Diritto e Fisco | Articoli

Come comunicare con l’Inps

16 Agosto 2021 | Autore:
Come comunicare con l’Inps

Quesiti online, call center, prenotazione accesso in sede: come contattare i funzionari dell’Inps per risolvere problemi relativi alle pratiche presentate.

Quella domanda di pensione che giace lì da mesi, con i soldi che non arrivano mai; quella segnalazione contributiva inviata da anni e ancora non lavorata. Purtroppo, non si tratta di casi rari, ma abbastanza frequenti: alcune tipologie di pratiche, relative alla posizione previdenziale personale, sono lavorate dall’Inps appena prima del pensionamento. La stessa domanda di pensione, peraltro, è spesso lavorata in ritardo, con attese che possono addirittura superare i 5 mesi, a seconda delle gestioni previdenziali coinvolte. In questi casi, riuscire a trovare un interlocutore è indispensabile: come comunicare con l’Inps?

Causa restrizioni Covid, riuscire a contattare un funzionario dell’Istituto è certamente più complesso, ma non impossibile. A questo proposito, devi sapere che l’Inps ha previsto la possibilità di prenotare, online o tramite call center, un appuntamento con alcuni sportelli, relativi ai servizi veloci, al conto assicurativo, alle pensioni e alle prestazioni pubbliche, all’invalidità civile, alle indennità e agli ammortizzatori sociali.

Per i quesiti più semplici, puoi invece rivolgerti al servizio Inps risponde, accessibile online, dall’area riservata My Inps.

È sempre operativo, peraltro, il call center Inps, raggiungibile al numero 803.164 (06.164.164 se chiami da cellulare), anche se non è semplice, ai seconda delle giornate e degli orari, prendere la linea.

Come accedere al sito dell’Inps

Vediamo innanzitutto come puoi effettuare l’accesso al sito web Inps. Puoi utilizzare:

  • il Pin Inps, se lo hai già, ma solo fino al 30 settembre 2021;
  • lo Spid, il sistema unico di identità digitale (leggi la nostra guida “Come faccio a ottenere lo Spid“);
  • la Cns, cioè la carta nazionale dei servizi (come la tessera sanitaria); è necessaria un’apposita attivazione per utilizzare la card per l’accesso ai servizi pubblici;
  • la Cie, cioè la carta d’identità elettronica; anche in questo caso, è necessario attivare la carta appositamente.

A decorrere dal 16 agosto 2021, se non hai la possibilità di utilizzare in autonomia i servizi online dell’Inps, puoi delegare una persona di tua fiducia per accedere a tuo nome al sito Inps. La stessa persona può ricevere sino a 5 deleghe.

Inps Risponde

Hai effettuato l’accesso al portale web dell’Inps e vuoi mandare un quesito? Grazie al servizio Inps Risponde puoi inoltrare all’Istituto, online, quesiti e richieste di chiarimenti su norme, procedure, richieste di informazioni su una tua pratica o su un particolare servizio.

Dalla sezione Inps Risponde, che trovi nella pagina personale My Inps, puoi inoltre verificare lo stato delle tue richieste: in attesa di lavorazione, inviata alla struttura Inps, evasa dal contact center, evasa dalla struttura Inps.

I

Per inviare una richiesta a Inps Risponde devi:

  • cliccare su “Inserisci nuova richiesta”;
  • confermare i tuoi recapiti;
  • scegliere, dal menu a tendina, la gestione previdenziale prescelta: puoi scegliere tra gestione dipendenti privati, gestione fondi gruppo Poste Italiane, gestione dipendenti pubblici ed ex Enpals;
  • selezionare l’argomento del quesito, dal secondo menu a tendina;
  • riassumere il tuo quesito;
  • inserire eventuali allegati;
  • confermare e inviare la richiesta.

Inps prenotazione sportelli

Il tuo caso è particolarmente complesso e hai necessità di parlare con un funzionario? L’Inps, per andare incontro alle esigenze dei cittadini, mette a disposizione il servizio automatico di prenotazione sportelli, disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24, senza attesa.

Se non vuoi prenotare l’accesso allo sportello online, devi chiamare il call center Inps al numero verde 803.164, da rete fissa, o al numero 06.164.164, se chiami da cellulare: in entrambi i casi, puoi prenotare l’accesso allo sportello tramite il risponditore automatico vocale.

Per prenotare l’appuntamento, ti basta fornire il codice fiscale e il motivo dell’accesso, e, infine, scegliere giorno e ora dell’accesso presso la sede Inps competente. Effettuata la prenotazione, ti arriverà un sms con i dettagli dell’appuntamento.

Per effettuare la prenotazione, al momento della chiamata, devi:

  • selezionare, dal menu vocale, la scelta numero uno: servizio automatico di prenotazione sportelli;
  • inserire il codice fiscale e il motivo dell’accesso;
  • indicare la sede di competenza Inps (se richiesta);
  • scegliere il giorno e l’ora;
  • comunicare il tuo numero di cellulare, al quale verrà inviato un sms con i dettagli della prenotazione.

Se preferisci prenotare l’appuntamento direttamente online, senza chiamare il call center, puoi utilizzare sia il portale web dell’istituto, area riservata My Inps, sia l’app Inps mobile. In entrambi i casi, il servizio al quale accedere è “Sportelli di sede”.

Prenota accesso in sede

Il servizio di prenotazione eliminacode, raggiungibile dall’area riservata del portale web My Inps, ti consente di prenotare il tuo turno presso gli sportelli aperti al pubblico.

Puoi effettuare una sola prenotazione per ogni tipologia di sportello e fino ad un massimo di 3 prenotazioni.

Dal web, puoi selezionare i seguenti servizi (seleziona uno sportello):

  • servizi veloci;
  • conto assicurativo-pensioni-prestazioni pubbliche-invalidità civile;
  • indennità e ammortizzatori sociali.

Per saperne di più, sul canale Youtube dell’Inps è presente un video informativo che illustra il nuovo servizio.

Prenotazione dell’accesso dalla sede Inps

Non vuoi avere nulla a che fare con call center e sito web Inps? Devi sapere che, presso le strutture Inps sul territorio, è attivo il servizio di prenotazione ad orario prefissato, con possibilità di scelta da parte dell’utente del giorno e dell’orario in cui si desidera accedere allo sportello.

Da sottolineare, però, che relativamente al servizio – così come agli accessi allo sportello in generale – potrebbero essere disposte delle restrizioni, a seconda della situazione di emergenza epidemiologica.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube