Diritto e Fisco | Articoli

Come evitare le code allo sportello

8 Settembre 2021 | Autore:
Come evitare le code allo sportello

Uffici pubblici, posta, esercizio commerciale, farmacia, ospedale: alcune delle app che consentono di risparmiare tempo per una pratica.

Se, come si suol dire, il tempo è denaro, la tecnologia ci offre la possibilità di risparmiare quotidianamente quando dobbiamo risolvere una questione burocratica. Attraverso le applicazioni disponibili su tablet e smartphone possiamo capire come evitare le code allo sportello: pagare le tasse, trovare l’operatore energetico più conveniente, evitare di perdere mezz’ora all’ufficio postale per un bollettino, scegliere una polizza assicurativa e tanto altro ancora.

Piattaforme ed applicazioni, dunque, facilmente reperibili ed utilizzabili dai dispositivi che ogni giorno (o meglio ogni minuto) abbiamo a portata di mano. Ecco, verrebbe da dire che la risposta su come evitare le code allo sportello ce l’abbiamo in tasca. Vediamo alcune delle soluzioni che già esistono e che possono cambiare la vita a chi, per un motivo o per un altro, continua a rimandare una pratica per non perdere delle ore in fila in un ufficio pubblico o in un esercizio commerciale.

Evitare le code per pagare le tasse

La tipica scena: entri nella sede dell’Agenzia delle Entrate nella sede del tuo Caf, prendi il numerino del tuo turno e scopri che hai 20 persone davanti a te, ciascuna di loro con i suoi problemi da spiegare, con delle soluzioni da capire, il che richiede del tempo. Ti passa la voglia, torni il giorno dopo sperando di avere più fortuna ma la situazione è la stessa o cambia di poco.

Per evitare le code quando è necessario pagare le tasse, è stata sviluppata l’app Taxfix, fruibile sia da smartphone sia da pc. In pratica, è un aiuto per fare la dichiarazione dei redditi da casa senza bisogno di recarsi fisicamente in un ufficio e perdere ulteriore tempo. Il contribuente si può chiedere se sarà mai in grado di compilare da solo il proprio 730: l’applicazione cerca di semplificare la procedura al massimo, ponendo delle domande in modo semplice e comprensibile e mettendo a disposizione un esperto fiscale online nel momento in cui l’utente si registra all’app. Il tutto per 29 euro.

Caricato tutto e pagato il servizio, l’esperto controlla i dati, compila il modulo e invia la dichiarazione all’Agenzia delle Entrate, per poi avvisare il contribuente dell’avvenuta consegna.

Evitare le code nella Pubblica Amministrazione

Nell’immaginario collettivo, ufficio pubblico significa burocrazia e burocrazia significa grandissime perdite di tempo. Quante volte ti sarà capitato di dire che hai perso un’intera mattinata per ottenere un certificato. Per evitare le code nella Pubblica Amministrazione, da qualche tempo a questa parte, c’è l’app IO, nata durante la pandemia per fruire di alcuni bonus e oggi entrata a regime per comunicare con la Pubblica Amministrazione.

Tramite IO è possibile interagire con gli uffici statali, regionali o locali, fruire dei servizi pubblici, fare il pagamento di una tassa, ricevere una comunicazione importante, gestire una scadenza (ad esempio, del documento di identità), ecc. Se si riceve un avviso cartaceo di pagamento (la mensa scolastica, la tassa rifiuti ed altro ancora), è possibile effettuare il versamento tramite app facendo la scansione del codice Qr.

Per utilizzare l’app IO è necessario registrarsi con Spid o con Carta d’identità elettronica.

Evitare le code per un pagamento

Ti sarà forse capitato di doverti mettere in coda all’ufficio postale per pagare una multa. Quando si dice «oltre al danno la beffa», insomma: già devi pagare una sanzione e, per di più, devi anche perdere tempo. La multa, ma anche un servizio pubblico, una ricarica telefonica o anche il bollo auto, si possono pagare tramite app con Satispay, in modo da evitare le code.

In questo caso, oltre all’applicazione, è necessario avere anche un conto corrente bancario in modo da poter trasferire il denaro verso un contatto della propria rubrica telefonica o pagare in un punto vendita fisico o virtuale convenzionato. Le stesse funzioni vengono offerte da Nexi ai più giovani con l’applicazione Yap, collegata ad una carta prepagata virtuale del circuito MasterCard.

Evitare le code per le utenze domestiche

Hai bisogno di cambiare fornitore di luce o gas e di risolvere le pratiche di un subentro o di una voltura? Se vuoi evitare le code per le utenze domestiche, ti puoi affidare a Switcho. Si tratta di un’applicazione in grado di fornire all’utente un supporto per trovare l’offerta più conveniente ed affrontare la parte burocratica richiesta per il passaggio da un operatore all’altro.

Il tutto, neanche a dirlo, grazie ad un algoritmo, cioè a quella specie di assistente virtuale che, ormai, è entrato nelle nostre vite e senza il quale (anche senza volerlo) non riusciamo a fare alcunché. L’algoritmo di Switcho valuta la situazione dell’utente e lo avvisa quando si accorge che non sta risparmiando, proponendogli delle alternative. L’applicazione mette a disposizione anche degli operatori che pensano alla parte burocratica del cambio di fornitore

Evitare le code in negozi ed uffici

C’è un altro sistema per evitare le code in uffici pubblici o negozi ed è quello di utilizzare l’app Ufirst. Si tratta né più né meno che di un sistema di prenotazione del proprio turno negli esercizi o nelle strutture presenti nell’applicazione: la farmacia, il supermercato, l’ufficio comunale, l’accettazione dell’ospedale o di una clinica, la banca. Insomma, gli sportelli in cui, di solito, si perde più tempo ad aspettare.

Va detto che anche Poste Italiane ha un sistema di questo tipo per prenotare il proprio turno con App PT che consente anche di tracciare una spedizione attesa e di prenotarne il ritiro oppure di effettuare il pagamento di un bollettino inquadrandolo con lo smartphone (compreso il bollo auto).

Evitare le code per un parcheggio

Non va dimenticato il tempo (e la benzina) che si perde girando e girando attorno ad un isolato per trovare un parcheggio, in alcuni casi anche in orari apparentemente più abbordabili. L’app Parkopedia aiuta a risolvere questo problema proponendo all’automobilista il posto auto libero più vicino al luogo in cui si deve recare ed il suo costo orario. Inoltre, consente di prenotare quel parcheggio (ad esempio, in un autosilo) e di pagare la sosta online.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube