HOME Articoli

Lo sai che? Nulla la multa se dopo l’incrocio non è ripetuto il segnale col limite di velocità

Lo sai che? Pubblicato il 20 maggio 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 20 maggio 2014

Autovelox: la segnaletica con i limiti di velocità e con l’avviso della possibilità di controllo elettronico della velocità deve essere ripetuta anche dopo lo svincolo sulla Strada Statale che ripristina il tetto ordinario.

Capita, a volte, che sulle strade siano presenti dei cartelli di segnaletica che impongono un limite di velocità inferiore rispetto a quello previsto, di norma, dalla legge per quella determinata tipologia di tratto. Per esempio: se sulle strade comunali il limite è di 50 Km/h, nulla toglie che vi possano essere delle sezioni in cui si impone una velocità fino a 30 km/h. O, ancora, se sulle strade statali il limite è di 90 km/h, potrebbero esservi dei tratti in cui tale tetto scende a 50 km/h. Ebbene, in caso di presenza di un limite di velocità inferiore rispetto a quello “legale”, se vi è un incrocio o svincolo, tale cartello deve essere ripetuto. Altrimenti la multa è nulla.

Infatti la presenza di una intersezione stradale non fa altro che ripristinare il limite legale (più alto) e quindi indurre il conducente a ritenere che il precedente limite (più basso), imposto dalla segnaletica, sia ormai superato.

A dare questa interpretazione è un’ordinanza di poche ore fa della Cassazione [1].

Ai sensi del regolamento di attuazione del Codice della Strada [2], infatti, deve ritenersi che la presenza dell’intersezione lungo la carreggiata ripristini il tetto massimo ordinario previsto per la velocità dei veicoli nel tipo di strada “incriminato”. A meno che non si tratti di un segnale a validità zonale, come quelli posti nei centri abitati.

È sbagliato, dunque, ritenere che a determinare il ripristino del limite “ordinario” di velocità possa essere solo il segnale di “fine limitazione velocità”. La necessità del cartello di “fine limitazione” si pone soltanto su di un tratto di strada continuo [3].

Se invece, è presente uno svincolo della strada e l’apparecchio elettronico che rileva la violazione del codice si trova dopo l’intersezione, non è necessario il cartello “fine limitazione della velocità” e ritorna, in automatico, il limite “legale”.

Dunque, secondo la Suprema Corte, la mancata ripetizione del segnale induce giustamente l’automobilista a credere che, dopo l’intersezione sulla strada, torni efficace il limite ordinario. E, pertanto, non gli può essere contestata alcuna contravvenzione.

note

[1] Cass. ord. n. 11018/14 del 20.05.14.

[2] Art. 104 Reg. Att. Cod. Str.

[3] Così emerge dal coordinamento fra gli articoli 119 e 104 del regolamento att. Cod. Str.

Autore immagine: 123rf. Com

Il segnale con la velocità da non superare deve essere ripetuto dopo l’incrocio, pena la nullità della multa al veicolo per l’infrazione rilevata dall’apparecchio elettronico.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI