Divorzio breve in dirittura di arrivo

5 Maggio 2014
Divorzio breve in dirittura di arrivo

Si accelera l’iter di approvazione del divorzio breve: un anno o sei mesi; le nuove norme potrebbero essere portate in Aula a fine maggio.

 

Il Parlamento accelera sul divorzio breve. Il testo di legge che modifica la legge sul divorzio [1], e abbatte il tempo che i coniugi devono attendere dopo la separazione per chiedere lo scioglimento del matrimonio, è ora all’esame della commissione Giustizia della Camera. Entro fine mese dovrebbe passare in Aula per il voto.

Ricordiamo che lo scorso 8 aprile, i deputati hanno approvato all’unanimità un testo base che riduce gli attuali tre anni di separazione (consensuale, giudiziale o di fatto) a uno soltanto, oppure a nove mesi nel caso di separazioni consensuali in cui non siano coinvolti figli minori.

Lo schema di Ddl stabilisce un’ulteriore novità: i nuovi termini per il divorzio decorreranno dal deposito della domanda di separazione e non, come accade ora, dalla comparizione dei coniugi di fronte al presidente del tribunale nella procedura di separazione. Ciò velocizzerà il percorso (leggi l’articolo “Passa il divorzio breve”) in quanto, attualmente, ai tre anni di separazione previsti dalla legge occorre aggiungere anche la lunga attesa per l’udienza presidenziale: che dovrebbe essere fissata entro 90 giorni dal deposito della domanda di separazione, ma che in molti tribunali può richiedere anche alcuni mesi.

Inoltre, lo schema di Ddl precisa che la comunione dei beni si scioglie già nel momento in cui, in sede di udienza presidenziale, il giudice autorizza i coniugi a vivere separati.


note

[1] Art. 3 L. 898/70.

Autore foto: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube