Diritto e Fisco | Articoli

Se la donazione viene impugnata dai legittimari: come assicurarsi

11 maggio 2014


Se la donazione viene impugnata dai legittimari: come assicurarsi

> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 maggio 2014



Contro il rischio dell’azione di riduzione dei legittimari e il blocco della pratica di finanziamento, la banca o l’acquirente possono assicurarsi con una apposita polizza assicurativa.

Chi intende acquistare un immobile che il venditore-proprietario ha, a sua volta, ricevuto da una donazione sperimenta la difficoltà di ottenere un finanziamento della banca. Infatti, in questi casi, gli istituti di credito temono che i legittimari possano impugnare la donazione e rendere inefficace la vendita. Che significa? Cerchiamo di capirlo con un esempio pratico.

Tizio ottiene, in donazione dal padre Caio, una casa.

Tizio manifesta l’intenzione di vendere l’immobile a Sempronio e quest’ultimo presenta domanda di finanziamento alla banca.

La banca, però rigetta la richiesta di Sempronio. Ciò perché, nel nostro ordinamento, i fratelli di Tizio, alla morte del padre Caio, potrebbero impugnare la donazione da quest’ultimo fatta nei confronti di Tizio, lamentando di essere stati lesi nella quota di eredità ad essi spettante per legge (appunto la cosiddetta “legittima”) e della quale non possono mai essere privati. Il diritto di promuovere l’azione di riduzione della legittima spetta, infatti, al coniuge, ai figli e agli ascendenti del defunto.

Questi ultimi, dunque, potrebbero rendere del tutto inefficace l’atto di vendita che Tizio fa a Sempronio.

La problematica era stata da noi già trattata, con particolare approfondimento, negli articoli:

– “Come proteggere il testamento dagli eredi legittimari

– “Donazione: i problemi che si profilano con l’eredità per timore di un’azione dei legittimari

– “Eredità, quando il testamento lede le quote degli altri parenti legittimari

In altre parole, nel momento in cui un soggetto legittimario ritiene di essere stato privato, in tutto o in parte, di una quota di legittima per effetto di una donazione posta in vita dal defunto, può intraprendere una causa contro il donatario, detta “azione di riduzione”, richiedendo al giudice la restituzione del bene con effetto retroattivo.

Il rischio di un’azione per ottenere la restituzione dell’immobile presenta dei tempi particolarmente dilatati: da 10 a 20 anni (a seconda dei casi). Entro questo termine il legittimario può presentare atto di opposizione alla donazione, sospendendo quindi il termine ventennale che, a partire dalla opposizione riprende a decorrere per un ulteriore periodo di 20 anni.

In sostanza quando il terzo acquirente può dirsi davvero al sicuro da eventuali azioni restitutorie dei legittimari? Egli non correrà più rischi solo:

1. dopo 20 anni se il donante è in vita e se non vi è stato un atto di opposizione alla donazione,

2. oppure dopo 10 anni dalla data del decesso del donante, se nel frattempo non è stata esperita l’azione di riduzione.

Ecco dunque spiegata la ragione per cui gli istituti di credito non concedono finanziamenti e i compratori sono disincentivati all’acquisto.

Proprio allo scopo di ovviare a tale rischio, di recente, la AON ha presentato una polizza apposita, denominata “Donazione Sicura” volta a tutelare l’acquirente di un immobile il cui venditore lo abbia ricevuto tramite donazione oppure la banca mutuante.

La polizza funziona con un versamento singolo una tantum (che varia a seconda del bene donato); il premio copre il rischio senza limiti o scadenze di tempo. In pratica, con tale polizza si assicura il beneficiario della donazione, o l’acquirente, o l’istituto di credito per il danno economico che subirebbe in caso di esito sfavorevole dell’azione di riduzione.

note

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI