Diritto e Fisco | Articoli

Quando si è consenzienti?

27 Maggio 2021
Quando si è consenzienti?

Violenza sessuale: i cinque presupposti che fanno scattare lo stupro. 

Il reato di violenza sessuale scatta tutte le volte in cui uno dei soggetti coinvolti nel rapporto non è consenziente. «Consenziente» significa aver prestato il proprio consenso, l’autorizzazione cioè all’atto o comunque a tutto ciò che riguarda la propria corporalità (quindi, anche un bacio o un palpeggiamento).

La giurisprudenza è molto rigorosa nell’accertare l’effettività di tale consenso; esso deve essere inequivoco. Il solo fatto di cedere all’altrui volontà non basta. Di qui la domanda che ogni uomo prudente dovrebbe farsi: quando si è consenzienti? Cerchiamo di dare alcune importanti indicazioni in merito.

Come deve essere il consenso:

Il consenso deve essere:

  • certo;
  • totale;
  • continuo;
  • spontaneo;
  • consapevole.

In merito alla certezza, il dissenso è da presumersi laddove non vi siano chiari ed univoci indici che dimostrino un, sia pur tacito ma in ogni caso inequivoco, consenso.

In merito alla totalità, il consenso deve riguardare ogni singolo atto del rapporto. Quindi, il consenso dato alla congiunzione carnale potrebbe non implicare il consenso anche a determinate pratiche erotiche (si pensi al bondage).

In merito alla continuità, il consenso deve sussistere dall’inizio alla fine del rapporto sessuale. Se la donna, ad esempio, in corso di rapporto dovesse chiedere di interrompere l’atto e la sua volontà non dovesse essere rispettata si configura la violenza sessuale.

In merito alla spontaneità, il consenso deve essere prestato da una persona capace di intendere e volere o comunque superiore a 14 anni di età (13 se il più grande ha non più di 17 anni). Quindi, non c’è consenso e si può parlare di violenza sessuale se lei è, ad esempio, ubriaca, sotto effetto di stupefacenti o vittima di una patologia psichiatrica che ne riduce le capacità intellettive. Allo stesso modo, non è spontaneo il consenso determinato da una violenza fisica o psicologica, da una minaccia («se non accetti ti lascio»), da una situazione di temuto pericolo (si pensi al fatto di portare una donna in un luogo appartato e di ottenere da questa il consenso solo perché spera che, così facendo, non si eserciti su di lei una violenza più forte). Ad esempio, è stata ritenuta sussistente la violenza sessuale nel caso di un uomo che aveva parcheggiato l’auto in uno sterrato, lontano dal centro urbano, benché la compagna avesse chiesto di tornare a casa; lei aveva poi ceduto dichiarando successivamente alla polizia che si era comportata così solo per non subire una violenza sessuale.

In merito alla consapevolezza, è necessario che il consenso poggi sulla specifica persona con cui viene consumato il rapporto; pertanto, se questa si finge per un’altra o fa credere di avere delle qualità o uno stato diverso, si può parlare di violenza sessuale. Si è ritenuto così sussistere la violenza sessuale nel caso di un tale che si sia presentato come dirigente di una grande azienda solo per ottenere il favore di una donna. 

Leggi anche Quando non è stupro. 

Tirando le somme, si è consenzienti quando: 

  • si vuole certamente l’atto sessuale, senza cioè alcun dubbio;
  • lo si vuole nelle stesse modalità con cui viene consumato;
  • lo si vuole dal primo all’ultimo momento;
  • lo si vuole senza costrizioni e nel pieno delle proprie capacità;
  • lo si vuole senza essere tratti in errore sull’identità o sulle qualità della persona con cui si consuma l’atto. 


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube