Diritto e Fisco | Articoli

Auto usate: se il concessionario non effettua il passaggio di proprietà

30 Luglio 2014
Auto usate: se il concessionario non effettua il passaggio di proprietà

Ho acquistato un’auto usata da un rivenditore che però non ha mai fatto il passaggio di proprietà, per cui sul libretto di circolazione c’è ancora il nome del precedente proprietario; probabilmente il rivenditore è fallito. Come devo comportarmi? Nel frattempo, chi deve pagare il bollo auto?

Il rivenditore è inadempiente sin da quando ha stipulato il contratto con l’acquirente: egli infatti doveva adempiere agli obblighi connessi all’attività commerciale di rivendita di veicoli, cosa che non ha fatto e che dà diritto al compratore di azionare le proprie tutele secondo quanto qui diremo.

Qualora il concessionario dovesse essere fallito, occorre verificare con il curatore fallimentare della concessionaria auto se il veicolo è stato incluso nell’elenco dei beni che costituiscono la massa fallimentare o meno. Con la dichiarazione di fallimento il fallito perde il possesso del bene e ogni suo atto di disposizione diventa inefficace.

Se il bene risultasse ancora intestato, presso il Pra (pubblico registro automobilistico), al precedente proprietario, perché il concessionario non ha effettuato il passaggio a suo nome, è possibile procedere al passaggio, che viene effettuato in tempo reale presso uno Sportello telematico dell’automobilista, istituito all’ufficio provinciale Aci Pra, a quello della Motorizzazione o in un’agenzia di pratiche automobilistiche, comprese le delegazioni Aci, che sono gestite da soggetti privati.

L’acquirente potrà procedere autonomamente al passaggio se dispone dell’atto di vendita firmato dal precedente intestatario al Pra, ed eventualmente rivalersi nei confronti del concessionario auto, per via legale o giudiziale, delle spese sostenute e a suo tempo pagate per la conclusione della pratica.

Quanto al pagamento del bollo alla Regione, esso spetta a chi risulta proprietario l’ultimo giorno utile per il pagamento, in base alla data risultante dall’atto di vendita con firma autenticata.

Quando si acquista un veicolo usato, considerato che le pratiche devono essere definite in tempo reale nel caso in cui ci si rivolga allo Sportello telematico dell’automobilista (sono previsti, invece, fino a 60 giorni nel caso in cui ci si rivolga a un’agenzia di pratiche auto non abilitata allo Sportello telematico), occorre esigere dal concessionario auto la definizione del passaggio di proprietà in una giornata lavorativa. L’attesa di diversi mesi per definire una pratica non può giustificarsi se non con la mancata conoscenza delle leggi.


note

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

  1. Salve,
    a metà marzo ho acquistato un automobile del ’67 da un concessionario. Abbiamo fatto il contratto e nello stesso vi è specificato che ho versato la somma pattuita e che il concessionario si occupa del passaggio di proprietà (da me pagato) tramite un’agenzia con cui ha una convenzione. Ad oggi del passaggio non vi è traccia e sono senza il libretto di circolazione del veicolo (che dice di aver dato all’agenzia per fare il passaggio). Dopo varie sollecitazioni mi viene detto che l’agenzia ancora non gli ha inviato il passaggio per “dei problemi con le carte” (problemi che non mi ha specificato). La macchina è nel parcheggio di casa mia ma non posso portarla dal meccanico per sistemarla in quanto sprovvista di passaggio. Per cui la vettura si sta deteriorando e ci dovrò mettere più soldi per sistemarla. Che cosa posso fare? Aggiungo che alterato, dopo averlo “minacciato” di riportargli la vettura, mi ha risposta che farà “l’impossibile” per farmi aver il passaggio entro martedi.

    Grazie mille in anticipo

  2. Save , ho acquistato un auto a settembre dell’anno scorso, pattuito che il passaggio era compreso e lauto e stata reimmatricolata perchè estera, mi è stato rilasciata la carta di circolazione intestata a mio nome da subito…..a distanza di un anno mi chiama la concessionaria dicendomi che il passaggio non è stato pagato all’genzia, rispondo che i patti erano che avrebbero dovuto pagarlo loro come prestabilito un anno fa….vado all’agenzia x info, e mi viene detto che l’auto non è registrata al PRA(sospesa) x mancato pagamento….la cosa che mi chiedo, come mai il libretto è intestato a me da un anno ma al PRA nn è registrato? è legale rilasciare un libretto già intestatomi senza registrazione al PRA?…
    grazie….

  3. Salve nel 2017 COMPRO una utilitaria da un concessionario,gli do 880 euro contanti,nn si e pattuito per scritto nulla ne vendita con il passaggio solo un foglip che e mia responsabilita ,l uso dell auto in cado di multe o violazioni cod della steada e una ri evuta ,penso fiscale di 880 èuro a penna a mio nome con la tarfa auto e timbro concesdio ario, il titolo di propieta’ sta in mano a un agenzia vhe non mi ha mai contattato,e ho mandato due lettere alla conc3sdionaria per abere il titolo di propieta,senza risposta,come posdo muovermi,visto che l suto vale di meno e la rebisione e scaduta ….
    .posso venderla con un foglio scritto ?
    Grazie

Rispondi a Claudio Costs Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube