L’esperto | Articoli

Trust familiare: Cassazione

17 Maggio 2021
Trust familiare: Cassazione

Natura giuridica, trattamento fiscale, revocatoria e disciplina del trust familiare. 

Il trust familiare non integra, di per sé, adempimento di un dovere giuridico ed è per questo suscettibile di revocatoria

La costituzione del fondo patrimoniale, anche se per bisogni della vita familiare, non è obbligatoria per legge ma configura un atto a titolo gratuito, non trovando contropartita in un’attribuzione in favore dei disponenti. Per questi motivi è suscettibile di revocatoria, salvo che si dimostri l’esistenza in concreto di una situazione tale da integrare nella sua oggettività gli estremi del dovere morale ed il proposito del solvens di adempiere unicamente a quel dovere mediante l’atto in questione.

Cassazione civile sez. III, 10/10/2019, n.25423

Il trust familiare è atto gratuito, facile bersaglio di revocatoria

Se il trust viene posto in essere in virtù di una spontanea determinazione volitiva del disponente e in mancanza di un vantaggio patrimoniale, l’atto costitutivo del trust deve essere considerato a titolo gratuito, come per l’appunto si verifica nel caso di trust familiare in esame (nel quale il disponente rivestiva anche la qualità di beneficiario). In ogni caso l’onerosità dell’atto di disposizione patrimoniale non può essere posta in relazione all’eventuale compenso stabilito per l’opera del trustee, in quanto l’onerosità dell’incarico affidato a quest’ultimo attiene (non al rapporto di trust, ma) all’eventuale remunerazione per il mandato conferito.

Cassazione civile sez. III, 04/04/2019, n.9320

L’istituzione di trust familiare non integra, di per sé, adempimento di un dovere giuridico

L’istituzione di trust familiare non integra, di per sé, adempimento di un dovere giuridico, non essendo obbligatoria per legge, ma configura – ai fini della revocatoria ordinaria – un atto a titolo gratuito, non trovando contropartita in un’attribuzione in favore dei disponenti.

(In applicazione del principio, la S.C. ha ritenuto esente da critiche la sentenza che, qualificando come gratuito l’atto costitutivo di un trust finalizzato al soddisfacimento dei bisogni e delle esigenze dello stesso disponente e dei suoi familiari, aveva ritenuto non necessaria, ai fini dell’azione revocatoria, la consapevolezza, da parte dei terzi beneficiari, del pregiudizio che esso arrecava alle ragioni dei creditori).

Cassazione civile sez. III, 04/04/2019, n.9320

Natura gratuita del trust familiare

L’istituzione di trust familiare non integra, di per sé, adempimento di un dovere giuridico, non essendo obbligatorio per legge, ma configura un atto a titolo gratuito, non trovando contropartita in un’attribuzione in favore dei disponenti. L’atto di conferimento di beni in trust, posto in essere allo scopo di provvedere al soddisfacimento dei propri bisogni e di esigenze familiari, ha quindi natura gratuita e non è necessaria la consapevolezza degli altri beneficiari del trust del pregiudizio che viene arrecato alle ragioni creditorie, requisito questo richiesto dall’art. 2901 c.c. soltanto per gli atti a titolo oneroso.

In ogni caso l’onerosità dell’atto di disposizione patrimoniale non può essere posta in relazione all’eventuale compenso stabilito per l’opera del trustee, in quanto l’onerosità dell’incarico affidato a quest’ultimo non attiene al rapporto di trust, ma all’eventuale remunerazione per il mandato conferito.

Cassazione civile sez. III, 04/04/2019, n.9320

Trust finalizzato al mantenimento del tenore di vita è da considerarsi a titolo gratuito ed è dunque revocabile

La costituzione di un trust finalizzato al mantenimento del tenore di vita dei familiari beneficiari è da considerarsi sempre a titolo gratuito, anche se è previsto un compenso per il trustee dei beni conferiti.

Pertanto, se l’atto di conferimento pregiudica i creditori del setto, è possibile per quest’ultimi agire in revocatoria. A ricordare tale regole è la Cassazione confermando l’annullamento di un trust familiare composto da un appartamento, sul quale si erano già rivolte le attenzioni dei creditori.

Cassazione civile sez. III, 04/04/2019, n.9320

Ai fini della revocatoria ordinaria, il trust familiare è un atto a titolo gratuito

L’istituzione di trust familiare (nella specie, per fare fronte alle esigenze di vita e di studio della prole) non integra, di per sé, adempimento di un dovere giuridico, non essendo obbligatoria per legge, ma configura – ai fini della revocatoria ordinaria – un atto a titolo gratuito, non trovando contropartita in un’attribuzione in favore dei disponenti.

Cassazione civile sez. III, 03/08/2017, n.19376



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube