Diritto e Fisco | Articoli

Che cosa significa marchio non registrato?

21 Settembre 2021
Che cosa significa marchio non registrato?

Se il segno distintivo non viene depositato presso l’ufficio competente, il titolare perde il diritto di utilizzarlo in modo esclusivo.

Da qualche mese, hai avviato una piccola attività imprenditoriale. In particolare, ti occupi della produzione di prodotti cosmetici. Tuttavia, ti sei accorto che un’altra azienda competitiva sta utilizzando il tuo stesso logo. Preoccupato, ti rechi dal tuo avvocato di fiducia per capire come agire.

In questo articolo, ti spiego cosa significa marchio non registrato e quali conseguenze comporta. Devi sapere, infatti, che è sempre consigliabile depositare il segno distintivo presso l’ufficio competente. In questo modo, si evitano alcuni rischi come ad esempio l’eventualità che qualcun altro possa utilizzare lo stesso simbolo per i propri prodotti e servizi. Se l’argomento ti interessa, ti suggerisco di metterti comodo e proseguire nella lettura.

Che cos’è il marchio?

Il marchio è un segno distintivo, cioè un logo (composto da un suono, un disegno, un colore, una parola, ecc.) che serve ad identificare sul mercato i prodotti ed i servizi di un’azienda. La competizione è alta e i consumatori devono avere la possibilità di scegliere tra i vari brand in modo consapevole.

Il marchio deve essere registrato?

Affinché una persona fisica oppure un’impresa possa utilizzare un marchio in modo esclusivo deve registrarlo presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi oppure presso una qualsiasi Camera di commercio. Possono essere depositati solo i marchi originali, leciti (cioè non contrari alla legge, all’ordine pubblico o al buon costume), nuovi e veri (ossia tali da non ingannare i consumatori sulla provenienza, sulla natura o sulla qualità dei prodotti e servizi offerti).

La registrazione è solamente facoltativa e può essere richiesta dal titolare del segno distintivo, da un avvocato oppure da un consulente in proprietà industriale.

Prima di procedere, però, è bene fare qualche ricerca nelle banche dati per evitare che in riferimento alle classi di prodotti e servizi scelti non siano già depositati marchi simili o identici.

Se la ricerca non produce alcun risultato, allora il marchio può essere depositato in modalità telematica, cartacea o postale. La domanda deve contenere in particolare:

  • i dati del titolare;
  • il simbolo;
  • le classi di prodotti o i servizi a cui il marchio si riferisce.

A questo punto, il segno distintivo viene dapprima pubblicato nella “Gazzetta Marchi” per un periodo di 3 mesi (per consentire a chiunque di presentare opposizione) e, successivamente, viene registrato con una validità decennale.

Che succede se non si utilizza il marchio registrato?

Il marchio decade se non viene utilizzato entro 5 anni dalla registrazione, a meno che non ci sia un valido motivo (pensa, ad esempio, ad un’azienda costretta alla chiusura durante la pandemia). In altre parole, qualcun altro sarà libero di usare lo stesso e identico logo senza pagare alcuna sanzione.

Tuttavia, la decadenza del marchio non opera d’ufficio, ma è necessario un accertamento da parte dell’ufficio competente.

Se, alla scadenza dei 5 anni, il titolare ricomincia oppure inizia ad utilizzare il marchio, allora la decadenza viene sanata.

Che cosa significa marchio non registrato?

Vediamo adesso una situazione diversa, ossia quando il segno distintivo non viene registrato. In tal caso, si parla comunemente di marchio di fatto.

Sebbene non ci sia alcuna norma che imponga ad un soggetto di depositare il proprio marchio, tuttavia è un adempimento consigliabile per evitare il rischio che qualcun altro possa usarlo in modo esclusivo. Infatti, il titolare di un brand non registrato gode di una tutela limitata perché non potrà impedire ad altri imprenditori di usarlo per gli stessi prodotti.

Inoltre, in mancanza di una registrazione, il marchio riceve protezione solo se, a seguito dell’uso che ne è stato fatto, acquisti una certa notorietà oppure sia stato effettivamente utilizzato a livello locale.

Il marchio non registrato è tutelato?

Come già anticipato, il titolare di un marchio di fatto può continuare a usarlo, nonostante la registrazione ottenuta da altri, nei limiti del “preuso”. La tutela, tuttavia, dipende anche dall’effettivo grado di notorietà raggiunto, nel senso che:

  • se è il marchio è noto a livello nazionale, il titolare potrà impedire che altri lo usino per gli stessi prodotti, ma non per quelli affini. Se poi il segno distintivo viene registrato da terzi, è possibile agire per ottenere la nullità (per difetto di novità) entro 5 anni;
  • se il marchio è noto solo a livello locale, il titolare potrà continuare ad usarlo limitatamente al territorio in cui è stato adoperato.

Come proteggere il marchio non registrato?

Per tutelare un marchio non registrato è necessario intraprendere un’azione legale e dimostrare:  

  • di non aver usato il segno distintivo in modo solo simbolico o preparatorio;
  • di aver conseguito una notorietà qualificata che comprenda l’ambito territoriale nel quale è usato il segno distintivo successivo identico o simile.

Come già detto poc’anzi, qualora il marchio di fatto acquisti notorietà a livello nazionale, allora è possibile anche invalidare un segno distintivo successivamente registrato o utilizzato da un soggetto terzo.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube