Salute e benessere | Articoli

Vaccino anti-Covid libero per tutti: quando e dove prenotare

28 Maggio 2021 | Autore:
Vaccino anti-Covid libero per tutti: quando e dove prenotare

Dal 3 giugno, si apre a tutte le fasce d’età. Atteso l’ok dell’Aifa per gli adolescenti tra i 12 e i 15 anni.

Non ci saranno più scuse. Da giugno, tutti potranno prenotare il vaccino anti-Covid senza limiti di età fino ai 16 anni. In arrivo, entro lunedì, il via libera dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) per gli adolescenti dai 12 ai 15 anni. Parliamo di circa 2 milioni e 300mila giovani. Con questa novità, si stima un’accelerazione della campagna vaccinale in vista dell’estate.

Dopo la corsa iniziale ai vaccini con il famoso «Vaccine day», il rallentamento a causa della scarsa disponibilità delle dosi, le interruzioni a seguito degli effetti collaterali e delle indicazioni dell’Ema (European Medicines Agency, l’Agenzia europea per i medicinali dell’Unione europea con sede ad Amsterdam), la campagna vaccinale ha avuto una notevole ripresa, anche grazie alla promozione delle giornate dedicate al «Family vax day». Fino ad oggi, secondo il report aggiornato questa mattina, il 18,91 % della popolazione (vale a dire 11.206.454 persone) ha completato il ciclo vaccinale, mentre sono 32.958.928 le somministrazioni complessive.

Come annuncerà una circolare non ancora diffusa della struttura coordinata dal commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, dal 3 giugno, tutti gli italiani potranno prenotare il vaccino senza limiti di età.

Nei prossimi giorni, arriveranno circa 8,5 milioni di dosi, che porteranno il totale mensile a 17 milioni. Nel prossimo mese, sono previste 20 milioni di dosi. Secondo Figliuolo, sulle dosi già consegnate e su quelle in arrivo sarà possibile pianificare l’accelerazione della campagna nella prossima stagione estiva al fine di evitare che alcune regioni restino indietro rispetto ad altre aree del Paese.

Ospite del programma in onda su La7, Dimartedì, il commissario ha spiegato che «Sugli over 80, che è la categoria più a rischio, abbiamo vaccinato oltre il 90%, ne mancano all’appello 460 mila. Per gli over 70 siamo all’80% e ne mancano 1,2 milioni, sugli over 60 siamo a oltre il 65% e ne mancano all’appello 2,6 milioni, considerando la platea calcolata su tessera sanitaria. Adesso dobbiamo terminare queste classi andando a intercettarle in una maniera più proattiva rispetto a quello che è stato fatto finora».

A seguire, si prospetta la data del 3 giugno in cui il Vaccino anti-Covid sarà libero per tutti. La Lombardia ha già aperto le vaccinazioni agli over 30, il Lazio è in dirittura d’arrivo (dall’inizio della prossima settimana o nel weekend è probabile che la Regione cominci con gli appuntamenti per gli over 30), l’Emilia-Romagna ha aperto tre hub interaziendali per i lavoratori, l’Alto Adige aprirà da oggi le prenotazioni a chi ha più di 18 anni.

Dove è possibile effettuare la prenotazione del vaccino? Chi va in vacanza potrà ricevere la somministrazione della seconda dose in una Regione in cui non ha la residenza? Vediamo.

Come e dove prenotare il vaccino anti Covid-19

È possibile effettuare la prenotazione del vaccino anti Covid-19 tramite piattaforma, rivolgendosi al medico di base oppure in farmacia sul sito della Regione. Inoltre, possono prenotare la vaccinazione telefonando al numero verde 800.009.996 i cittadini delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lombardia, Marche, Sardegna, Sicilia appartenenti alle categorie previste dal piano nazionale.

Come prenotare il vaccino tramite piattaforma

Ecco come prenotare il vaccino tramite la piattaforma:

  • inserisci negli appositi campi il numero della tessera sanitaria e il tuo codice fiscale. Seleziona il consenso al trattamento dei tuoi dati personali;
  • clicca sulla voce “Accedi” per proseguire;
  • inserisci nel campo richiesto il tuo cap per individuare il centro vaccinale più vicino a te. Dopodiché, inserisci il numero di cellulare su cui ricevere la conferma con i dati della prenotazione, inserisci la tua data di nascita e conferma di aver visionato le informazioni relative al servizio di vaccinazione;
  • clicca su “Cerca” per proseguire: il sistema ti mostrerà data, orario e indicazione del centro vaccinale disponibile. Seleziona l’orario ed il centro e prosegui selezionando “Conferma”;
  • inserisci il codice ricevuto sul tuo numero di cellulare e clicca su “Conferma” per proseguire;
  • a questo punto, potrai visualizzare tutti i dettagli della tua prenotazione, che riceverai anche tramite sms. Puoi anche stampare la conferma di prenotazione. Clicca su “Chiudi” per terminare.

Come prenotare il vaccino in farmacia

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza per il vaccino anti-Covid nelle farmacie. Un modo per procedere ancora più spediti nella campagna vaccinale e limitare la diffusione del contagio.

Marco Cossolo, presidente di Federfarma, ospite di ‘Buongiorno’ su SkyTg24, ha dichiarato che, dopo il 10 giugno, si partirà con la vaccinazione ‘on demand’ nelle farmacie, precisando che: «La persona si potrà recare nella farmacia di fiducia, ovviamente se ne ha diritto, e chiedere di essere vaccinata. Questo sarà determinante nell’ampliare il numero di vaccinazioni. Il cittadino che non ha potuto fare la vaccinazione e che ovviamente è iscritto ai registri vaccinali potrà andare in farmacia e chiedere di essere vaccinato. Il farmacista verificherà nell’ambito delle persone che hanno diritto, lo iscriverà sulla piattaforma e lo prenoterà. Questo faciliterà l’accesso del cittadino alla vaccinazione».

Le Regioni che hanno firmato l’accordo regionale che recepisce quello nazionale sono: Calabria, Campania, Lazio, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto, Valle d’Aosta. A queste si aggiungono la Lombardia (il cui protocollo attuativo è solo da siglare) e la Liguria (in cui è prevista la somministrazione in farmacia ma non da parte dei farmacisti).

Dal 24 maggio, nel Lazio, è già possibile prenotare il vaccino in farmacia per la fascia di età per cui è attiva la prenotazione: l’accesso alla vaccinazione in farmacia avverrà esclusivamente tramite il sistema di prenotazione online sul portale della Regione nelle farmacie inserite nella rete regionale dei punti di somministrazione.

Attenzione: non è possibile effettuare la prenotazione rivolgendosi direttamente alle farmacie.

Ma come si potrà prenotare il vaccino? Occorrerà:

  • avere la propria tessera sanitaria in corso di validità, per comunicare il codice fiscale e le ultime 13 cifre del codice numerico Team posto sul retro della tessera;
  • scegliere nell’elenco la farmacia dove si intende ricevere il vaccino;
  • selezionare il giorno utile;
  • inserire il proprio numero di telefono in modo da essere ricontattati dalla farmacia per fissare l’orario dell’appuntamento.

Richiamo vaccino per chi è in vacanza

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, intervenuto ai microfoni della trasmissione L’Italia s’è desta, ha dichiarato che «La scelta più di buon senso è quella di organizzarsi le vacanze in base alle date del vaccino. La possibilità di estendere l’intervallo tra la prima e la seconda dose consente di potersi organizzare in questo senso. Se fai J&J basta una dose, se fai Astrazeneca addirittura passano 3 mesi tra la prima e la seconda dose, è pur vero che credo sia fattibile per alcune Regioni garantire il vaccino ai turisti. E’ chiaro che alcune Regioni avranno un afflusso tale che questo sarà molto difficile. Con un po’ di organizzazione e con numeri molto piccoli si può fare».

Molti governatori hanno deciso di invogliare i turisti assicurando la seconda dose anche a chi non ha la residenza. Il commissario Figliuolo precisa: «Troveremo una soluzione» e, poi, ha aggiunto «non possiamo consentirci iniziative estemporanee e locali, arriveremo a un compromesso».

Vaccino anti-Covid per gli adolescenti

Il presidente dell’Aifa Giorgio Palù ha precisato che il 10 maggio l’Fda ha approvato i vaccini per gli adolescenti, l’Ema li approverà oggi e l’Aifa recepirà questa autorizzazione nell’arco di un paio di giorni. «C’è già un’età, ci sono già i vaccini e credo che oggi si completerà il ciclo per gli adolescenti dai 12 ai 15 anni. Ci sono 8,5 milioni di adolescenti in questa fascia d’età».

Per questa fascia d’età sono raccomandati i vaccini a mRna. Palù ha precisato che la risposta immunitaria dei giovani è molto elevata e la protezione dopo la prima dose supera il 90%. Il vaccino Curevac, prodotto in Germania, potrebbe arrivare a luglio. «È un vaccino a mRna, è una tecnologia che hanno i nostri colleghi tedeschi e speriamo che presto anche in Italia ci sia questa impostazione verso l’innovazione tecnologica e diventiamo autonomi per essere in grado di produrli», conclude Palù.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

13 Commenti

  1. Buono a sapersi. Non sapevo della possibilità di prenotazione tramite il numero verde anche perché ci hanno sempre rimandato sulla piattaforma. Lo dirò a dei miei conoscenti che non sono molto tecnologici. Prima ci vacciniamo tutti e prima sarà possibile pensare di ritornare ad uscire e incontrarci con più serenità

  2. Effettivamente, all’inizio c’è stato il boom con la campagna vaccinale e poi quella frenata che ci ha fatti preoccupare tutti per via dei casi di trombosi e di alcuni decessi. Di certo, molti si sono frenati per un po’ dal farsi somministrare il vaccino anche quando era il loro turno. Poi, chi andava al vaccine day e scopriva ad esempio che c’era AstraZeneca allora ritornava a casa per paura. Ma fortunatamente non sono stati tutti così timorosi perché i medici sono stati bravissimi a fare corretta informazione e a incoraggiare i pazienti ad aver fiducia nella ricerca

  3. Nel mio paese, c’è stato inizialmente un blocco dei vaccini perché non arrivavano proprio le dosi. I medici di famiglia hanno fatto richieste esplicite al sindaco, poi sono arrivati appelli dei medici di base per accelerare la campagna vaccinale visto che i primi tempi c’era anche difficoltà a vaccinare i più anziani ed i soggetti fragili. Ora, per fortuna, si sono dati tutti una svegliata e la situazione sta procedendo più rapidamente. I casi stanno diminuendo e credo che con questa possibilità di aprire le prenotazioni a tutti ci sarà un’ottima risposta da parte della popolazione visto che c’è proprio bisogno di ritornare a vivere!

  4. Avevo sentito di sfuggita che si poteva prenotare anche in farmacia. Ora, ne ho la conferma. Non capivo infatti se dovevo andare dal farmacista e prenotarmi direttamente oppure c’erano altre modalità di prenotazione. Ora, grazie alla vostra guida, so come muovermi e posso attivarmi qualora non dovessero esserci posti vicini per prenotarmi nei centri vaccinali e negli hub della mia zona.

  5. Con queste prenotazioni di vaccini ne ho viste e sentite di tutti i colori. C’è gente che si è vaccinata prima pur non avendone diritto e chi aspetta ancora il vaccino pur rientrando nelle fasce prioritarie. C’è stata molta disorganizzazione e ci sono stati molti casi in cui gli amici degli amici si sono imbucati per vaccinarsi prima. Come al solito, si cerca di fare i furbetti anche in questo. Poi, c’è stato anche chi con la scusa dei “cargiver” è andato a vaccinarsi pur non essendo mai in contatto con il parente malato. Tuttavia, c’è stato anche chi si è vaccinato nei giorni dedicati al vaccine day perché si è piazzato lì senza prenotazione qualora fossero avanzate delle dosi o si è iscritto a delle apposite liste come “riserva” e su questo credo che non ci sia nulla da obiettare perché meglio somministrare il vaccino a qualcuno piuttosto che buttare le dosi in eccesso…Ci mancherebbe, ma questi però sono stati onesti. Insomma, sapete cosa? Al di là dei soliti giochetti, credo che l’importante sia raggiungere l’immunità di gregge e poter tornare alla normalità il prima possibile. Ora, che ci sarà la possibilità di prenotare il vaccino per tutti, senza restrizioni, io e tutti i miei coetanei che abbiamo atteso il nostro turno, ci potremo vaccinare con la consapevolezza di aver atteso il nostro turno e di poter ottenere il green pass per poter svolgere alcune attività che finora non è stato possibile fare

  6. Sfido chiunque a non riuscire a prenotarsi online dopo aver letto questa guida per la prenotazione sulla piattaforma. L’ho passata ad una mia collega impedita con tutto ciò che ha a che fare con Internet e proprio ieri si è prenotata visto che rientra nella fascia d’età che ora ha diritto a farsi vaccinare. Credo che l’apertura a tutti dal 10 giugno sia molto importante per i giovani perché loro sicuramente usciranno di più, inizieranno ad abbassare la soglia di attenzione in vista dell’estate e quindi sarà importante avere una copertura grazie al vaccino per evitare di contagiarsi in quei momenti di convivialità in cui ci si ferma a cena insieme, si va a ballare, si ava al mare. Insomma, si riprendono tutte quelle abitudini che finora sono state in stand-by per via delle restrizioni

  7. Beh, non andrò a farmi una vacanza fuori Regione o all’estero, visto che ancora i casi ci sono. Ma tanti altri al posto mio magari rientreranno nelle loro residenze oppure vorranno farsi un viaggio per staccare un po’ dalla routine. E uno si organizza i viaggi in base ai vari impegni lavorativi e alle ferie a disposizione. La frase di Sileri sul fatto di organizzarsi le vacanze in base al vaccino mi sembra un po’ ridicola anche perché non è che uno dopo essersi vaccinato esce subito, ma magari evita per via dei possibili effetti collaterali. E poi non penso nemmeno che se uno va in vacanza pensa a farsi la seconda dosa di vaccino anti-Covid ma magari ci andrà al suo rientro.

  8. Questa notizia mi rende speranzosa perché i primi tempi c’era la paura del vaccino. Non vi nascondo che quando ho sentito di tutti quei casi, anche pochi, ma comunque particolari, mi sono preoccupata non tanto per me ma per i miei parenti anziani perché temevo potesse accadergli qualcosa avendo un’età avanzata. Invece, sono stati loro a chiedermi mi fare la prenotazione e di accompagnarli a farsi vaccinare perché sicuramente è meglio rispetto al pericolo di prendersi il virus e rischiare di finire in terapie intensiva. Ora, le notizie positive fanno ben sperare e non bisogna considerare solo i casi isolati, ma anzi pensare a quanti milioni di persone adesso stanno bene e possono vivere con più serenità

  9. Sono proprio curioso di sapere cosa faranno i no vax. Se continueranno a polemizzare e a gridare al complotto oppure qualcuno inizierà a convertirsi. Credo che bisogna fare scelte consapevoli e responsabili non solo per sé stessi ma anche per gli altri. E soprattutto una volta vaccinati bisognerà continuare a mantenere quelle accortezze necessarie per assicurarsi di evitare i contagi delle varianti ecc. I miei amici che hanno avuto il Covid dovranno sempre stare attenti come chiunque altro, in attesa di vaccinarsi, perché c’è il pericolo che prendano nuovamente il virus e si ammalino. Speriamo di riuscire a sviluppare gli anticorpi e di uscire presto da questa pandemia. Non se ne può più!

  10. Non conoscevo tutte le modalità di prenotazione qui indicate. Sapevo solo della piattaforma. Inoltrerò la notizia anche ai miei contatti anche perché la possibilità di vaccinarsi per tutti è una bella novità. Prima di viaggiare io aspetterò senza dubbio il vaccino. Mi fa sentire più tranquillo anche per i miei cari. E poi non ho alcuna fretta. Ho aspettato talmente tanto tempo prima di andare in vacanza che un mese in più o un mese in meno poco cambia. Intanto, andrò al mare visto che lo ho a due passi da casa e già questa è una bella boccata d’aria per chi ha la fortuna di potersi fare un bagno durante la stagione estiva. E quando voglio cambiare, anche la montagna non è una cattiva idea visto che dista anche poco dalla mia città

  11. Da domani, inizieranno le prenotazioni di massa e poi dal 10 anche per gli under 16. Questa è una buona notizia così si potrà raggiungere la tanto auspicata immunità di gregge e piano piano si potrà ricominciare a vivere. Certo, come dicono sempre, e come sinceramente la penso anch’io, non bisognerà abbassare la guardia perché ancora non è finita. Ci sono le varianti che preoccupano. E sinceramente non si può mai sapere se e quando saranno presenti nel nostro territorio, soprattutto in vista delle vacanze estive in cui tutti si preparano a partire e la soglia di attenzione potrebbe abbassarsi

  12. Visto che il centro vaccinale è dalle mie parti, provvederò alla prenotazione nella speranza di trovare una data disponibile vicino casa. C’è chi è dovuto andare a chilometri di distanza per farsi vaccinare e poi si è messo alla guida con il rischio di possibili effetti collaterali del vaccino (penso a chi hanno somministrato ad esempio AstraZeneca che nell’immediato porta alcuni sintomi fastidiosi). Io spero di trovare una data disponibile qui vicino così da togliermi presto il pensiero

  13. Effettivamente una guida per la prenotazione online ci voleva anche perché qualcuno ha avuto difficoltà nel prenotare l’appuntamento presso il centro vaccinale. Inoltre, la possibilità di chiamare al numero verde che avete inserito (io ho prenotato da lì) non era stata divulgata da tutti gli altri giornali e non hanno spiegato come procedere. Invece, qui vedo che sono davvero incluse le varie opzioni di prenotazione. Questo è molto utile per il cittadino che non sa come prenotarsi

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube