Cattivi pagatori delle compagnie telefoniche: una banca dati come la Crif

16 aprile 2014


Cattivi pagatori delle compagnie telefoniche: una banca dati come la Crif

> Diritto e Fisco Pubblicato il 16 aprile 2014



Il registro dei morosi, come per le banche e le finanziarie, farà il suo ingresso anche nel settore delle TLC: le incongruenze di un sistema che rischia di diventare l’ennesimo cappio al collo per i consumatori.

Sino ad oggi, si veniva segnalati nelle banche dati dei “cattivi pagatori” solo in caso di morosità nei confronti di banche e finanziarie. I sistemi, a tutti tristemente noti, della Crif o della Centrale Rischi hanno svolto la loro funzione di deterrente nei confronti di numerosi “furbetti”, ma sono stati anche usati (spesso illegittimamente) come lama al collo di quanti, pur in difficoltà economiche, si sono trovati nell’impossibilità di pagare.

A breve, però, potrebbe nascere anche la banca dati dei “cattivi pagatori” delle bollette telefoniche. Infatti, l’Autorità Garante per la Privacy ha avviato una pubblica consultazione per raccogliere le opinioni prima di dare il via al registro dei morosi nell’ambito dei servizi di telecomunicazioni. Chiunque, insomma, non pagherà la bolletta di Telecom, Vodafone e di altri operatori sarà “segnalato” e, probabilmente, riceverà sanzioni che, al momento, non è dato conoscere.

Si impongono, a questo punto, alcune prime (e semplici) osservazioni.

Se il sistema dovesse prendere piede, chi garantisce che le stesse richieste fatte dalle compagnie di TLC (telecomunicazioni) non vengano poi presentate anche dai gestori dell’energia elettrica, da quelli del gas, della rete idrica, internet, o di qualsiasi altro servizio commerciale? Ci troveremmo di fronte a un proliferare di banche dati e di strumenti di ricatto nei confronti del cittadino che sarebbe poi difficile controllare a posteriori.

Non dimentichiamo, poi, che sono state le stesse compagnie telefoniche ad essere più volte sanzionate dalle Autorità Garanti (Agcm e Agcom) per pratiche commerciali scorrette, per aver inserito nelle bollette servizi mai richiesti dall’utente, per aver richiesto pagamenti già effettuati o a fronte di contratti mai firmati o di copertura pressoché inesistente.

Ed ancora, non sono sempre le stesse compagnie di TLC a valersi di società di recupero crediti che, anch’esse, sono state spesso bacchettate dall’Antitrust per aver utilizzato tecniche aggressive e illecite?

Non poche volte, gli utenti, proprio per evitare problemi e contestazioni, hanno preferito pagare piuttosto che incaricare un legale o sottoporsi allo stillicidio di un giudizio che, in questi casi, prevede ancor prima del tribunale  l’obbligo di attivare il tentativo di conciliazione presso il Corecon (leggi “Controversie con gli operatori telefonici per contestazioni sulle bollette: regole pratiche”).

Ed allora, l’istituzione della banca dati dei cattivi pagatori non va nel senso di tutelare l’utenza – così come ci si aspetterebbe in un periodo in cui l’offerta è fortemente aggressiva e concorrenziale – ma nel porre, a carico di quest’ultimo, uno strumento assai pericoloso. Chi ci garantisce che le compagnie di TLC non utilizzino il nuovo registro per pretendere il pagamento di ciò che a loro non spetta?

L’istituzione di questa banca dati per i cattivi pagatori dei servizi tlc, perche’ non potrebbe essere altrimenti anche per i servizi idrici, energetici o commerciali in genere? Banche dati che avranno tutte procedure e discipline diverse, soprattutto per chi dovra’ difendersi da esse. Insomma, si moltiplicano le banche dati, le norme, le procedure per ogni ambito, rendendo ancora più difficile difendersi da pretese ingiuste.

note

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

  1. Buongiorno, di fatto, questo è già in atto da parte delle compagnie telefoniche.
    Prendete un ex Amministratore di un’Azienda dichiarata fallita; non riesce ad avere una linea telefonica fissa solo un cellulare ricaricabile. Ahimè l’ho provato di persona.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI