Diritto e Fisco | Articoli

Come sapere chi è l’amministratore di condominio?

16 Luglio 2021
Come sapere chi è l’amministratore di condominio?

Come fare se l’amministratore è irreperibile: come trovare i suoi contatti. 

Chi partecipa alla vita condominiale dovrebbe ben conoscere l’amministratore di condominio o, quantomeno, sapere il suo nome e cognome in modo da reperire il suo contatto dall’elenco telefonico o da Internet. Potrebbe però succedere che una persona, assente da molto tempo, non sia aggiornata e non conosca le generalità del capo condomino. Nulla esclude peraltro che l’amministratore cambi indirizzo, numero di telefono ed e-mail senza avvisare il condominio. Come fare in questi casi? Come sapere chi è l’amministratore di condominio e come contattarlo? La risposta è piuttosto facile, anche se ha dovuto spiegarlo un recente provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, Direzione Regionale del Veneto. 

Qui di seguito forniremo alcuni suggerimenti pratici che possono essere utili per chiunque.

Come sapere chi è l’amministratore di condominio dal verbale di nomina?

Partiamo col dire che l’amministratore viene nominato dall’assemblea in una apposita delibera che deve essere verbalizzata. In quella sede, l’amministratore deve peraltro fornire, oltre a un preventivo dettagliato per le attività che andrà a compiere, anche le proprie generalità. 

In particolare, l’articolo 1129 del Codice civile stabilisce che «contestualmente all’accettazione della nomina e ad ogni rinnovo dell’incarico, l’amministratore comunica i propri dati anagrafici e professionali, il codice fiscale, o, se si tratta di società, anche la sede legale e la denominazione, il locale ove si trovano i registri dell’anagrafe condominiale e dei verbali delle assemblee, nonché i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all’amministratore, può prenderne gratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia da lui firmata». 

Dunque, il primo posto dove controllare per sapere chi è l’amministratore di condominio è proprio il verbale della riunione di condominio in cui lo stesso è stato eletto con il consenso della maggioranza dei condomini.

Qui, potrebbe però sorgere un problema di carattere pratico: il registro dei verbali è in possesso dello stesso amministratore; sicché, se questi dovesse essere irreperibile, il problema non si risolverebbe. 

Come sapere chi è l’amministratore dalla bacheca

Sempre il citato articolo 1129 del Codice civile stabilisce l’obbligo, per l’amministratore, di mettere ben in evidenza, all’interno del condominio, in un luogo di uso comune e quindi accessibile a tutti, anche ai terzi, l’indicazione delle proprie generalità, del domicilio e dei recapiti, anche telefonici. Di solito, tale foglio viene affisso sulla bacheca condominiale o vicino all’ascensore. 

Tuttavia, l’esperienza pratica di questi anni ha mostrato tutte le lacune della norma. Inoltre, le informazioni ricavabili dalla targa sono spesso insufficienti, come nel caso in cui l’amministratore muti il proprio domicilio o i recapiti di contatto rispetto a quelli esposti.

Come sapere chi è l’amministratore dall’Agenzia delle Entrate

Pertanto, se i dati dell’amministratore in carica non sono esposti in condominio, ogni condomino interessato può chiedere tali informazioni all’Agenzia delle Entrate purché motivi la propria istanza (ad esempio, con l’esigenza di tutelare i propri diritti di condomino).

Lo si intuisce dall’articolo 24, comma 7, della famosa legge sul procedimento amministrativo, la legge n. 241 del 1990. Questo infatti stabilisce il diritto di ogni cittadino di ottenere l’accesso ai documenti amministrativi la cui conoscenza sia necessaria per curare o per difendere i propri interessi giuridici.

La direzione regionale del Veneto dell’Agenzia delle Entrate ha, infatti, di recente accolto una serie di istanze consentendo al creditore di vari condomìni di individuare le generalità complete e il domicilio professionale dei rispettivi amministratori.

L’Agenzia è probabilmente l’unico ente in possesso dei dati aggiornati perché viene informata dallo stesso amministratore della propria nomina affinché si provveda all’aggiornamento dei «dati relativi al rappresentante» nel certificato di attribuzione del codice fiscale condominiale.

Come presentare l’istanza all’Agenzia delle Entrate per sapere chi è l’amministratore?

Come anticipato, l’istanza da presentare all’Agenzia delle Entrate – che può essere depositata a mani o spedita tramite pec o raccomandata – va adeguatamente motivata. Non è sufficiente un generico riferimento a non meglio precisate esigenze probatorie e difensive. Vanno invece indicate le finalità e gli specifici diritti che si intendono curare. 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube