Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Danni da vaccino Covid: lo Stato risarcisce?

9 Agosto 2021
Danni da vaccino Covid: lo Stato risarcisce?

Esiste la possibilità di essere risarciti per i danni procurati dal vaccino Covid-19 e in cosa consiste lo scudo penale per i medici?

Circola la notizia secondo cui, in caso di danni da vaccino Covid, non ci sarebbe risarcimento. La notizia è falsa per tre ragioni.

La casa farmaceutica è responsabile

La casa farmaceutica è sempre responsabile per i danni derivanti da prodotto difettoso, anche se ha indicato nel bugiardino eventuali effetti indesiderati. 

Così ha stabilito la Cass. con la sent. n. 12225/2021 del 10.05.2021.

Si tratta chiaramente di una responsabilità civile che implica la possibilità di ottenere il risarcimento anche per i danni da vaccino Covid.

Secondo la Cassazione, la responsabilità del produttore si estende a tutti quegli effetti anomali gravi e meno legati al farmaco. Il prodotto è difettoso quando non è in grado di raggiungere «lo standard di sicurezza che il consumatore può legittimamente attendersi, in relazione ad una pluralità di elementi, quali le modalità con cui è stato messo in circolazione, la sua presentazione, le sue caratteristiche estrinseche, le istruzioni o avvertenze fornite dal produttore ai consumatori e l’uso cui lo stesso è destinato».

Lo Stato è sempre responsabile 

Lo Stato è tenuto a risarcire i danni da vaccino in due casi:

  • vaccini obbligatori;
  • vaccini fortemente consigliati (come quello contro il Covid).

Così ha stabilito la Corte Cost. con la sent. n. 118/2020.

Diritto alla salute indisponibile

Il diritto alla salute non può essere oggetto di rinuncia neanche dietro pagamento o con la firma di una liberatoria. Questo significa che nessuna accettazione da parte del paziente a un determinato trattamento potrà esonerare né lo Stato, né la casa farmaceutica dal risarcimento. 

La liberatoria, anzi il consenso informato

Quella che viene fatta firmare al momento del vaccino non è una liberatoria ma il consenso informato obbligatorio per legge: non si tratta di un esonero di responsabilità ma di un’informativa sul trattamento che vi stanno facendo.

Scudo penale

L’art. 3 del D.L. 44/2021 ha solo disposto uno scudo penale per il reato di omicidio colposo e per quello di lesioni colpose per chi inocula il vaccino. Questo non sposta i termini del risarcimento del danno che abbiamo appena visto.

Liberi di scegliere

Siete liberi di scegliere ciò che ritenete opportuno. Il vaccino Covid infatti non è obbligatorio. Ma scegliete sulla base delle informazioni corrette e non delle fake news. 



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

17 Commenti

  1. Il vaccino non è obbligatorio ma sta facendo dei colloqui di lavoro e mi chiedono il green pass che certifica che sono stata vaccinata ( lascio perdere il tampone entro 48 h e guarita da covid entro 6 mesi!!!!)

  2. Non prendiamoci per i fondelli, per piacere! Qualunque cosa ti accada non c’è mai correlazione. E poi, vai a dimostrare gli effetti avversi che si manifesteranno tra 5 o 10 anni, se ti riesce… L’unico modo per non rischiare è NON farsi mettere addosso quella merda. Sono favorevole a tutti i vaccini che hanno salvato l’umanità ma a questo no.

      1. Vedremo tra qualche anno i veri effetti collaterali di questo “vacino” (cura genica). Vi auguro con tutto il cuore che i vari studi in merito siano tutti sbagliati e non vi sia nulla di quanto riscontrato (micro-trombi capillari polmonari diffusi, non identificabili se non se ne va in cerca con esami specifici, con conseguente aumento del carico al sistema cardio-circolatorio che comporterà gravi problemi in futuro).
        Prego anche per voi.

  3. Lavoro nella scuola, a breve mi vaccinerò in quanto per noi dipendenti della scuola è obbligatorio. Ho contratto il Covid-19 in forma gravissima e, dall’esito esame test sierologico, ho tantissimi anticorpi di mio, quindi autoimmune. Nonostante ciò la normativa prevede che gli anticorpi, conseguiti tramite test sierologico, non siano attendibili e si debba comunque vaccinarsi. Com’è possibile?? Qualcuno è al corrente più di me?? Gradirei, risposta, se fattibile, grazie.

  4. Si certo, e con una farmacovigilanza soltanto passiva e sottostimata, ovviamente non c’è mai nessuna correlazione.. la casa farmaceutica non risarcirà proprio nessuno: il vaccino è stato autorizzato in via emergenziale ma non approvato per la vendita. Ci sono centinaia di famiglie in Italia che sono in causa da anni per ottenere il risarcimento per i loro figli riconosciuti ufficialmente “danneggiati da vaccino” “possibilità” non significa nulla, nessuno ti garantisce niente, nessuno stacca assegni senza farti sputare sangue prima. Oltre al danno la beffa. Che avvocati del cavolo. Le fake news le date voi. È comunque più importante la salute dell’eventuale ma del tutto inattendibile risarcimento.

  5. Lo scudo penale protegge tutti, non solo chi inocula il vaccino, infatti viene usato il termine: “somministra” e NON “inocula”, la differenza in termini legali è enorme, infatti col termine somministrare si intende anche chi lo fornisce (e non solo chi lo inocula!!) e quindi le case farmaceutiche e lo stato sono tutelati!! Quindi non diciamo fesserie per favore. Riguardo al fatto che non sia obbligatorio, beh se vuoi lavorare di fatto ti obbligano a farlo, altrimenti di tasca tua devi fare 2 tamponi la settimana (cosa tra l’altro tutt’altro che piacevole).

  6. Qualcuno sa dirmi se le notizie che mi hanno dato sono attendibili? vaccino obbbligatorio per insegnanti ed operatori sanitari. Se sono dipendenti vengono messi a casa senza stipendio ma conservano il posto di lavoro, se invece sono liberi professionisti a casa senza stipendio e anche senza lavoro perchè la concorrenza approfitterà dell’occasione.

  7. Buongiorno, dal 15 dicembre 2021 vaccino obbligatorio per alcuni dipendenti dello stato.
    Se obbligano il vaccino, un dipendente costretto può fare il faccino rifiutandosi di firmare qualunque liberatoria a tutela dei propri diritti?
    E’ possibile presentare un documento da fare firmare a qualcuno, che attesti di non essere favorevole alla vaccinazione ma costretto dalla legge e che qualunque problema di salute postumo possa essere riferito a tale vaccinazione?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube