Diritto e Fisco | Articoli

Copia della dichiarazione dei redditi: come richiederla?

2 Settembre 2021 | Autore:
Copia della dichiarazione dei redditi: come richiederla?

La procedura per ottenere un vecchio 730 o un modello Redditi di anni precedenti. Il modulo da scaricare e da presentare allo sportello delle Entrate.

Facendo un po’ di ordine nei raccoglitori dei documenti ti sei accorto che ti manca qualche 730 di anni precedenti. Ti dispiace non averli perché possono essere utili e perché, comunque, si tratta di un documento importante dove ci sono tutti i dati sul tuo reddito prodotto in un certo periodo. Ti domandi se mai sarà possibile avere dall’Agenzia delle Entrate una copia della dichiarazione dei redditi: come richiederla è quello che puoi scoprire in questo articolo in cui, peraltro, troverai l’apposito modulo da scaricare.

Come per molte pratiche che riguardano gli uffici pubblici, anche per avere una copia della dichiarazione dei redditi è possibile percorrere due possibili strade: recarsi personalmente allo sportello dell’Agenzia oppure recuperarla online. Vediamo le procedure da seguire nell’uno e nell’altro caso.

Dichiarazione dei redditi: a cosa serve quella vecchia?

Prima di vedere come richiedere una copia della dichiarazione dei redditi, c’è una domanda che si pone in automatico: ma perché mai dovrei tentare di recuperare un modello 730 di uno o due anni fa, se finora non ci sono stati dei problemi e nessuno mi ha contestato alcunché?

Se è così, diciamo che per adesso ti è andata bene. Ma non è detto che tu abbia la stessa fortuna nel futuro immediato, per quanto ti auguriamo che tutto vada bene e che tu trovi nel Fisco la risposta che merita la tua onestà. La dichiarazione dei redditi non va buttata via l’anno successivo, quando si pensa che, ormai, è andata e bisogna pensare solo al prossimo 730. Perché? Perché la normativa consente all’Agenzia delle Entrate di effettuare un accertamento entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata.

Va sottolineato, però, che i termini non decorrono nell’anno in cui i redditi sono stati percepiti e sono state sostenute le spese allegate ma da quello in cui tutto ciò è stato dichiarato al Fisco. Per capirci: i redditi e le spese che riguardano il 2020 vengono presentati nel 2021. Pertanto, i termini per un possibile accertamento del Fisco decorrono dal 2021, non da quando è stato prodotto il reddito, e scadono il 31 dicembre 2026, ovvero l’ultimo giorno del quinto anno successivo a quello di presentazione. Almeno fino a quella data occorre conservare la documentazione.

Senza dimenticare che alcune delle spese allegate al 730 e portate in detrazione possono essere recuperate in 10 anni, come nel caso di una ristrutturazione edilizia detraibile al 50%. Significa che dal momento in cui è stato chiesto lo sconto fiscale (e quindi da quando la dichiarazione è stata presentata) e per i successivi 10 anni, l’Agenzia può fare una verifica e chiederti la relativa documentazione. Il che ti costringe a conservarla per una decina di anni.

Dichiarazione dei redditi: come richiedere la copia all’Agenzia?

Se ti rendi conto che ti manca il 730 o il modello Unico di qualcuno degli ultimi cinque anni e temi un controllo del Fisco, la prima alternativa che hai per richiedere una copia della dichiarazione dei redditi è quella di recarti presso lo sportello dell’Agenzia delle Entrate competente per territorio.

Puoi scaricare qui il modulo di richiesta, compilarlo e portarlo all’impiegato del Fisco. Dovrai inserire i tuoi dati e recapiti e indicare l’anno d’imposta della dichiarazione di cui vuoi una copia. In pratica, qui il discorso è inverso rispetto a quel che si diceva prima: se ti serve quello che hai presentato nel 2021 relativo ai redditi 2020, nel modulo di richiesta dovrai indicare «2020».

Per il rilascio della copia semplice è necessario versare, tramite modello F23, i relativi diritti (tributi speciali), ovvero:

  • 3,10 euro per una pagina e 0,15 euro per ogni pagina successiva;
  • 16 euro di marca da bollo ogni quattro facciate o 100 righe.

Naturalmente, se anziché essere stato tu a compilare e a presentare la dichiarazione dei redditi ti sei appoggiato ad un Caf o ad un commercialista, anche questi due soggetti saranno in grado di fornirtene una copia che terranno nel loro archivio almeno per i cinque anni in cui il Fisco potrebbe bussare alla porta del contribuente.

L’altra possibilità è decisamente più semplice e comoda. Consiste nel recuperare la copia della dichiarazione dei redditi online. In questo caso, devi collegarti al sito dell’Agenzia ed entrare nel tuo cassetto fiscale. Qui potrai consultare e, eventualmente, stampare le vecchie dichiarazioni, così come i tuoi versamenti, i dati patrimoniali e quant’altro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube