HOME Articoli

Lo sai che? Reato di guida in stato di alterazione anche se lo spinello è del giorno prima

Lo sai che? Pubblicato il 24 gennaio 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 24 gennaio 2012

Guida in stato di alterazione per il drogato abituale che provoca un incidente: non conta che l’assunzione di droga è avvenuta il giorno prima.

Se colui che fa uso abituale di sostanze stupefacenti provoca un incidente stradale mortale commette reato di omicidio colposo e di guida in stato di alterazione, anche se l’assunzione di droga è avvenuta il giorno prima.

Con questa decisione [1] la Cassazione ha condannato un quarantenne che, sotto l’effetto di droghe, aveva perso il controllo della sua auto, invaso la corsia opposta e investito un automobilista, provocandone la morte.

Il test delle urine aveva dimostrato che l’assunzione di droga era avvenuta il giorno prima dell’incidente. Ma ciò non è stato rilevante per i giudici, i quali hanno ritenuto che lo stato di alterazione psico-fisica fosse sussistente nel conducente già solo per il fatto che questi si drogava abitualmente (ne sono state conferma la recidiva e il possesso di 0,25 g di marijuana).

Infatti l’abitualità nel consumo di sostanze stupefacenti può alterare le facoltà mentali e i riflessi in modo protratto nel tempo e non limitatamente al momento dell’assunzione. Pertanto essa costituisce prova sufficiente per presumere la responsabilità del conducente per guida in stato di alterazione. Non è necessario che il momento effettivo dell’assunzione di droga sia temporalmente collegato all’incidente stradale.

 

 

 

note

[1] C. Cass. Sent. n. 2397/2012.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI