Diritto e Fisco | Articoli

Contributo unificato

26 aprile 2014


Contributo unificato

> Diritto e Fisco Pubblicato il 26 aprile 2014



Istituito all’inizio degli anni 2000 per sostituire le varie tasse e i bolli per gli atti, il contributo unificato si presenta ormai come consueto e generale “incipit” ogni qual volta s’intenda iniziare un procedimento giudiziario di qualsiasi tipo o natura, dalle normali cause civili alle opposizioni alle contravvenzioni stradali, dai ricorsi per ingiunzione alle contestazioni ai tributi. Viene posto a carico di chi inizia il procedimento e il contrassegno di pagamento dev’essere prodotto in cancelleria quando si presenta l’atto introduttivo del procedimento. Il pagamento si effettua in tabaccheria, indicando tutti gli estremi e i dati della procedura, ma può anche essere effettuato telematicamente. Gli importi variano a seconda del tipo di procedura e della somma richiesta in causa.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI