Diritto e Fisco | Articoli

Delega sul conto: c’è il rischio di pignoramento?

17 Giugno 2021
Delega sul conto: c’è il rischio di pignoramento?

Differenza tra delega e cointestazione del conto corrente: che fare se il delegato con firma sul conto ha debiti e subisce un pignoramento presso terzi?

Una nostra lettrice ha la delega ad operare sul conto corrente della madre, anziana e disabile. Su tale conto viene versata la pensione di invalidità dell’anziana signora. 

La figlia però ha accumulato, nel tempo, numerosi debiti a causa della propria attività commerciale. Ora si chiede se, con la semplice delega sul conto c’è il rischio di pignoramento. Possono cioè i suoi creditori rivalersi sul conto corrente della madre in forza solo del collegamento costituito appunto dalla “delega”?

La risposta è chiaramente negativa. La ragione di ciò è molto semplice. 

Il pignoramento delle somme sul conto corrente – cosiddetto pignoramento presso terzi – può avere ad oggetto solo le somme di proprietà del debitore. Tant’è vero che un conto corrente con un’apertura di credito (ossia con il cosiddetto “fido”) non può mai essere pignorato, trattandosi di somme messe a disposizione dalla banca in favore del proprio cliente a titolo di prestito, ma non di proprietà di quest’ultimo.

Torniamo ora alla delega sul conto e al rischio di un pignoramento.

La delega sul conto non determina un mutamento nella proprietà delle somme depositate in banca: queste restano comunque nell’esclusiva titolarità del correntista. La delega è infatti una semplice autorizzazione che il delegante riconosce al delegato ad eseguire determinate operazioni nei limiti dei poteri definiti previamente dalle parti (poteri che variano a seconda che la delega sia “a firma congiunta” o “a firma disgiunta”). Tanto è vero che, alla morte del correntista, il delegato non potrà accampare alcuna pretesa successoria sulla giacenza; tutt’al più, qualora il delegato dovesse essere erede del delegante, questi sarà tenuto a dividere le somme presenti in banca con gli altri eredi in base alla propria quota.

In sintesi, non è pignorabile il conto corrente da parte del creditore di colui che ha solo la delega (anche a firma disgiunta). 

Detto ciò, si comprende bene come la banca, che dovesse ricevere un atto di pignoramento presso terzi da parte dei creditori del delegato, dovrà fornire una risposta negativa: dovrà cioè dichiarare che sul conto non ci sono somme pignorabili. Con la conseguenza che il creditore dovrà abbandonare la procedura esecutiva. Solo nell’ipotesi in cui il delegato sia, a sua volta, titolare di un proprio conto presso lo stesso istituto di credito, e tale conto sia attivo, allora la banca sarà tenuta a bloccare tali somme a renderle disponibili al creditore pignorante.

In questo, la delega presenta una profonda distinzione rispetto alla cointestazione del conto corrente; quest’ultima, infatti, determina una donazione della metà della giacenza (salvo diverso accordo tra le parti). Sicché, se il conto dovesse risultare cointestato (e non semplicemente con una delega), il creditore di uno dei cointestatari potrebbe ben pignorare la metà del conto corrente, quella cioè di proprietà del cointestatario. 

Leggi sul punto “Delega sul conto corrente: rischi“.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube