HOME Articoli

Le Guide Autovelox: quale tolleranza sulla velocità? Quali gli scaglioni di multe?

Le Guide Pubblicato il 17 aprile 2014

Articolo di




> Le Guide Pubblicato il 17 aprile 2014

Tolleranza, multe e modalità per poter contestare l’eccesso di velocità tramite apparecchi elettronici.

Quando si dice “Autovelox” si pensa, ormai, a uno strumento utilizzato, più che per la sicurezza degli automobilisti, per fare cassa per le disastrate finanze degli enti locali: non poche volte, infatti, i Comuni sono stati condannati dai Giudici per aver utilizzato i misuratori elettronici della velocità in modo subdolo e truffaldino, nascondendoli dietro siepi o curve al solo fine di aumentare il numero delle multe (leggi: “Autovelox nascosto? E’ truffa”).

Al di là di questa circostanza, e rinviando alla nostra “Guida sull’autovelox” per tutte le questioni di carattere più generale, in questa sede affronteremo il problema della cosiddetta “tolleranza” nella taratura di tali apparecchi: questione che potrebbe determinare anche la nullità delle contravvenzioni o, viceversa, evitare inutili ricorsi al giudice.

I vari tipi di controllo elettronico della velocità

Ormai la parola autovelox è diventata sinonimo di apparecchio di misurazione della velocità o anche di controllo della velocità. Storicamente, invece, l’Autovelox (con la “A” maiuscola) è uno specifico modello di apparecchio prodotto dalla Sodi Scientifica di Settimello di Calenzano (tra Firenze e Prato), che per vent’anni ha mantenuto un quasi-monopolio sul mercato italiano, nelle sue varie evoluzioni (dal “102” dei primi anni Settanta agli attuali “104” e “105SE”, passando per gli ancora diffusissimi “104/C2). A partire dalla metà degli anni Novanta, sono stati omologati (anche se la parola più corretta sarebbe “approvati”) dal ministero dei Lavori pubblici (dal 2001, ministero delle Infrastrutture e trasporti) vari modelli di altre aziende italiane ed estere, basati su svariati principi di funzionamento e con caratteristiche differenziate.

Tra essi, alcuni hanno caratteristiche che li distinguono dagli altri e per questo i loro nomi si sono aggiunti a quello dell’Autovelox. È il caso del Telelaser, modello specifico che nel gergo comune di fatto identifica tutte le ormai numerose pistole laser in grado di determinare la velocità del veicolo sul quale sono puntate mentre è in avvicinamento (teoricamente anche in allontanamento), a distanze che possono arrivare anche al chilometro.

C’è poi il Tutor, modello specifico che identifica i sistemi di misura della velocità media tenuta da un veicolo tra due postazioni di rilevamento (ciascuna in grado a sua volta di misurare quella istantanea al passaggio del veicolo dove è ubicata).

Infine, c’è il Provida per la categoria dei misuratori di velocità che può funzionare su un veicolo di servizio in movimento (molto rari, in Italia).

La tolleranza

Quale che sia l’apparecchio, alla velocità rilevata su strada va detratto il 5%, con un minimo di 5 km/h (ciò equivale a dire che sotto i 100 km/h la tolleranza è fissa a 5 km/h). Ciò è importante per determinare se la violazione c’è davvero e quale sanzione va applicata.

Per calcolare la velocità tenuta dal trasgressore, oltre alla tolleranza, si deve tenere conto anche di eventuali arrotondamenti? E del grado di imprecisione dell’apparecchio?

Il calcolo va fatto tenendo conto dei decimali. Per esempio, una velocità di 136 km/h in autostrada, decurtata del 5% (pari a 6,8 km/h), diventa di 129,20 km/h e quindi non fa scattare alcuna sanzione. Viceversa, a 148 km/h, la tolleranza è di 7,4 km/h, il che porta a dover verbalizzare una velocità di 140,6 km/h (a volte arrotondata a 141 km/h, per comodità di compilazione del verbale) e quindi non consente di ricadere nella fascia di violazione minima (che va fino a 10 km/h di eccesso rispetto la limite). Non si tiene conto del grado d’imprecisione dell’apparecchio, perché è già inclusa nella tolleranza del 5% già prevista dalla legge per tutti i rilevatori. Infatti, tra i requisiti che un apparecchio deve avere per essere omologato, c’è il fatto che non abbia un’imprecisione superiore al 5%.

Le multe

Per gli eccessi di velocità fino a 10 km/h, c’è una multa di 41 euro.

Tra gli 11 e i 40 km/h in eccesso, occorre pagare 168 euro e si perdono tre punti patente.

Tra i 41 e i 60 km/h la multa sale a 527 euro, i punti a sei e si aggiunge la sospensione della patente da uno a tre mesi.

Oltre i 60 km/h, sono dovuti 821 euro, si perdono 10 punti e la sospensione va da sei a 12 mesi.

Le postazioni

Dall’agosto  2007, tutte le postazioni di controllo della velocità (intese sia come luogo in cui si apposta una pattuglia munita di rilevatore sia come contenitore di un apparecchio fisso che funziona senza presidio) devono essere presegnalate e ben visibili.

Il segnale di preavviso non può trovarsi a più di quattro chilometri dalla postazione e va ripetuto se in questo spazio c’è un incrocio o uno svincolo. Inoltre, in caso di controlli automatici fuori dai centri abitati, la postazione deve trovarsi ad almeno un chilometro dal segnale che impone il limite di velocità (se è un limite locale, perché un’interpretazione ministeriale ha escluso i segnali che non fanno altro che ricordare il limite generale vigente su tutte le strade dello stesso tipo).

note

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

18 Commenti

  1. buon giorno, mi sono visto arrivare a mezzo raccomandata a.g. una multa con autovelox fisso mod. EnVES11-UL, nel tratto di strada su cui viaggiavo il limite era di 60 km orari e mi si contesta una velocità di 67 km orari, meno 5 di tolleranza sono stato multato per aver superato il limite di soli 2 km orari per un importo di 43,70 euro. vorrei un consiglio: è il caso di fare ricorso? (visto che per soli 2 km orari può essere anche una errata segnalazione del mio contachilometri) ho possibilità di fare annullare la multa dal prefetto? oppure mi consigliate di pagare e basta? ringrazio anticipatamente per la vostra risposta e porgo i miei saluti.

  2. Stessa condizione..se non peggio!limite a70 ..ed io andavo a 76,27 quindi ho pagato per 1,27km/h in più ben 54 €!
    Ma ad oggi si sono superati..limite sempre 70 ..e andavo a 75,26km/h..quindi mi vogliono far pagare per 0,26!!!!!!sempre i soliti 54 €!ladri!gli sto pagando le ferie a sti maledetti!

  3. Si tenga in considerazione che le velocità indicate nei verbali di contestazione notificati dall’organo accertatore sono, di norma, già al netto della tolleranza. Per cui, per conoscere quale fosse la reale velocità accertata, là dove non indicata, si deve – con procedimento inverso a quello seguito dalle forze di polizia – aggiungere il 5%.

  4. buon giorno, mi sono visto arrivare a mezzo raccomandata a.g. una multa con autovelox fisso mod. traffiphot III-SR, nel tratto di strada su cui viaggiavo il limite era di 60 km orari e mi si contesta una velocità di 61 km orari, meno 5 di tolleranza sono stato multato per aver superato il limite di soli 1 km orari per un importo di 45,90 euro. vorrei un consiglio: è il caso di fare ricorso? (visto che per soli 1 km orari ) ho possibilità di fare annullare la multa dal prefetto? oppure mi consigliate di pagare e basta? ringrazio anticipatamente per la vostra risposta e porgo i miei disatinti saluti.

  5. buongiorno
    ECCESSIVO… ho ricevuto a mezzo raccomandata a.g. una multa per eccesso di velocità in via dei Missaglia a Milano con 53 km/h effettivi (58-5), limite di 50 km/h: é il caso di fare ricorso al prefetto o mi consigliate di pagare la multa?
    grazie
    cordiali saluti VDH

  6. Salve, vorrei sapere perchè il 5% di tolleranza non è concesso anche al tachimetro della mia vettura.

  7. Buon giorno come molti utenti vedo che la prassi è consolidata mi sono visto arrivare una multa x eccesso di velocita per 2km/h andavo a 67km/h su un limite di 60km/h con i 5 km/h di scarto come tutti volevo un consiglio se pagare o fare ricorso per una cifra totale di 47.15 €
    Buona Giornata

  8. Come è già successo agli altri utenti la multa che mi è arrivata mi contesta un eccesso di velocità di 2km/h netti rispetto al consentito, per un totale di Euro 68,67!!!!!!! ridotto a Euro 52,27 se pagata entro 5 gg dalla notifica!!!! A parte il fatto che l’importo di euro 34,33 a km/h non trova uguali in nessun altro paese del mondo, ritengo assolutamente ingiustificata tale richiesta, anzi dichiaro di ritenerla PURA ESTORSIONE INGIUSTIFICATA!!
    La maggiore frustrazione deriva dal fatto che come sempre dobbiamo abbassare la testa e pagare!!!!
    Come giustamente scrive il sig. Mengotto, anch’io vorrei sapere perché la legge ammette una tolleranza di errore del 5% agli apparecchi cosiddetti Autovelox e non al tachimetro della mia auto? Forse che gli apparecchi valgono più del mio tachimetro?
    Grazie

  9. BUongiorno a tutti,

    ho ricevuto una multa per superamento di velocità non oltre 10 km orari. Limite a 70 rilevata 76 effettiva 71.
    Sono in multa per 1 km!!!
    Non è possibile fare ricorso?
    Grazie

  10. Buonasera, mi hanno appena notificato una multa che, al netto del 5%, risulta superare il limite di 0,2 km/h, c’e’ possibilita’ di ricorso? non si puo’ arrotondare?

  11. si parla di decimali, io ho avuto la peggio: al netto dei 5 km h mi hanno contestato di aver superato il limite di 60 metri all’ora cioè 0,06 km/h!!! hanno considerato i centesimi. Ma i cartelli e la legge non riporta i centesimi, cioè per es. i cartelli non riportano 90,00
    Io andavo a 75,06 km dove il limite è 70 km…

  12. La macchina è intestata a mio marito, mia figlia che vive con noi, la guidava il giorno 20.11.2016, le sono state accertate nella stessa giornata due violazioni, una alle ore 14.00 nel comune di Treviso circolava alla velocità di km/h 94 superando di 4 Km/h la velocità massima consentita di km/h 90; la velocità è stata determinata sottraendo alla velocità di 99 Km/h una riduzione pari al 5% con un minimo di 5Km/h comprensiva anche della tolleranza strumentale; l’altra alle ore 14.13 alla velocità di Km/h 92 superando di 2 Km/h la velocità massima consentita di 2 Km/h, e la determinazione è avvenuta togliendo dalla velocità effettiva il 5% e la tolleranza strumentale. Non sono riuscita a visualizzare la foto nel sito che menzionano nel verbale, la risposta che mi da il link è che non c’è alcun verbale. Cosa fare pagare?l’importo di ogni multa è di 45.63 euro e la prima scade sabato e la seconda lunedì……

  13. purtroppo pure a me e’ capitato di aver ricevuto una sanzione per aver superato il limite di velocita’ di 1 km orario. diciamolo che la legge non e’ uguale per tutti……quante persone fisiche vediamo delle forze dell’ ordine che infrangono la legge…..infrazioni molto piu’ gravi….chissa ‘ come mai loro possono permetterselo…..

  14. ma la tolleranza del contakm di ogni propria auto eh ??
    se uno va a 66 va considerata la tolleranza dell’ autovelox + tolleranza del km dell’ automobile quindi rienterebbe sotto i 11km della violazione !!

  15. Buona sera.. col camion viaggio a 74 orari e dopo 3 mesi mi stanno arrivando ogni settimana multa per eccesso di velocità. Se il mio ​contachilometri mi segnava 74 dentro i 5km di tolleranza e passato l’autovelox nessuno mi segnala né nessun segnale mi segnala che sto viaggiando a 76 km è legale? Mi deve essere segnalata la multa? Nn dico l’importo.. ma sapere di essere in difetto

  16. BUONGIORNO MI SONO VISTO ARRIVARE UNA MULTA PER AUTOVELOX PER AVER SUPERATO IL LIMITE DI 11 KM.IN TOTALE CON DECURTAZIONE DI 3 PUNTI DALLA PATENTE. I PROBLEMI SONO DUE CHE TALE MULTA E’ STATA AUMENTATA DEL 30% ESSENDO STATA L’INFRAZIONE EFFETTUATA IN ORARIO NOTTURNO (LE 6.40). REGOLARE TUTTO CIO’? INOLTRE MI SONO STATI ADDEBITATE 20.20 PER SPESE DI NOTIFICA E ACCERTAMENTO. NORMALE TUTTO QUESTO? TUTTO QUESTO MI SEMBRA ECCESSIVO.

  17. TRE GIORNI FA MI E’ ARRIVATA UNA MULTA DI 225 EURO PER SUPERAMENTO DELLA VELOCITA’ DI 11 KM. A CUI SI AGGIUNGE IL 30% PER INFRAZIONE COMMESSA IN ORARIO NOTTURNO (LE 6.40) E 20.20 PER SPESE DI NOTIFICA E ACCERTAMENTO. IL GIORNO DOPO UN’ALTRA DALLO STESSO AUTOVELOX PER AVER SUPERATO DI 7 KM. ORARI. MULTA 51 EURO A CUI SI AGGIUNGONO ALTRE 20.20 EURO DI SPESE DI NOTIFICA. IN PRATICA DUE RACCOMANDATE EI COMUNI TARANTINI COSTANO 80 EURO?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI