Diritto e Fisco | Articoli

Quando va in prescrizione una scrittura privata?

30 Maggio 2021
Quando va in prescrizione una scrittura privata?

Durata di una scrittura privata non registrata ed efficacia: fino a quando va rispettata?

Un nostro lettore ci ha posto questa insolita domanda: quando va in prescrizione una scrittura privata? Questi, diversi anni fa, ha sottoscritto un accordo con un’altra persona obbligandosi a eseguire nei suoi confronti una prestazione: prestazione però che non gli è stata mai chiesta se non di recente. Ora ci chiede se, a fronte dei numerosi anni di silenzio, può esimersi dall’adempiere. 

Piuttosto che chiedersi però «quando va in prescrizione una scrittura privata», il lettore dovrebbe domandarsi «quando si prescrive il diritto di credito» dell’altra parte contrattuale. Ad andare in prescrizione, infatti, non è il documento in sé, nella sua materialità, ma il diritto che in esso viene sancito. E, a riguardo, la risposta dipende proprio dal tipo di obbligazione concordata. Ma procediamo con ordine.

Cos’è una scrittura privata

Nessuna norma di legge definisce cosa sia una scrittura privata. Si tratta piuttosto di un’astrazione elaborata dai tecnici. Possiamo dire che rientra nel concetto di scrittura privata ogni atto giuridico caratterizzato dal fatto di essere scritto e firmato direttamente dai privati cittadini, senza quindi la presenza di un pubblico ufficiale come il notaio. Tipica scrittura privata è il contratto.

Più in generale, la scrittura privata altro non è che un documento con cui uno o più soggetti possono regolare i propri rapporti liberamente, senza l’assistenza di un pubblico ufficiale (diversamente, si parlerebbe infatti di «atto pubblico»). Ciò è possibile per la stragrande maggioranza dei contratti e delle dichiarazioni unilaterali. Esempi tipici di scrittura privata sono la compravendita, il mandato, l’appalto, il contratto d’opera, la donazione (di modico valore), il riconoscimento del debito, la quietanza di pagamento, il testamento e così via. Leggi anche Scrittura privata: valore legale.

Alla scrittura privata si può poi decidere di dare data certa, per renderla opponibile a terzi, tramite la registrazione presso l’Agenzia delle Entrate. Solo raramente è obbligatorio registrare una scrittura privata. Negli altri casi, si tratta di una scelta volontaria delle parti.

Qual è la durata della scrittura privata

Non esiste una “durata” delle scritture private. Le stesse possono avere validità a tempo indeterminato (si pensi a un testamento o a un riconoscimento di debito) oppure limitato nel tempo se le parti le hanno voluto dare un termine di scadenza (si pensi a un mandato).

Quando si parla poi di contratti, se a questi le parti hanno dato un termine di scadenza, sarà in questo momento che la scrittura privata perde automaticamente efficacia. Viceversa, se il contratto è a tempo indeterminato, è sempre possibile il recesso, rispettando il termine di preavviso eventualmente previsto nel contratto. 

Quando si prescrive la scrittura privata?

Tornando al problema della prescrizione della scrittura privata, o meglio del diritto in essa consacrato, possiamo genericamente dire che il termine di prescrizione ordinario per tutte le obbligazioni che originano da un contratto è di 10 anni. Il termine decorre da quando il diritto può essere preteso e quindi fatto valere. 

Esistono però tante eccezioni. Leggi “Quando si prescrive un credito“. Ad esempio:

  • se la scrittura privata è stata stipulata con un professionista e sancisce il diritto di credito di quest’ultimo per una prestazione professionale, la prescrizione è di 3 anni;
  • se la scrittura privata riguarda il compenso dovuto a un agente immobiliare la prescrizione è di 1 anno;
  • se la scrittura privata riguarda l’obbligo di concludere un contratto di compravendita immobiliare, la prescrizione è quella ordinaria di 10 anni;
  • se la scrittura privata riguarda il credito di un docente per lezioni private, la prescrizione è di 3 anni;
  • se la scrittura privata si riferisce, genericamente, a un impegno a eseguire qualsiasi prestazione o a restituire dei soldi avuti in prestito, la prescrizione è di 10 anni.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube