Diritto e Fisco | Articoli

Casinò online: come sono regolati in Italia

21 Maggio 2021
Casinò online: come sono regolati in Italia

Cosa prevede la normativa sul gioco online? I divieti e la tutela del giocatore.

Il boom dei siti di gioco online è senza dubbio sotto gli occhi di tutti. Nell’ultimo anno e mezzo circa, si è registrata una crescita esponenziale di un settore che era già in rampa di lancio e che ora si è consolidato enormemente.

Proprio in virtù di questa diffusione che potremmo definire, sotto certi punti di vista, virale, è utile dare uno sguardo alla regolamentazione che disciplina il gioco d’azzardo. Soprattutto, in considerazione del Decreto Dignità attualmente vigente.

Normativa europea e gioco online: cosa c’è da sapere

Non esiste alcun tipo di normativa della Comunità europea relativa al gioco d’azzardo. Tuttavia, nel 2013, lo stesso Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione particolare con cui gli Stati membri hanno la possibilità di approvare alcune norme volte alla tutela del giocatore. L’anno successivo, il Parlamento ha pubblicato una raccomandazione in cui, questa volta, è stato richiesto agli Stati membri di disciplinare il fenomeno del gioco online.

L’attenzione è stata puntata sul gioco online visto e considerato che la sua espansione poteva creare una sorta di vuoto legislativo. Attualmente, è possibile iscriversi ad una moltitudine di siti di casinò online, i quali offrono persino dei bonus senza deposito che attirano particolarmente l’utenza.

L’Italia è uno dei Paesi membri della UE che ha sempre riservato una certa attenzione al gioco d’azzardo e alla tutela del giocatore. Essenzialmente, la normativa italiana è sviluppata nella sfera “regionale”, “comunale” e “nazionale”.

Le Regioni e i Comuni hanno la possibilità di disciplinare, anche in maniera piuttosto rigida, il gioco d’azzardo, a prescindere dal fatto che si parli di piattaforme online o di sale da gioco fisiche.

Gioco online: la normativa italiana

Quando parliamo di gioco online in Italia, occorre puntare l’attenzione su alcune tappe fondamentali della normativa in materia. La prima è la legge n.266 del 2005, in particolare l’art. 1 commi 525 ss., con cui viene attribuita all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli la regolamentazione del settore del gioco online. Tutti i siti privi di autorizzazione sono inibiti. In caso di tre violazioni rilevate nel corso di tre anni, può essere revocato l’esercizio.

Nel 2009, con la legge n.88, su tutti i siti web di settore, è stata resa obbligatoria la pubblicazione del divieto di gioco per i minori. Allo stesso tempo, per iscriversi ad un sito di gioco bisogna fornire un documento valido ed un codice fiscale.

Con il decreto legge n.158 del 2012, (il cosiddetto Decreto Balduzzi) convertito nella legge n.189 del 2012, per contenere i messaggi pubblicitari, si vieta l’inserimento di messaggi pubblicitari di giochi con vincite in denaro nelle trasmissioni televisive e radiofoniche nonché durante le rappresentazioni teatrali o cinematografiche non vietate ai minori. Sono anche proibiti i messaggi pubblicitari di giochi con vincite in denaro su giornali, riviste, pubblicazioni, durante trasmissioni televisive e radiofoniche, rappresentazioni cinematografiche e teatrali, nonché via Internet, che incitano al gioco ovvero ne esaltano la sua pratica, ovvero che hanno al loro interno dei minori, o che non avvertono del rischio di dipendenza dalla pratica del gioco. Allo stesso tempo, sono previsti dei requisiti molto rigidi per ottenere le concessioni.

Seguendo la linea tracciata da quest’ultima legge, è stato approvato il Decreto Dignità del 2018 con cui si vieta ogni tipo di sponsorizzazione del mondo del gambling, su ogni tipo di media. I trasgressori rischiano multe salatissime.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube