Diritto e Fisco | Articoli

Cosa significa il codice 05 sulla patente?

1 Settembre 2021 | Autore:
Cosa significa il codice 05 sulla patente?

Nel permesso di guida, i codici cosiddetti armonizzati fanno riferimento a modifiche del veicolo o a motivi di salute del conducente.

Imparare a leggere la patente non è assai difficile: basta sapere cosa contiene ogni campo di cui è composta. La parte frontale è uguale per tutti i tipi di permessi, mentre il retro della nuova patente formato card riporta, se presenti, i codici armonizzati, sia UE sia nazionali, che indicano limitazioni, restrizioni, abilitazioni ed adattamenti di cui deve essere munito il veicolo condotto e particolari obblighi a cui è soggetto il titolare del documento. In particolare, cosa significa 05 sulla patente? È il codice che serve a distinguere una patente ordinaria da una speciale ed evidenzia la presenza di limitazioni alla guida.

I codici della patente di guida hanno subìto un aggiornamento a seguito della Direttiva UE n. 2015/653, recepita nel nostro ordinamento giuridico nel 2016 [1]. La modifica ha riguardato la riscrittura di alcune voci e l’ingresso di nuovi codici.

Quali dati compaiono nei campi della patente di guida

La patente di guida italiana di modello unionale è stata introdotta nel 2013 [2]. Nella stessa, sono riportati i seguenti dati:

1.cognome del titolare;

2.nome del titolare;

3.data e luogo di nascita del titolare;

4.a data di rilascio della patente;

4.b data di scadenza della patente;

4.c designazione dell’autorità che rilascia la patente;

5. numero della patente;

6. fotografia del titolare della patente;

7. firma del titolare della patente;

9. le categoria dei veicoli che il titolare è autorizzato a guidare (ad esempio A e B); le categorie nazionali sono stampate in un tipo di carattere diverso da quello delle categorie armonizzate;

10. la data del primo rilascio per ciascuna categoria: questa data deve essere ritrascritta sulla nuova patente ad ogni ulteriore sostituzione o cambio;

11. la data di scadenza per ciascuna categoria;

12. le eventuali indicazioni supplementari o restrittive, in forma codificata, a fronte di ciascuna sottocategoria interessata;

13. uno spazio riservato per l’eventuale iscrizione da parte dello Stato membro ospitante di indicazioni indispensabili alla gestione della patente.

Codici armonizzati: perché sono stati adottati e cosa indicano

L’adozione a livello di Unione Europea di codici armonizzati si è resa necessaria per consentire la comprensione dei dati contenuti nelle patenti di guida in tutti gli Stati membri e per facilitare la libera circolazione delle persone.

I codici armonizzati presenti sulla patente si dividono in:

  • codici UE armonizzati, che vanno da 01 a 99;
  • codici nazionali armonizzati, da 100 in poi.

Detti codici possono interessare:

  • il conducente, con le limitazioni nella conduzione dei veicoli dovuti a motivi medici;
  • il veicolo, con le modifiche alle caratteristiche dei veicolo che consistono in adattamenti riportati al mezzo per essere condotto dal titolare della patente (ad esempio, il codice 10 indica il cambio di velocità modificato oppure il codice 15 è riferito alla frizione modificata);
  • gli aspetti amministrativi: ad esempio, il codice 70 è riferito alla sostituzione della patente; il codice 71 è relativo al duplicato della patente.

Sia i codici che interessano il conducente sia quelli riferiti al veicolo presentano dei sub codici che, a loro volta, forniscono indicazioni sulla tipologia di limitazioni, restrizioni, adattamenti di cui deve essere munito il veicolo condotto e particolari obblighi a cui è soggetto il titolare del documento di guida.

Dove si posizionano i codici armonizzati sulla patente di guida

I codici armonizzati UE e quelli nazionali vengono riportati sul retro della patente e sono posizionati:

  • nella colonna contrassegnata con il numero 12, in corrispondenza di ciascuna categoria della patente interessata;
  • oppure nello spazio sottostante le colonne contrassegnate con i numeri 9, 10 e 11 ma solo nel caso in cui si applicano a tutte le categorie di patenti possedute.

Poiché nelle patenti card è disponibile uno spazio esiguo che non consente di contenere tutti i codici e i relativi sub codici, si è stabilito che sui permessi di guida vengano stampati solo i codici nelle posizioni indicate e non anche i sub codici. Ad esempio, nella colonna 12, può essere presente il codice armonizzato 0.1 (correzione della vista e/o protezione degli occhi) senza che vi sia riportato anche il relativo sub codice 0.2 che indica le lenti a contatto oppure il sub codice 0.3 che indica gli occhiali protettivi.

Sia i codici sia i sub codici sono riportati in forma completa solo negli archivi elettronici del Ced Motorizzazione, la cui consultazione è possibile mediante uno specifico collegamento.

Cosa significa il codice 05 sulla patente?

Le limitazioni alla guida sono riportate in patente con il codice 05, a cui seguono una serie di sottocodici che specificano le limitazioni medesime.

In particolare, il sub codice:

  • 05.01 indica la guida in orario diurno;
  • 05.02 è riferito alla guida entro un dato raggio di km dal luogo di residenza del titolare o solo nell’ambito della città o Regione;
  • 05.03 è inerente alla guida senza passeggeri;
  • 05.04 indica una velocità di guida limitata a determinati km/h;
  • 05.05 è relativo alla guida autorizzata solo se accompagnato da titolare di patente;
  • 05.06 fa riferimento alla guida senza rimorchio;
  • 05.07 è inerente alla guida non autorizzata in autostrada;
  • 05.08 indica niente alcool.

È opportuno evidenziare che il codice 05 e i relativi sub codici sono rimasti in vigore fino al 31.12.2016. Dal 01.01.2017, sono stati sostituiti da altri codici con numerazione dal 61 al 68.

Violazione dei codici armonizzati: cosa succede

Il quadro sanzionatorio relativo alla violazione dei codici armonizzati è previsto dall’articolo 125 del Codice della strada.

In particolare, detto articolo prevede che il titolare di patente di guida recante un codice armonizzato unionale o nazionale relativo a «modifiche del veicolo», che conduce un veicolo oppure circola in condizioni diverse da quelle indicate dai predetti codici, sia punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 158 euro a 638 euro. Alla sanzione pecuniaria si accompagna quella amministrativa della sospensione della patente di guida da uno a sei mesi.

Inoltre, poiché il trasgressore non è idoneo a condurre il veicolo sprovvisto delle modifiche richieste, non può essere autorizzato a proseguire la marcia ed il mezzo deve essere affidato ad altro conducente idoneo oppure deve essere rimosso dal carro attrezzi.

Invece, il titolare di patente di guida recante un codice armonizzato unionale o nazionale relativo a “conducente” (motivi medici) che conduce un veicolo oppure circola in condizioni diverse da quelle indicate dai predetti codici, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 83 euro a 332 euro [3].


note

[1] D. M. del 4.11.2016.

[2] Allegato 1 D. Lgs. n. 2/2013 di attuazione della Direttiva 2011/94/UE.

[3] Art. 173 co. 3 cod. strada.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube