Diritto e Fisco | Articoli

Preliminare d’acquisto immobile: sì alla tutela d’urgenza del giudice

19 Maggio 2014 | Autore:
Preliminare d’acquisto immobile: sì alla tutela d’urgenza del giudice

Il promissario acquirente di un bene immobile che, successivamente alla conclusione del preliminare d’acquisto e in attesa del rogito definitivo, lamenti ingenti danni a causa della mancata manutenzione di parti strutturali dell’immobile può chiedere in giudizio un provvedimento urgente che ordini al proprietario gli interventi necessari.

 

Che fare quando, a seguito della stipulazione di un contratto preliminare (detto anche, nel gergo dei mediatori, compromesso), il futuro acquirente si avvede di gravi difetti derivanti dalla mancata manutenzione dell’immobile a cura dell’attuale proprietario?

Il Tribunale di Cassino, con una recente ordinanza, ha stabilito che ci si può rivolgere in giudizio per chiedere un provvedimento cautelare d’urgenza [1] che ordini al proprietario gli interventi necessari alla rimessa in pristino delle parti danneggiate, in questo caso del tetto dell’edificio.

In generale, per ottenere un tale provvedimento passibile di esecuzione forzata, bisogna dimostrare la verosimiglianza del diritto che si vanta possedere e il rischio derivante a quest’ultimo dal ritardo nell’apprestare una qualche forma di tutela.

Nel caso specifico il Tribunale ha osservato che, nonostante il ricorrente in giudizio non sia ancora divenuto proprietario del bene immobile, egli è titolare comunque di un diritto soggettivo al perfezionamento del contratto definitivo di vendita e ad acquistare un bene il più possibile integro.

Pertanto, in previsione dell’aggravarsi a breve delle condizioni di sicurezza degli elementi strutturali del tetto che sono state dimostrate con apposita perizia tecnica, il giudice ha ordinato al promittente venditore di provvedere alla ristrutturazione o comunque al rifacimento del tetto e delle altre parti danneggiate.


note

[1] Ai sensi dell’art. 700 cod. proc. civ.

Autore immagine: 123rf. com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube