Diritto e Fisco | Articoli

Gesti che è vietato fare

7 Luglio 2021
Gesti che è vietato fare

Gesti e comportamenti che mimano frasi offensive o minacciose: quando c’è reato.

La legge non solo vieta di dire determinate parole che possono offendere o intimorire gli altri, ma anche di eseguire alcuni gesti. Li potremmo chiamare “gestacci”, perché molti di questi hanno carattere offensivo, ma non solo. In alcuni casi, un netto passaggio delle dita sul collo vale molto più di mille parole. Ecco allora alcuni gesti che è vietato fare per la legge italiana e le conseguenze a cui si va incontro.

Si può alzare il dito medio?

Il dito medio ha un significato universale. Serve a mandare a quel paese le persone. Questo comportamento è vietato dalla nostra legge perché offensivo e, dunque, sconfina nell’ingiuria. Tale è l’orientamento sposato sino ad oggi dai giudici. Ma, siccome l’ingiuria non è più reato, non si rischia una querela ma solo una richiesta di risarcimento del danno. Lo stesso potrebbe dirsi per il più datato gesto della bracciata, che Alberto Sordi usava spesso nei propri film.

C’è anche chi, però, è stato condannato per aver alzato il dito medio dinanzi alla pattuglia della polizia. In questo caso, il reato c’è ed è quello di oltraggio a pubblico ufficiale. Non si può dire lo stesso quando il dito viene puntato alla fotocamera dell’autovelox, come qualcuno goliardicamente fa. In tal caso, se l’autovelox opera in automatico, senza la presenza della polizia in loco, non si può parlare né di oltraggio a pubblico ufficiale, né di ingiuria, né di diffamazione. Insomma, in questa ipotesi, per il dito medio non si rischia nulla. Non ci sarà un procedimento penale, una sanzione amministrativa o una causa di risarcimento del danno.

Si può fare il gesto delle corna?

Il gesto delle corna ha significati diversi. Può essere usato in senso di scaramanzia e, in tal caso, non è certo vietato perché la legge non vieta di essere superstizioni. Gli amanti del rock lo usano come segno di riconoscimento e complicità. Ma il gesto delle corna nasce soprattutto per indicare l’infedeltà: rivolto a una persona significa che questa sta subendo un tradimento. E dire in pubblico di una persona che ha le corna è reato. Questo perché si mina alla sua reputazione. 

Attenzione però perché ogni gesto, così come ogni parola, va calata nel suo contesto. E così, secondo i giudici, indicare le corna all’indirizzo dell’arbitro di una partita di calcio non vuole avere il significato che ha invece se rivolto a una persona sposata: rientra piuttosto nel folklore popolare e, pertanto, può ben essere perdonato.

Si può mimare lo sgozzamento con la mano sul collo?

Mimare lo sgozzamento, facendo passare la mano in senso longitudinale per il collo, ha un chiaro significato intimidatorio. Questa condotta è vietata dalla nostra legge che, in casi del genere, fa scattare il reato di minaccia punito con la reclusione. 

Peraltro, dice la Cassazione, «non rileva che il soggetto passivo si sia sentito effettivamente intimidito»: per valutare l’ipotesi del reato di minaccia non ci si deve fondare sulle «percezioni soggettive della vittima», bensì ci si deve basare sulle sensazioni dell’uomo medio. E quindi, se nel corso di una lite, uno dei due contendenti fa il gesto dello sgozzamento, può essere querelato.

Si può fingere di avere una pistola o un coltello nella tasca?

Un’altra condotta che può avere un significato chiaramente intimidatorio è quella di chi introduca la mano nel taschino per simulare di afferrare un’arma come una pistola o un coltello. Più volte, la Cassazione ha detto che questo comportamento è illegittimo e può comportare una condanna penale.

Si può brandire un bastone?

Che usare un bastone sia assolutamente vietato dalla legge è chiaro e intuibile per tutti. Il bastone può essere considerato al pari di un’arma e, peraltro, se si ferisce qualcuno, si rischia il carcere per lesioni. Ma il semplice fatto di brandire il bastone può essere vietato? Poniamo il caso di due persone che facciano un incidente e, uscendo dall’auto in forte concitazione, inizino a litigare. Uno dei due estrae una mazza da baseball che ha nel bagagliaio e, senza usarla, la sventola in faccia al suo rivale. Questo comportamento rientra nella minaccia ed è, pertanto, un reato piuttosto grave. 

Sputare a terra è reato?

Chiude il cerchio il gesto di sputare a terra all’indirizzo di una persona. Questo comportamento è vietato dalla legge e, se anche non costituisce reato, può integrare una richiesta di risarcimento del danno. Ricadiamo ancora una volta nell’ingiuria e, pertanto, non siamo più nell’ambito del penale ma dell’illecito civile.  



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube