Diritto e Fisco | Articoli

Quali detrazioni fiscali spettano sempre?

13 Giugno 2021
Quali detrazioni fiscali spettano sempre?

Quali sono le detrazioni fiscali che spettano sempre ai contribuenti più ricchi con reddito superiore a 240.000 euro?

Quali detrazioni fiscali spettano sempre a prescindere dal reddito? Chi non ha diritto alle detrazioni fiscali e a quali? La legge di bilancio 2020 ha cancellato svariati benefici per i ceti più ricchi. In particolare, viene ora stabilito un tetto di reddito oltre il quale non è più possibile ottenere le famose detrazioni fiscali del 19% come quelle per le spese mediche. 

La perdita dei bonus scatta per le spese effettuate a partire dal 2020; pertanto, gli effetti sulle imposte scattano con la dichiarazione dei redditi 2021. 

La nuova norma è contenuta nell’articolo 1 comma 629 della legge 160/2019 che ha messo mano all’articolo 15 del Tuir (D.P.R. 917/86) che disciplina le detrazioni fiscali, aggiungendo i commi 3-bis, 3-ter e 3-quater. 

L’effetto della riforma è di ridurre gradualmente l’ammontare delle detrazioni fiscali spettanti ai contribuenti con reddito complessivo superiore a 120 mila euro fino all’azzeramento totale al raggiungimento di un reddito pari a 240 mila euro. Rientrano nel taglio progressivo tutte le detrazioni fiscali indicate all’articolo 15 del Tuir, salvo alcune eccezioni (indicate al comma 3-quater).

Vediamo allora, più nel dettaglio, chi non ha diritto alle detrazioni fiscali e quali detrazioni fiscali spettano sempre.

Quali sono le detrazioni fiscali del 19%?

Tra le più importanti detrazioni fiscali oggetto di riforma vi sono (per come elencati all’art. 15 TU imposte sui redditi):

  • gli interessi passivi su prestiti o mutui agrari;
  • gli interessi passivi per mutui sull’acquisto della prima casa;
  • i compensi alle agenzie immobiliari per l’acquisto della prima casa;
  • le spese sanitarie;
  • le spese veterinarie;
  • le spese per interpretariato di sordomuti;
  • le spese funebri;
  • le spese per l’iscrizione all’università;
  • le spese per le scuole dell’infanzia e secondarie di secondo grado;
  • le spese per l’acquisto di sussidi per persone con Disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa);
  • le spese per l’iscrizione ai conservatori di musica;
  • i premi per le assicurazioni su morte o invalidità permanente;
  • i premi per le assicurazioni sulla casa;
  • le spese per la manutenzione, la protezione o il restauro delle cose vincolate;
  • le donazioni a favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali ecc.;
  • le spese per l’iscrizione a palestre, piscine ed altre strutture sportive;
  • i canoni di locazione;
  • i canoni di locazione finanziaria;
  • le spese sostenute dai caregiver; 
  • le spese per gli abbonamenti al trasporto pubblico locale.

Quali sono le detrazioni fiscali tagliate ai più ricchi?

La legge di bilancio 2020 taglia le detrazioni fiscali appena elencate (salvo alcune eccezioni) in favore dei più ricchi, secondo fasce di reddito. 

In particolare:

  • la detrazione spetta per l’intero importo se il reddito non supera 120mila euro;
  • se il reddito è superiore a 120.000 euro, la detrazione spetta per la parte corrispondente al  rapporto tra l’importo di 240.000 euro, diminuito del  reddito  complessivo, e 120.000 euro, qualora il reddito complessivo sia superiore a 120.000 euro;
  • se il reddito è superiore a 240.000 euro la detrazione non spetta più.

Quali detrazioni fiscali spettano sempre?

A prescindere dal reddito spettano sempre le detrazioni per interessi passivi su prestiti o mutui agrari; interessi passivi per mutui sull’acquisto della prima casa; spese sanitarie.

Si tratta degli interessi passivi e relativi oneri pagati in dipendenza di mutui garantiti da ipoteca su immobili contratti per l’acquisto dell’abitazione principale, per prestiti o mutui agrari di ogni specie, nei limiti dei redditi dei terreni dichiarati e per la costruzione dell’unità immobiliare da adibire ad sempre ad abitazione principale. Fuori dalla riduzione anche tutte le spese sanitarie ovvero le spese mediche e di assistenza specifica, quelle chirurgiche, per prestazioni specialistiche e per protesi dentarie e sanitarie in genere, nonché le spese sostenute per l’acquisto di medicinali e di alimenti a fini medici speciali. 

Detraibili senza vincoli anche le spese sostenute per mezzi necessari all’accompagnamento, alla deambulazione, alla locomozione e al sollevamento e per sussidi tecnici e informatici rivolti a facilitare l’autosufficienza e le possibilità di integrazione dei soggetti. 

Tra i mezzi necessari per locomozione, come previsto sempre al comma 1 lettera c) dell’articolo 15 del Tuir, si comprendono i motoveicoli e gli autoveicoli anche se prodotti in serie e adattati in funzione delle suddette limitazioni permanenti delle capacità motorie. 

Ai fini dell’individuazione del reddito del contribuente, si intende quello complessivo come valore assunto al netto del reddito dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale e di quello delle relative pertinenze. Nel reddito complessivo, vanno inclusi, così come accade anche per le detrazioni per carichi di famiglia e per quelle per redditi da lavoro, i redditi da locazione assoggettati alla cedolare secca e il reddito d’impresa e di lavoro autonomo assoggettato al regime forfetario di cui alla legge n. 190 del 2014.  



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube