Green pass al bar e ai ristoranti: le decisioni definitive

22 Luglio 2021 | Autore:
Green pass al bar e ai ristoranti: le decisioni definitive

Certificato necessario per consumare al tavolo e all’interno. Richiesto anche per palestre, partite e spettacoli. I nuovi criteri per i colori delle Regioni.

La cabina di regia ha delineato il decreto legge che, con il via libera del Consiglio dei ministri, stabilisce le nuove norme relative all’uso del Green pass, che entrerà in vigore dal 6 agosto. Sarà valido non solo per chi ha fatto la doppia vaccinazione ma anche per chi ha fatto solo una dose, nonché per chi si è sottoposto a tampone nelle 48 ore precedenti e per chi è guarito dal Covid nei sei mesi immediatamente precedenti. Il testo esclude la vaccinazione obbligatoria per docenti e dipendenti della scuola. Il certificato verde sarà obbligatorio per tutti dai 12 anni compiuti in su.

Ecco le decisioni definitive del Governo su quando sarà obbligatorio utilizzare il Green pass in Italia.

Il certificato verrà richiesto al bar e al ristorante solo al tavolo e solo all’interno del locale. Non all’aperto né tantomeno al bancone. Sarà necessario esibire il documento anche per l’ingresso a cinema, musei, teatri, stadi e concerti, così come per accedere alle palestre e alle piscine. E ancora: Green pass indispensabile per poter entrare a recinti feriali, sagre, parchi tematici e di divertimento, casinò e sale da gioco e per partecipare ai concorsi.

Restano, invece, chiuse le discoteche.

L’uso del Green pass per accedere ai mezzi di trasporto pubblici, cioè bus, tram e metropolitane, non sarà in questo decreto, ma dovrà essere affrontato a stretto giro, secondo quanto è emerso al termine della cabina di regia.

Il D.L. non contempla nemmeno l’obbligo di vaccinazione per i docenti e i dipendenti della scuola.

La quarantena di 14 giorni, in caso di contatto diretto con una persona affetta da Covid, sarà ridotta per chi è in possesso del Green pass, ma non è stato ancora deciso di quanto verrà accorciata.

Il decreto anti-Covid riporta anche i nuovi criteri per definire i colori delle Regioni come misura di contenimento della pandemia.

L’ingresso in zona gialla sarà stabilito dalla percentuale di occupazione dei posti letto disponibili. L’indicazione è quella di fissare il limite al 10% per le terapie intensive e al 15% per i reparti ordinari. Per passare in zona arancione le soglie sono state fissate al 20% di occupazione dei posti disponibili per le terapie intensive e al 30% per le aree mediche. Infine, si finirà in zona rossa quando le terapie intensive saranno piene più del 30% e i reparti ordinari più del 40%.

È stato deciso, inoltre, di prorogare lo stato di emergenza fino al 31 dicembre 2021.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

6 Commenti

  1. quindi se ho capito bene, non si può discriminare per sesso, religione e credo politico, ma se vaccinato o no, si?
    mi sembra un tantino incostituzionale, non trovate?

  2. è meglio chiamarlo “nazist pass”, rende meglio l’idea, l’ennesimo stupro della costituzione, sono disgustato dalla disinformazione diffusa sui media principali ma quand’è che li mostrate i dati ufficiali europei dei danneggiati da vaccini sperimentali covid? sono numeri inquietanti, per quanto tempo pensate di riuscire a nascondere ancora la verità? Il “nazist pass” per chi non l’avesse ancora capito è una misura per controllare le masse visto che si basa su evidenze scientifiche di efficacia tendente al nulla, un insulto all’intelligenza umana

    1. condivido pienamente il parere di Luca. Sono di origne greca ,ma residente dagli anni 80 a Bologna. In Grecia esiste un fascismo sanitario che la storia non abbia mai conosciuto. La pseudo pandemia si è creata per diminuire la popolarità sul nostro planeta, strumentalizzare la coscienza e consapevolezza umana, distruggere l economia e far concentrare i capitali nelle mani di alcuni //(super mercati,farmacie mai chiusi , li o covid non entra). Cerco u n avvocato per consegnare una denuncia contro le leggi anticostituzionali. Sono una persona sana, se mi sento male lo so gia che ci devo andare dal medico non ho bisogno che me lo suggerisce nessuno altro.Cerco persone,gruppi ,associazioni,movimenti che condividono il mio parere. Green pass, serve per farci isolare ,deprivarci dai nostrirappori umani e alla fine rassegnarci sotto l’effetto delle diverse forme di depressione.Cerco anche un avvvocato per consegnare le mie denuncie contro le riforme nazisste anziche anticovid. Amicizie dagli anni 80 ,compagni dall università hanno resistito nel corso di tempo, per far arrivare il covid che ci ha allontanato ,,perchè tutti i miei amici sono vaccinati mentre io no, e non intendo a farlo. LASCIO ANCHE MIA EMAI giannafilau@yahoo.it grazie

    2. Questi numeri inquietanti….Lei da quale fonte ne ha preso conoscenza? li potrebbe diffondere e rendere noti.

      1. @Laura: Sono state 46.237 le segnalazioni di reazioni avverse, su un totale di 9.068.349 dosi somministrate (tasso di segnalazione di 510 ogni 100 mila dosi), registrate nella Rete nazionale di farmacovigilanza tra il 27 dicembre 2020 e il 26 marzo 2021 per i tre vaccini in uso nella campagna vaccinale in corso” – Fonte Agenzia Italiana del Farmaco, articolo di ADNKronos. Come vedi non sono poche le persone danneggiate e questo è un articolo dell’anno scorso. Mettici inoltre tutti quelli che sono morti dopo poche ore dall’inoculazione per infarto o ictus e per i quali non c’era mai nessuna correlazione.

  3. Condivido e rispetto il Vs pensiero, come rispetto quello dei vaccinati “convinti e non”, non condivido il dato di fatto che la così detta razza umana si lasci strumentalizzare così negativamente. Quelli che noi chiamiamo animali dimostrano di essere più intelligenti e seguono alla perfezione l’evoluzione naturale. Il vero pericolo, in generale, è la razza umana, dimostrato in tutti i campi. Penso che questa storia non finisca molto bene, non per noi anziani, ma per chi ha un’intera vita d’avanti.

Rispondi a antonio Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube