Diritto e Fisco | Articoli

Il contratto di lavoro a tempo indeterminato

14 maggio 2014


Il contratto di lavoro a tempo indeterminato

> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 maggio 2014



Come provare l’esistenza di un contratto di lavoro subordinato: scheda pratica.

La legge non impone che il contratto sia redatto in forma scritta, salvo alcune eccezioni. Tuttavia è preferibile avere a disposizione un documento che definisca con precisione il rapporto di lavoro.

Un documento completo

Di solito il contratto di lavoro contiene pochi elementi essenziali, mentre la regolamentazione più dettagliata del rapporto è data dal contratto collettivo. Il contenuto minimo del contratto è costituito da:

1. la qualifica professionale iniziale. È necessario essere più precisi possibile. Ciò permetterà di situare il lavoratore all’interno delle categorie stabilite dai contratti collettivi, che indicano anche il salario minimo garantito;

2. il primo stipendio;

3. la data dell’inizio del lavoro;

4. le mansioni alle quali il lavoratore sarà adibito; è inammissibile l’assunzione al lavoro per un’attività che non risulti determinabile sulla base del contenuto del contratto, anche se integrato dalla contrattazione collettiva. Di solito il tipo di mansioni richieste è indicato nella lettera di assunzione, salvo una limitata possibilità di variazione da parte del datore di lavoro.

I contratti collettivi applicabili alla categoria professionale prevedono:

1. i benefici accordati all’interno dell’azienda: 13 mensilità, le ferie pagate, il premio di anzianità ecc.;

2. il trattamento di fine rapporto;

3. le caratteristiche della posizione e i dettagli delle mansioni;

4. il momento dell’assunzione delle funzioni;

5. la durata dell’eventuale periodo di prova.

In assenza di uno scritto

Anche se siete stati assunti con un contratto orale, cioè che non è stato messo per iscritto, siete comunque dei lavoratori dipendenti a partire dal momento in cui il rapporto di lavoro ha avuto inizio.

Come si dimostra l’esistenza di un rapporto di lavoro in mancanza di un contratto scritto?

Tre gli elementi essenziali a tale scopo:

1) il fatto che sia stata prestata un’attività lavorativa;

2) che in cambio del lavoro sia stata corrisposta una retribuzione fissa;

3) che il rapporto che lega il lavoratore al proprio datore di lavoro sia di subordinazione o dipendenza.

Provare l’esistenza di tali circostanze può comportare dei problemi.

Tra gli elementi di prova possono essere citati: il rilascio a periodi regolari di una busta paga, l’abituale prestazione di lavoro all’interno dei locali dell’azienda, il rispetto di un orario di lavoro preciso, la direzione e il controllo del lavoro effettuato ecc. L’esistenza o meno di un rapporto di lavoro subordinato non si determina sulla base delle definizioni usate dal datore di lavoro al momento della stipula del contratto, bensì prendendo in considerazione le reali condizioni nelle quali vengono svolte le mansioni.

Vantaggi del lavoro subordinato

Dal momento in cui ha inizio il rapporto di lavoro subordinato, il dipendente gode di una particolare protezione che gli garantisce dei diritti: il diritto di ricevere il salario minimo garantito e di poter godere delle ferie pagate; limitazione dell’orario di lavoro; garanzie in caso di licenziamento, la protezione sociale in caso di licenziamento, la protezione sociale in caso di malattia, maternità, incidenti sul lavoro.

note

Norme di riferimento

Art. 2094, libro V, cod. civ.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Ho un contrato di lavoro indeterminato come badante liv CS,dal 3.07.2015,gia sono in preavisso dal 25,08,per vari motivi(paga del stipendio con ritardo di due mesi,mancanza di rispeto da parte del datore in miei confronti,anche per paga del augosto,mi dicono ke sara in mese del ottobre!.ricevono la paga dal Comune coretamente,solo ke mi dicono sempre ke devono pagare le bolete,e altre cose.e giusto cosi?io come finisco il preavisso in giorno di 8,09,dovrei aspetare la paga per agosto a esere in ottobre,e giorni inclusi di preaviso nel mese di settenbre,per novembre???!vi prego datemi una risposta.GRAZIE!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI