Diritto e Fisco | Articoli

I reati più diffusi tra giovani e adulti

11 Settembre 2021
I reati più diffusi tra giovani e adulti

6 reati che commettiamo tutti: illeciti penali meno gravi ma frequenti.  

La parola «reato» evoca sempre un comportamento riprovevole. Eppure alcune condotte sono assai comuni e, spesso, restano impunite. Eccole.

Parlare male di qualcuno

Quando sparliamo di qualcuno con altre persone, ad esempio con un gruppo di amici, commettiamo reato di diffamazione.

Leggi “Quali sono i reati che commettono i giovani“.

Origliare

Origliare una conversazione da dietro un muro o una porta non è reato. Ma se ci avvaliamo di strumenti elettronici come un registratore o una microspia diventa reato.

Minacciare

Ci sono frasi che, nell’ira, diciamo spesso ma che per la legge integrano il reato di minaccia: «Vedrai che ti faccio», «Stai attento a te», «Ti ammazzo di botte», «Guardati le spalle», ecc.

Disoccupazione falsa

Prendere l’assegno di disoccupazione mentre si lavora in nero costituisce truffa ai danni dell’Inps (a meno che lo stipendio non sia inferiore a 8mila euro annui). Eppure, si tratta di una condotta assai diffusa.

Piccoli furti

Il reato in assoluto più diffuso tra i giovani è il furto, anche il piccolo furto nel supermercato: il valore dell’oggetto rubato non cambia le carte in tavola.

Graffiti

Scrivere sui muri è reato. Non importa il valore artistico dell’opera.

Reati non più reati

Fare la pipì dietro un muro o in una piazzola, appartarsi col partner in auto, emettere un assegno senza copertura sul conto erano un tempo reati: oggi, sono semplici illeciti amministrativi puniti tuttavia con sanzioni salate.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube