo, di vietare l’installazione oppure di consentirla con le modifiche utili e necessarie ad impedire qualsiasi pericolo per la sicurezza delle cose e delle persone.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube