Diritto e Fisco | Articoli

I beni mobili vanno inseriti nella dichiarazione di successione?

17 Luglio 2021
I beni mobili vanno inseriti nella dichiarazione di successione?

Nella dichiarazione di successione vanno inseriti tutti i beni mobili descritti nell’inventario compilato in sede di accettazione con beneficio d’inventario? 

Occorre innanzitutto partire dalle norme che disciplinano la redazione dell’inventario che sono contenute nel Codice di procedura civile e che rilevano ai fini del suo quesito:

  • l’articolo 777 del Codice di procedura civile che stabilisce che le norme di cui agli articoli da 769 a 776 del Codice di procedura civile si applicano ad ogni inventario ordinato dalla legge (e quindi anche all’inventario che deve essere fatto in caso di accettazione con beneficio d’inventario così come prevede l’articolo 484, 3° comma, del Codice civile);
  • l’articolo 775, 1° comma, n. 2), del Codice di procedura civile che stabilisce che l’inventario deve contenere la descrizione (e, quando occorre, anche la stima) dei mobili (quindi di tutti i beni mobili in quanto la norma non prevede alcuna eccezione);
  • l’articolo 192 delle disposizioni di attuazione del Codice di procedura civile che impone all’ufficiale che redige l’inventario di interrogare, prima di chiudere l’inventario, coloro che avevano la custodia dei mobili o che abitavano la casa in cui i mobili erano collocati affinché dicano se siano a conoscenza dell’esistenza di altri oggetti da inserire nell’inventario (questa norma rafforza ulteriormente la necessità di inserire nell’inventario anche tutti quanti i beni mobili appartenuti al de cuius affinché l’inventario attesti nel modo più preciso e completo la consistenza del patrimonio).

Le norme che disciplinano la redazione dell’inventario prevedono, quindi, la necessità di inserire nell’inventario tutti i beni mobili.

Ai fini della compilazione della dichiarazione di successione bisogna poi tenere conto del fatto che:

  • l’articolo 30, n. 1, lettera h), del decreto legislativo n. 346 del 1990 rende obbligatorio allegare alla dichiarazione di successione copia autentica degli inventari formati in ottemperanza a disposizioni di legge (oppure ai sensi del n. 3 bis dello stesso articolo 30 del d. lgs. n. 346 del 1990, copia non autentica con dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’articolo 47, d.p.r. n. 445/2000 attestante che trattasi di copia dell’originale);
  • le stesse istruzioni ministeriali alle pagine 6 e 7 stabiliscono che, qualora ne ricorrano le condizioni, alla dichiarazione di successione vanno allegate (tramite il quadro EG) le copie degli inventari richiesti dalla legge;
  • alle pagine 46 e 47, relativamente al Quadro EH, Sezione I, lettera l), stabiliscono che chi presenta il modello deve indicare che gli inventari attestanti le attività e passività costituiscono copie degli originali.

Da ciò se ne ricava che dovendo allegare alla dichiarazione di successione copia dell’inventario già contenente (come impone il Codice di procedura civile) la descrizione di tutti i beni mobili, i beni inventariati da indicare nel quadro ER siano ovviamente tutti i beni mobili descritti nell’inventario, ivi compresi quelli in uso nella casa di abitazione del de cuius.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube