L’esperto | Articoli

Diritto di accesso degli eredi: giurisprudenza, sentenze, Cassazione

16 Maggio 2021
Diritto di accesso degli eredi: giurisprudenza, sentenze, Cassazione

Diritti della personalità e riservatezza (privacy): dati sanitari, cartelle cliniche, documentazione fiscale, pensione.

Polizza assicurativa 

In tema di trattamento dei dati personali, tra i dati concernenti le persone decedute, ai quali hanno diritto di accesso gli eredi, a norma dell’art. 9, comma 3, del d.lgs. n. 196 del 2003, non rientrano quelli identificativi di terze persone, quali sono i beneficiari della polizza sulla vita stipulata dal “de cuius”, ma soltanto quelli riconducibili alla sfera personale di quest’ultimo.

Cassazione civile sez. I, 08/09/2015, n.17790

Documentazione sanitaria e cartella clinica

I parenti di una persona ricoverata e defunta in ospedale hanno diritto ad accedere a tutta la relativa documentazione sanitaria.

La documentazione sanitaria relativa ad un ricovero ed eventuale intervento chirurgico con i relativi esami diagnostici rientra nell’amplissima nozione di “documento amministrativo” di cui alla lett. d) dell’art. 22, l. n. 241 del 7 agosto 1990, trattandosi di atti interni detenuti dalla struttura ospedaliera, in relazione all’attività di pubblico interesse dalla stessa svolta al fine di assicurare al cittadino una adeguata assistenza sanitaria, nonché il diritto primario e fondamentale alla salute; pertanto, gli eredi di una parente defunta hanno diritto di accedere alla relativa cartella clinica, al fine di valutare la sussistenza dei presupposti per la tutela giudiziale, anche risarcitoria, in quanto titolari di interessi propri, corrispondenti a situazioni giuridicamente tutelate e collegate ai documenti richiesti in copia.

T.A.R. Cagliari, (Sardegna) sez. I, 04/03/2019, n.193

È suscettibile di ostensione, anche in favore degli eredi, la documentazione sanitaria relativa ad un ricovero o ad un eventuale intervento chirurgico di un soggetto.

La documentazione sanitaria relativa ad un ricovero ed eventuale intervento chirurgico con i relativi esami diagnostici rientra nell’amplissima nozione di “documento amministrativo” di cui alla lett. d) dell’art. 22, l. n. 241 del 1990, trattandosi di atti interni detenuti dalla struttura ospedaliera, in relazione all’attività di pubblico interesse dalla stessa svolta al fine di assicurare al cittadino una adeguata assistenza sanitaria e così il diritto primario e fondamentale alla salute. Tale conclusione può essere senz’altro condivisa se il documento viene in considerazione in un’ottica di rapporto diretto tra cittadino-utente (o soggetto, comunque, legittimato in conseguenza del rapporto con questi) e struttura ospedaliera che detiene la cartella clinica e cioè tutte le volte che la conoscenza del contenuto della cartella stessa sia strumentale a verificare il corretto agire dell’Amministrazione che ha erogato il servizio sanitario. In questa stessa direzione,gli eredi hanno diritto di accedere alla cartella clinica di un parente defunto ex art. 22 comma 1, l. n. 241 del 1990, come modificato dalla l. 11 febbraio 2005 n. 15 ed ex art. 9 comma 3, d.lg. 30 giugno 2003 n. 196, in quanto titolari di interessi propri, corrispondenti a situazioni giuridicamente tutelate e collegate ai documenti richiesti in copia .

T.A.R. Roma, (Lazio) sez. III, 01/06/2018, n.6149

Il diritto di accesso alla cartella clinica conservata da una struttura sanitaria deve intendersi riservato al soggetto che è stato in cura presso la stessa e che ha interesse a verificare la correttezza dell’assistenza che gli è stata offerta, e non al soggetto estraneo al rapporto struttura-utente e che della cartella clinica intende servizi ad altro scopo, essendo in questo assorbente la regola, legislativamente fissata, per la quale i dati idonei a rilevare lo stato di salute del singolo non sono ostensibili.

T.A.R. Brescia, (Lombardia) sez. II, 13/07/2011, n.1043

Gli eredi hanno diritto di accedere alla cartella clinica di una parente defunta ex art. 22 comma 1, l. n. 241 del 1990, come modificato dalla l. 11 febbraio 2005 n. 15 ed ex art. 9 comma 3, d.lg. 30 giugno 2003 n. 196, in quanto titolari di interessi propri, corrispondenti a situazioni giuridicamente tutelate e collegate ai documenti richiesti in copia .

T.A.R. Catania, (Sicilia) sez. IV, 17/11/2007, n.1877

Dichiarazione dei redditi e documentazione fiscale 

A fronte di contenziosi eredi ereditari, sussiste il diritto di accesso alla dichiarazione dei redditi del fratello

Sussiste il diritto di accedere alla dichiarazione dei redditi di un fratello nel caso in cui, a fondamento della istanza ostensiva, sia stato precisato che si trattava di un atto pertinente ad un causa civile in corso riguardante un’azione di riduzione delle donazioni ai coeredi, risultando in tal caso l’istante titolare di un interesse diretto, concreto ed attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata ai documenti ai quali era chiesto l’accesso.

T.A.R. Pescara, (Abruzzo) sez. I, 16/01/2017, n.42

Documentazione Inps e pensione 

Ai sensi dell’art. 22, l. n. 241 del 1990, il diritto di accesso ai documenti amministrativi è riconosciuto, al fine di assicurare la trasparenza dell’attività amministrativa e di favorirne lo svolgimento imparziale, a chiunque vi avvia interesse per la tutela di situazioni giuridicamente rilevanti ed è esercitabile nei confronti della documentazione amministrativa in possesso di una p.a. (nel caso di specie, veniva certamente ravvisato l’interesse di uno degli eredi ad accedere ai moduli di corresponsione dei ratei di pensione e modalità di accreditamento/pagamento all’istituto previdenziale).

T.A.R. Roma, (Lazio) sez. III, 20/10/2010, n.32901



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube