Diritto e Fisco | Articoli

Autovelox e multe ravvicinate: cosa fare?

19 Maggio 2021
Autovelox e multe ravvicinate: cosa fare?

Che succede a chi prende più autovelox sulla stessa strada o lo stesso autovelox sulla stessa strada in occasioni diverse nello stesso giorno o in giorni differenti?

Non è infrequente cadere più volte vittima dello stesso autovelox o di autovelox diversi ma non distanti l’uno dall’altro. In casi come questo, quante volte si viene multati e quante volte bisogna pagare? In caso di autovelox e multe ravvicinate, cosa fare? 

Le ipotesi da tenere in considerazione sono essenzialmente tre e le vogliamo rappresentare nel seguente articolo, indicando per ciascuna di esse qual è la soluzione prevista dalla legge.

Il primo caso è quello di chi, sulla stessa strada e in un lasso di tempo ravvicinato, viene fotografato da due diversi autovelox, vicini tra loro, magari perché installati da due Comuni limitrofi.

Il secondo caso è quello di chi, lo stesso giorno ma in situazioni diverse, incappa nello stesso autovelox.

Il terzo caso è infine quello di chi, in giorni diversi, incappa sullo stesso autovelox. 

Vediamo allora cosa succede, cosa fare in caso di autovelox e multe ravvicinate. 

Diversi autovelox sulla stessa strada: quante multe pagare?

L’articolo 198 del Codice della strada stabilisce che l’automobilista, quando con la medesima azione viola la stessa norma o norme diverse, è punito una sola volta con la multa più alta aumentata fino al triplo. Questo meccanismo va sotto il nome di cumulo giuridico.

Si pensi al caso di una persona che passa col rosso a velocità elevata, senza peraltro dare la precedenza a chi gli viene da destra: siamo in presenza di tre violazioni con la stessa condotta, a cui si potrà applicare il cumulo giuridico.

Quindi, un conducente che becca due autovelox posizionati sulla stessa strada, a distanza ravvicinata l’uno dall’altro, la prima volta superando di 10 km il limite consentito e la seconda di 40 km, viene multato una sola volta con la contravvenzione più elevata (nel nostro esempio quella per la seconda violazione), che può anche essere triplicata. 

In verità, in ipotesi del genere, il proprietario del veicolo riceverà a casa due o più multe, tante cioè per quante sono state le infrazioni commesse; solo in sede di pagamento dinanzi all’organo accertatore potrà chiedere che una gli venga cancellata tramite l’applicazione del cumulo giuridico. Quindi, non è più possibile ottenere il cumulo se il conducente decide di non pagare e di non fare ricorso al giudice, facendo così divenire definitivi e non più contestabili i verbali.

Il problema del cumulo giuridico deriva dal fatto che non è chiaro cosa debba intendersi con il concetto di «un’unica azione» a cui è legata la possibilità di chiedere lo sconto. In altri termini, le domande che viene spontaneo porsi sono: quanto tempo può intercorrere, al massimo, tra le varie violazioni? Se, dopo aver preso una multa con l’autovelox, mi fermo a fare benzina e poi becco un altro autovelox vale lo stesso principio? Se devo recarmi in un luogo particolarmente distante e, nell’arco di tale tragitto, vengo fotografato da più autovelox, devo pagare tutte le multe? 

La risposta non viene fornita in modo esplicito dalla legge. Secondo la giurisprudenza, è necessario che le violazioni siano tra loro concatenate e unite dalla medesima condotta. I singoli atti devono essere contestuali e caratterizzati dal medesimo fine. Non ci deve pertanto essere una notevole interruzione temporale tra le differenti violazioni del Codice.

Questo significa che se due autovelox sono distanti di pochi chilometri l’uno dall’altro è possibile applicare il cumulo e pagare una sola multa. Viceversa, se la distanza tra le postazioni è notevole o se l’automobilista ha interrotto la propria originaria condotta trasgressiva, ad esempio fermandosi a una piazzola o all’autogrill, allora bisognerà pagare tante multe per quante sono state le violazioni.

Stesso autovelox nello stesso giorno sulla stessa strada: quante multe pagare?

Il secondo caso da analizzare è quello di chi, in contesti diversi ma pur sempre nello stesso giorno, incappa nel medesimo autovelox. È l’ipotesi di chi viene fotografato sia all’andata che al ritorno sulla stessa strada, ma in direzioni di marcia differenti; ed è anche l’ipotesi di chi, ad esempio, percorre lo stesso tragitto più volte al giorno (ad esempio, per recarsi al lavoro sia la mattina che il pomeriggio) e viene perciò pizzicato sempre dal medesimo apparecchio di controllo elettronico della velocità. 

Ebbene, in questi casi, anche se siamo in presenza di una violazione commessa lo stesso giorno con lo stesso autovelox, bisognerà pagare tante multe per quante volte si è violato il Codice della strada. Non c’è infatti quell’unicità di azione che la regola sul cumulo giuridico richiede per poter dar luogo a una sola multa.

Più multe sulla stessa strada in giorni diversi: quante volte pagare?

L’ultimo e più semplice caso è quello dell’automobilista che incappa, in giorni diversi, nello stesso autovelox posizionato sempre al medesimo posto. Anche in questo caso, bisognerà per forza pagare tante volte per quante violazioni sono state commesse. Non è quindi possibile ottenere alcuno sconto.

Resterà ovviamente la possibilità di fare ricorso al giudice qualora uno dei verbali o tutti dovessero contenere dei motivi di nullità.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube