Business | Articoli

Concorrenza sleale del dipendente: senza patto nessun illecito

19 Marzo 2015
Concorrenza sleale del dipendente: senza patto nessun illecito

Sviamento di clientela acquisire il dipendente nella stessa area per la quale operava per la precedente azienda se il patto di non concorrenza è ancora valido.

Il lavoratore dimissionario che, in via autonoma o alle dipendenze di altro datore di lavoro, utilizzi l’esperienza e le cognizioni tecniche acquisite grazie al lavoro svolto in precedenza, all’interno di un’altra azienda, non può essere accusato da quest’ultima di concorrenza sleale se non aveva firmato un patto di non concorrenza.

Lo ha chiarito il tribunale di Roma in una recente sentenza [1].

Una volta cessato il lavoro, infatti, termina anche l’obbligo di fedeltà e sono inammissibili le pretese del vecchio datore di lavoro di limitazione della libertà individuale del lavoratore.

Il tribunale di Venezia ha altresì chiarito [2] che l’assunzione di un ex dipendente di un concorrente, ancora vincolato da un valido patto di non concorrenza, chiamato a svolgere la propria attività nello stesso settore, e nella stessa area di operatività di tale patto, così avvalendosi delle sue conoscenze sul territorio e della sua competenza, costituisce condotta di concorrenza sleale per sviamento di clientela. A tale illecito concorre lo stesso ex dipendente che, pertanto, insieme al nuovo datore di lavoro, sarà tenuto al risarcimento del danno.

L’illecito di concorrenza sleale – con relativa responsabilità – è quindi imputabile non solo al lavoratore che viola il patto di non concorrenza, ma anche a chi assume quest’ultimo. Il chiarimento viene da una sentenza del Tribunale di Vercelli [3], secondo cui costituisce condotta di concorrenza sleale, per contrasto con i principi della correttezza professionale, di cui va disposta anche in via cautelare la inibitoria, quella tenuta da un’impresa che, in tal modo sottraendo clienti ad un concorrente, si avvale dell’opera di un ex agente di quest’ultimo, con violazione del patto di non concorrenza anteriormente stipulato da tali soggetti.


note

[1] Trib. Roma, sent. n. 18182/2014.

[2] Trib. Venezia, sent. del 12.07.2007.

[3] Trib. Vercelli, sent. del 12.07.2006.

Autore immagine: 123rf com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube