Diritto e Fisco | Articoli

Chi paga l’Imu in caso di usufrutto?

29 Giugno 2021
Chi paga l’Imu in caso di usufrutto?

La posizione del nudo proprietario e dell’usufruttuario con riferimento al pagamento dell’Imu. 

Chi paga l’Imu in caso di usufrutto? Come noto, in presenza di un usufrutto, i diritti sull’immobile si scindono in due: da un lato c’è il nudo proprietario, a cui spetta la proprietà del bene, e dall’altro lato c’è l’usufruttuario, a cui invece compete l’uso del bene e il suo sfruttamento economico. 

L’insieme dei diritti e dei doveri delle due parti è regolato dal contratto di cessione dell’usufrutto, ma nei confronti del Fisco l’obbligo di versare le imposte sulla casa discende direttamente dalla legge. Le parti non possono derogare alla normativa fiscale stabilendo chi deve pagare l’Imu in caso di usufrutto ma possono tutt’al più – laddove vi sia tale intenzione – stabilire un obbligo di rimborso.

Ecco allora cosa dice in proposito la legge.

Anche se l’Imu è un’imposta comunale, percepita quindi dagli enti locali, il presupposto d’imposta è fissato dalla normativa statale. Ed in base alla legge italiana, a dover versare l’Imu è il possessore «a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e superficie». Pertanto, è l’usufruttuario che paga l’Imu. Ma non è detto che ciò avvenga. 

Di tanto parleremo qui di seguito chiarendo peraltro cosa succede invece al nudo proprietario.

Usufrutto: chi paga l’Imu?

In caso di usufrutto, l’Imu ricade sull’usufruttuario. Tuttavia, se l’usufruttuario vive nell’appartamento in questione e, al contempo, vi ha fissato la propria residenza e quella della propria famiglia, non sarà soggetto all’imposta. L’attuale normativa prevede infatti l’esenzione Imu anche per l’usufruttuario che abbia fatto dell’immobile la propria dimora abituale (ciò che impropriamente viene detta «prima casa»). Per parlare di «dimora abituale» – e quindi per non versare l’Imu – è necessario che il possessore dell’immobile (nel nostro caso, l’usufruttuario):

  • risieda anagraficamente nella casa in usufrutto (sarà pertanto necessaria un’apposita dichiarazione all’anagrafe del Comune);
  • vi dimori abitualmente ossia vi viva per gran parte dell’anno.

Viceversa, se l’usufruttuario dovesse aver dato in affitto l’appartamento, sarebbe tenuto a versare l’Imu. 

Nudo proprietario: cosa paga?

Il nudo proprietario non versa l’Imu sulla casa per la quale abbia concesso a un terzo soggetto l’usufrutto. 

Potrebbe succedere che il nudo proprietario viva in un altro immobile di sua proprietà. Anche in questo caso, egli sarà esentato dal versamento dell’imposta se tale immobile costituisce la sua «abitazione abituale» ossia vi abbia fissato la residenza e la dimora abituale.

Cosa succede alla morte dell’usufruttuario?

L’usufrutto si estingue con la morte dell’usufruttuario e, quindi, il nudo proprietario riacquista la piena proprietà del bene automaticamente. Egli quindi tornerà a dover versare l’Imu a meno che l’immobile non diventi per lui l’abitazione principale, ma a tal fine deve andarvi a risiedere e a vivere.

Viceversa, in caso di morte del nudo proprietario, l’usufrutto non si estingue: la nuda proprietà passa in successione e gli eredi dovranno rispettare i diritti dell’usufruttuario vivente, il quale continuerà a versare l’Imu (sempre che non abbia diritto all’esenzione).



Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

6 Commenti

  1. Salve, e se invece il nudo proprietario ha come unica abitazione e risiede proprio in quell appartamento ? Deve pagare l IMU ? Grazie

    1. a rigor di logica, no non dovrebbe se vi risiede legalmente e dimora realmente. Dovrebbe tuttavia avere il consenso dell’usufruttuario legittimo, o pagare il canone di locazione dallo stesso domandato.

  2. Sono proprietario di una casa e su di una parte di essa vi è l’usufrutto della nonna che ha la residenza altrove ma non è proprietaria di niente. IO sono esente ma la nonna che ha l’usufrutto deve pagare l’imu

    1. sì corretto, sembra logico che se la nonna né vi dimora né di risiede allora debba pagarvi l’imu per la quota di usufrutto detenuta. Così come potrebbe domandare canone di locazione / affitto per la propria parta

  3. Salve,
    se l’usufruttuario legittimo non ha disponibilità economica per pagare l’IMU, il nudo proprietario può pagare l’IMU e quindi sostituirsi all’usufruttuario in qualità di contribuente? Il nudo proprietario che paga l’IMU al posto dell’usufruttuario, come può dimostrare a terzi l’avvenuto pagamento da parte sua? Grazie.

  4. Salve,
    io e la mia compagna a breve ci sposeremo, io attualmente vivo ed ho residenza nella nella mia casa e la mia compagna ha residenza nella sua casa per la quale ha l’usufrutto la mamma.
    Volevo sapere se una volta sposati dobbiamo pagare IMU e TASI seconda casa e/o essendo la casa della mia compagna in usufrutto alla mamma, una volta fatto lei il cambio di residenza ( dopo sposati ) non dobbiamo pagare IMU e TASI.
    Grazie per la cortese risposta

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube