Cronaca | News

Green pass: chi deve averlo e dove serve

11 Settembre 2021 | Autore:
Green pass: chi deve averlo e dove serve

Chi deve essere munito del certificato verde e quando è necessario esibirlo per accedere in locali pubblici, sui mezzi di trasporto, al lavoro e nelle scuole.

Non è facile orientarsi nel ginepraio di norme e regole vigenti sul Green pass, la certificazione verde introdotta la scorsa estate: l’obbligo è stato progressivamente esteso a nuovi ambienti e categorie di lavoratori o di consumatori. C’è il rischio di vedersi vietare l’accesso quando si è in procinto di imbarcarsi su un aereo, di salire su un treno o su un pullman, ma anche al momento di entrare in un ristorante, in una palestra, allo stadio, ad un concerto, a una sagra o in un museo. Per evitare amare sorprese – ed anche per evitare contestazioni e litigi con qualche esercente, o peggio ancora con un pubblico ufficiale, come un ferroviere o un dirigente scolastico – è bene sapere in anticipo chi deve avere il Green pass e dove serve, in modo da poter programmare meglio le proprie attività.

Tieni presente che è completamente falsa la possibilità di ottenere il Green pass con un’autocertificazione: non esiste nessun modulo approvato e l’unico modo valido per acquisire il certificato verde digitale è quello del rilascio elettronico attraverso la piattaforma nazionale gestita dal Governo (leggi qui come avere il Green pass). Sicuramente già sai che per ottenere il Green pass è necessario aver completato il ciclo vaccinale anti-Covid (ma si può avere già dopo 15 giorni dalla prima dose ed in tal caso è valido fino al richiamo), o essere stati dichiarati guariti, oppure aver effettuato un tampone (test molecolare antigenico) con esito negativo nelle ultime 48 ore. Ma, siccome i provvedimenti del Governo si sono susseguiti a stretto ritmo negli ultimi mesi ed hanno imposto il possesso della certificazione verde in molte occasioni dove inizialmente non era previsto, non è altrettanto chiaro capire attualmente dove si può entrare senza Green pass e dove invece è necessario esserne muniti.

Ora ti esporremo le regole, aggiornate all’ultimo Decreto legge emanato dal Governo [1], su chi deve avere il Green pass e dove serve, indicandoti tutti i luoghi e ambienti in cui è necessario esibirlo per accedere. Termineremo elencandoti i posti in cui il Green pass non serve e quindi si può entrare senza necessità di esibirlo, e ti diremo anche chi è esentato dall’obbligo per età o per motivi di salute.

Green pass in locali pubblici 

È necessario avere il Green pass per usufruire dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo in ambienti chiusi, esclusi i bar dove si consuma in piedi al bancone.

Nelle piscine e palestre, nei centri termali, nei locali dove si esercitano attività sportive di squadra (basket, pallavolo, ecc.) e nei centri benessere il Green pass obbligatorio è previsto solo per gli ambienti chiusi: così, ad esempio, nelle piscine all’aperto non è necessario averlo.

Il Green pass è obbligatorio nelle mense aziendali al chiuso, sia per i lavoratori che ne usufruiscono sia per gli addetti al servizio.

Green pass per spettacoli ed eventi

Per accedere a tutti i tipi di pubblici spettacoli, come quelli in cinema e teatri, ed eventi di ogni genere aperti al pubblico – comprese le competizioni sportive, come le partite di calcio negli stadi – serve il Green pass.

L’obbligo di Green pass vige anche per sagre, fiere, convegni e congressi che si svolgono al chiuso. Occorre avere il Green pass per entrare nelle sale giochi e scommesse e nei centri sociali, culturali e ricreativi che svolgono attività in ambienti chiusi.

Il Green pass è indispensabile per la partecipazione in presenza ai concorsi pubblici.

Green pass nella sanità

Il Green pass consente di entrare nei reparti ospedalieri, per visitare parenti o amici ricoverati, e nelle sale di attesa dei pronto soccorso.

Il personale che lavora nelle strutture sanitarie (medici, infermieri e ausiliari) è soggetto all’obbligo vaccinale, che, in base all’ultimo decreto legge, riguarderà, a partire dal 10 ottobre 2021, anche tutti i dipendenti (compresi gli amministrativi) delle Rsa, le Residenze sanitarie assistenziali per gli anziani e le persone non autosufficienti. Chi va a visitare un ospite in una Rsa deve avere il Green pass.

Green pass a scuola

L’obbligo del Green pass per accedere alle strutture scolastiche di qualsiasi tipo – dagli asili per l’infanzia alle università – è previsto per tutti, compresi i genitori, ma ad eccezione degli alunni: i bambini e ragazzi che frequentano la scuola non devono avere il Green pass per entrare in classe, tranne che gli allievi degli Istituti tecnici superiori (Its) e gli studenti di università, conservatori e accademie.

Dal 1° settembre 2021 il Green pass obbligatorio è stato introdotto per gli insegnanti ed il personale amministrativo e tecnico ausiliario; successivamente è stato esteso al personale esterno (quindi gli addetti ai vari servizi di mensa, pulizia e manutenzione) e, infine, anche ai genitori che entrano nelle scuole per qualsiasi motivo (ad esempio: per accompagnare o riprendere i figli, per presentare una giustificazione, per i colloqui con i professori, o per adempimenti di segreteria).

Green pass nei trasporti

Il possesso del Green pass è necessario per salire sui treni a media o lunga percorrenza, come quelli ad alta velocità e gli intercity. Invece il Green pass non è necessario per i mezzi di trasporto pubblico locale (metropolitane, autobus, tram) e sui taxi.

Sui pullman di linea con tragitto che comprende due o più regioni o è diretto all’estero è necessario munirsi del Green pass, come anche per usufruire dei servizi di noleggio con conducente.

Per i collegamenti marittimi vige una regola analoga: l’obbligo di Green pass riguarda le navi e i traghetti interregionali, mentre sono esclusi i trasporti pubblici locali (è considerato tale il traghetto sullo Stretto di Messina).

In aereo è sempre indispensabile avere il Green pass, sia per i voli nazionali sia per quelli internazionali.

Green pass: dove non serve

Non è necessario avere il Green pass per entrare in negozi, supermercati, farmacie e chiese. Non c’è obbligo di Green pass neppure per salire sui mezzi di trasporto pubblico locale (metropolitane, tram, autobus) o su un taxi.

Nei bar e ristoranti si può accedere senza il Green pass, anche per consumare seduti al tavolo, solo nelle sezioni all’aperto e non negli ambienti chiusi; non c’è, invece, obbligo di Green pass se i bar e ristoranti sono a disposizione esclusiva dei clienti, come avviene in molti alberghi (ma se il locale è aperto anche a clienti esterni, tutti devono avere il Green pass).

Il Green pass non è necessario per i cittadini che devono accedere agli uffici pubblici (si parla, però, di introdurre prossimamente l’obbligo per tutti i dipendenti del pubblico impiego, che attualmente è già in vigore nei settori della sanità e della scuola).

Green pass: chi è escluso dall’obbligo

Il Green pass non è richiesto in nessun caso per i bambini al di sotto dei 12 anni, perché per loro il vaccino anti-Covid non è ancora disponibile.

Sono esonerati dal possesso del Green pass solo i soggetti esenti dalla campagna vaccinale per motivi di salute; l’esenzione deve risultare da una idonea certificazione medica rilasciata agli interessati, redatta secondo i criteri stabiliti dal ministero della Salute. Per conoscere quali sono le cause di esenzione leggi l’articolo “Esiste un’alternativa al Green pass?“.


note

[1] DPCM n.143 del 17.06.2021; D.L. n.105 del 23.07.2021; D.L. n. 111 del 06.08.2021; D.L. n.122 del 10.09.2021.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube