HOME Articoli

Lo sai che? Locazione: nullo l’accordo che impone al conduttore ogni tipo di spesa

Lo sai che? Pubblicato il 23 gennaio 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 23 gennaio 2012

È nullo l’accordo con cui il conduttore di un immobile urbano si assume le spese relative a ogni tipo di manutenzione, ordinaria e straordinaria.

Il Tribunale di Roma [1], ha sottolineato che solo le riparazioni di piccola manutenzione, dipendenti da deterioramenti prodotti dall’uso quotidiano, devono essere eseguite dal conduttore a proprie spese.

Dunque, se al locatore competono le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, al conduttore invece competono le riparazioni necessarie a mantenere l’immobile in  buono stato.

È nullo ogni patto contrario a tale disciplina: in altre parole, il locatore, anche qualora faccia firmare al conduttore una scrittura in cui questi si impegni a provvedere alla manutenzione ordinaria e straordinaria, non potrà comunque citarlo davanti al giudice, perché l’accordo si dovrà considerare come mai concluso.

Nella recentissima pronuncia, il Giudice di Roma  ha definito tali patti come “faticosi” per il conduttore, che sarebbe caricato dalle spese riguardanti l’ordinaria e la straordinaria manutenzione, oltre che dalla sua originaria e principale obbligazione, ossia il pagamento del canone locativo.

 

 


note

[1] Trib. Roma, sent. 09.01.2012.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI