Diritto e Fisco | Articoli

Quale la tariffa dell’avvocato o commercialista per una mediazione tributaria?

5 Giugno 2014
Quale la tariffa dell’avvocato o commercialista per una mediazione tributaria?

Compensi da attività stragiudiziale: la guida per comprendere quanto costa farsi assistere in una lite contro il fisco.

Come abbiamo già detto nella nostra guida, nelle controversie contro il fisco di valore non superiore a 20mila euro, il contribuente è obbligato a esperire, preventivamente, un tentativo di mediazione (anche detto “reclamo”) che potrebbe risolvere a monte il contenzioso e chiudere definitivamente la partita, senza bisogno di andare poi in causa davanti alla Commissione Tributaria (leggi “Reclamo-mediazione tributaria: la guida”).

I soggetti abilitati alla difesa del contribuente, in caso di mediazione, sono gli stessi che possono prestare assistenza poi in giudizio (li abbiamo individuati in questa guida: “Chi può difenderti in una causa davanti alla Commissione Tributaria”).

Ma quali sono le tariffe professionali dovuti a tali difensori? La questione è di preliminare importanza poiché – come già anticipato nelle predette guide – in determinati casi il contribuente potrebbe anche difendersi da sé.

Le tariffe di avvocati e commercialisti non prevedono una voce specifica per i costi della procedura di reclamo/mediazione.

Secondo la Corte costituzionale [1] (anche se essa si riferiva al contenzioso civile), il procedimento di mediazione rientra in una fase extragiudiziale, quindi solamente prodromica a quella giudiziale successiva.

Avvocati

Si potrebbe prospettare, per analogia, l’applicazione delle tariffe forensi previste per gli avvocati in materia di mediazione civile, prendendo in considerazione i parametri per la fase stragiudiziale.

Pertanto i costi potrebbero essere i seguenti:

– 270 euro per lo scaglione fino a 1.100 euro;

– 1.215 euro per lo scaglione da 1.100,01 euro fino ad 5.200 euro;

– 1.890 euro per lo scaglione da 5.200,01 fino ad 26.000 euro.

Dottori commercialisti

Applicando invece le tariffe previste per i dottori commercialisti gli onorari dovrebbero essere determinati tra l’1% ed il 5% del valore della pratica, in base alla complessità del lavoro da svolgere.

Il procedimento di reclamo potrebbe considerarsi anche come una vera attività giudiziale “anticipata”, sulla circostanza che è, di fatto, l’atto di reclamo che viene poi prodotto nel giudizio tributario producendo gli effetti del ricorso.

In questo caso, in base alle tariffe forensi, potrebbero essere prese in considerazione le voci per le fasi di “Studio” ed “Introduttiva”.

A seconda dei tre scaglioni già sopra indicati pertanto i compensi saranno rispettivamente di 270,00 euro, 880,00 euro e 1.485,00 euro.

E se poi bisogna andare in causa?

Se il reclamo non andasse a buon fine e si dovesse procedere con l’iscrizione del ricorso giudiziale in commissione tributaria, tali due voci non potrebbero essere conteggiate nuovamente dall’avvocato per tale giudizio, proprio perché l’atto che si iscrive è il medesimo depositato presso l’agenzia delle Entrate e non è dunque necessaria nuova attività. In caso contrario ci si troverebbe di fronte ad una duplicazione.

Di fatto il difensore (di qualsiasi categoria) prospetterà un compenso globale per tutta l’attività (reclamo e ricorso) ed uno specifico se il contenzioso si chiudesse nella fase del reclamo. Presumibilmente nei casi concreti, ove si arrivi al procedimento innanzi alla commissione tributaria, l’incidenza dei costi della mediazione esperita sul compenso del difensore per la propria attività sarà poco rilevante.


note

[1] C. Cost. sent. n. 272/12.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube