Diritto e Fisco | Articoli

Pensione a 58 anni

22 Novembre 2021 | Autore:
Pensione a 58 anni

Chi può pensionarsi a 58 anni di età: opzione donna, pensione anticipata, prepensionamento, casalinghi, appartenenti a categorie speciali.

Con l’inasprimento dei requisiti per la pensione determinato dalla legge Fornero [1], ottenere la pensione a 58 anni, cioè con quasi un decennio di anticipo rispetto all’età prevista per la pensione di vecchiaia attualmente pari a 67 anni, sembra quasi un’utopia.

Non molti, però sanno che alla riforma delle pensioni ed ai successivi adeguamenti alla speranza di vita sono “sopravvissuti” diversi trattamenti pensionistici e di prepensionamento agevolati, alcuni dei quali permettono di uscire dal lavoro a 58 anni.

Sebbene alcuni di questi trattamenti siano dedicati agli appartenenti a categorie particolari, come i lavoratori del Comparto Difesa, sicurezza e soccorso e gli sportivi professionisti, altri trattamenti sono potenzialmente rivolti a tutti.

Non bisogna poi dimenticare le prestazioni economiche previdenziali riconosciute ai lavoratori invalidi, come le pensioni di inabilità e l’assegno ordinario d’invalidità, per le quali non è prevista un’età minima.

In merito alle novità in materia di pensioni previste per il 2022, sono molte le testate giornalistiche che “strillano” della possibilità, per tutti i lavoratori, di raggiungere la pensione a 58 anni. Si riferiscono in realtà all’opzione donna, un trattamento pensionistico agevolato previsto, però, per le sole lavoratrici, che dovrebbe essere prorogato e reso strutturale. Si valuta la possibilità di riconoscere il pensionamento agevolato, con requisito anagrafico ridotto, anche per i caregiver, cioè per coloro che assistono un familiare con handicap grave, beneficiario della legge 104. In merito, tuttavia, non vi sono ancora notizie certe. Ma osserviamo ora come funziona il pensionamento a 58 anni per le lavoratrici.

Pensione a 58 anni con opzione donna

Tutte le lavoratrici, iscritte presso una gestione previdenziale amministrata dall’Inps, possano ottenere la pensione opzione donna [2] con i seguenti requisiti agevolati:

  • 58 anni di età e 35 anni di contributi maturati entro il 31 dicembre 2020 per le lavoratrici dipendenti, previa attesa di una finestra di 12 mesi;
  • 59 anni di età e 35 anni di contributi maturati entro il 31 dicembre 2020 per le lavoratrici autonome, previa attesa di una finestra di 18 mesi.

In cambio del consistente anticipo nell’uscita dal lavoro, la pensione della lavoratrice è ricalcolata con sistema interamente contributivo. Per questo motivo, non può aderire all’opzione donna chi è iscritta presso la gestione separata dell’Inps (a meno che non perfezioni il requisito contributivo presso un’altra gestione, considerando altresì che non è possibile ottenere l’opzione donna in regime di cumulo o totalizzazione), né chi ha già scelto l’opzione al contributivo [3] o chi risulta priva di contributi anteriori al 1996.

A breve, l’opzione dovrebbe essere prorogata in modo da risultare fruibile qualora i requisiti previsti siano perfezionati entro il 31 dicembre 2021. Si parla anche di rendere l’opzione donna strutturale.

Pensione anticipata precoci

lavoratori precoci, cioè coloro che possiedono almeno 12 mesi di contribuzione da effettivo lavoro, accreditata prima del 19° anno di età, ottengono la pensione anticipata con un requisito ridotto, pari a 41 anni di contributi, se appartengono alle seguenti categorie:

  • disoccupati di lungo corso;
  • caregiver (coloro che assistono da almeno 6 mesi un familiare convivente entro il 1° grado- in casi particolari entro il 2° grado- portatore di handicap grave);
  • invalidi civili dal 74%;
  • addetti ai lavori usuranti, notturni o gravosi.

La pensione anticipata precoci può essere ottenuta a 58 anni se l’interessato, cinquantottenne, possiede già 41 anni di contributi: questo implica una carriera lavorativa senza alcuna interruzione (è possibile, ai fini del diritto a pensione, sommare gratuitamente i versamenti presenti in casse diverse) a partire dai 17 anni di età.

Pensione anticipata ordinaria

Quanto osservato in merito alla possibilità di pensionamento anticipato a 58 anni vale anche per la pensione anticipata ordinaria [4], considerando però che, prevedendo il requisito 10 mesi di contribuzione aggiuntiva per le donne (sono richiesti 41 anni e 10 mesi di versamenti, anche tra più casse) e 1 anno e 10 mesi per gli uomini (42 anni e 10 mesi di contributi), l’interessato, per pensionarsi a 58 anni, dovrebbe avere iniziato a lavorare almeno a 16 anni e 2 mesi se donna ed a 15 anni e 2 mesi se uomo. Ricordiamo poi che dalla maturazione dei requisiti per la pensione alla sua decorrenza trascorrono 3 mesi di finestra.

Pensione di anzianità

È importante ricordare inoltre che, con 41 anni di contributi, si può ottenere la pensione di anzianità per i lavoratori del comparto difesa, sicurezza e soccorso e la pensione di anzianità in regime di totalizzazione, sommando i contributi accreditati presso fondi diversi: nel primo caso, si applica però una finestra di 15 mesi, mentre la totalizzazione richiede addirittura 21 mesi di finestra.

Gli appartenenti al comparto difesa, sicurezza e soccorso ottengono la pensione di anzianità anche con 58 anni di età e 35 di contributi, previa attesa di una finestra di 12 mesi.

Scivoli per la pensione a 58 anni

Se il lavoratore ha la possibilità di ottenere la pensione anticipata almeno due anni prima del compimento dei 67 anni, quindi dell’età per la pensione di vecchiaia, usufruendo dell’isopensione [5] con l’anticipo massimo consentito, pari a 7 anni, può, di fatto, uscire dal lavoro a 58 anni.

Questo è possibile, in quanto il trattamento di prepensionamento in questione comporta, sino al 2023 compreso, l’uscita 7 anni prima rispetto alla maturazione dei requisiti per la pensione ordinaria Fornero più “vicina”, anticipata o di vecchiaia.

Egisto può raggiungere 42 anni e 10 mesi di contributi a 65 anni, 2 anni prima del compimento dell’età per la pensione di vecchiaia. Ottiene l’isopensione a 58 anni, con 35 anni e 10 mesi di contribuzione, in quanto mancano 7 anni alla maturazione del requisito contributivo per la pensione anticipata. Egisto può dunque uscire dal lavoro a 58 anni.

Stesso ragionamento, ma con un arco di tempo più breve, vale anche per il prepensionamento col nuovo contratto di espansione: in quest’ultimo caso, l’anticipo consentito dalla misura è tuttavia di 5 anni al massimo, non di 7. Anche l’assegno straordinario, un differente scivolo pensionistico, consente un anticipo sino a 5 anni per l’uscita dal lavoro (gli anni massimi di anticipo dipendono dal regolamento del Fondo al quale aderisce l’azienda).

Beatrice può raggiungere 41 anni e 10 mesi di contributi a 63 anni: ottiene il prepensionamento con contratto di espansione a 58 anni, con 36 anni e 10 mesi di contribuzione, in quanto mancano 5 anni alla maturazione del requisito contributivo per la pensione anticipata. Beatrice può dunque uscire dal lavoro, sostenuta dall’indennità di prepensionamento, con 58 anni di età.

Approfondimenti

Per approfondire, leggi: Scivolo per la pensione.


note

[1] Art. 24 DL 201/2011.

[2] Art. 16 DL 4/2019.

[3] Art. 1 Co. 23 L. 335/1995.

[4] Art. 24 Co. 10 DL 201/2011.

[5] Art. 4 L. 92/2012.

Autore immagine: pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube