Allarme bolletta elettrica: in arrivo rincaro mai visto

13 Settembre 2021 | Autore:
Allarme bolletta elettrica: in arrivo rincaro mai visto

Il ministro Cingolani: corrente su del 40% da ottobre. In aumento anche gas e carburanti. La stima di Federconsumatori: quasi 700 euro in più all’anno.

Questa volta non sono le associazioni dei consumatori a denunciarlo ma lo stesso ministro della Transizione energetica, Roberto Cingolani: dopo l’aumento del 20% dell’energia elettrica registrato lo scorso trimestre, per il prossimo ci aspetta una «sberla» in bolletta senza precedenti: il rincaro arriverà al 40%.

Partecipando ad un convegno della Cgil di Genova, Cingolani ha avvertito i consumatori: la revisione trimestrale delle tariffe comporterà dal 1° ottobre 2021 un rialzo del prezzo della corrente senza precedenti. Due i motivi, secondo il ministro. Innanzitutto, la corsa all’aumento dei prezzi delle materie prime dopo il lockdown, con uno squilibrio tra domanda e offerta che presenta la prima molto superiore alla seconda. L’Europa viene messa in ginocchio, in particolare, dall’enorme domanda di gas in Asia che viene trasportato via mare, il che ha portato i prezzi alle stelle in tutto il mondo. In questo modo, le bollette dei «poveri» consumatori finiscono per registrare i rialzi delle quotazioni del gas, materia prima per la produzione di energia elettrica nelle centrali.

Cingolani punta il dito anche contro la quantità di CO2 emessa nell’aria, per la quale si pagano i cosiddetti permessi di inquinare, ovvero dei certificati da scambiare come un qualsiasi prodotto finanziario.

A cascata, viene da chiedersi se, oltre all’energia elettrica, il 1° ottobre ci porterà una batosta anche sulle bollette del gas. E, infatti, le previsioni puntano in quella direzione. Ma possiamo restare «tranquilli»: anziché del 40%, le fatture del gas dovrebbero registrare un aumento «solo» del 30%

Come si traduce in «soldoni» tutto ciò? Secondo Federconsumatori, in aumenti a carico delle famiglie che potrebbero attestarsi complessivamente a oltre 400 euro annui. Che sfiorerebbero i 700 euro se ci aggiungiamo i rincari in vista per i carburanti.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

15 Commenti

  1. Ma sono impazziti? Vi rendete conto di quanto possano pesare questi aumenti a carico delle famiglie? Rincari in vista? Qui, con la crisi causata dall’epidemia stiamo attraversando un periodo mai visto prima e qua si parla di aumenti in vista sulle bollette? E chi tira avanti la baracca se dobbiamo sempre cacciare soldi e lo Stato non ci aiuta. Anzi, aiuta gli scansafatiche che se ne stanno in panciolle a casa e prendono il reddito di cittadinanza!

    1. Questo è solo l’inizio. Le materie prime stanno andando alle stelle e di conseguenza tutti quelli che sono i consumi e servizi primari aumenteranno. Questi non vogliono sconfiggere la povertà, vogliono ammazzare i poveri. Questa pandemia sta facendo fare soldi a palate a molte aziende e molti personaggi che hanno il telecomando in mano, la classe media e i poveri torneranno a qualche secolo fa.
      Chi vede un disegno criminoso globale in questa pandemia per ridurci a raccogliere il cotone forse non sbaglia del tutto…

      1. Direi che “”””Chi vede un disegno criminoso globale in questa pandemia per ridurci a raccogliere il cotone…”””” non solo non “””…sbaglia del tutto…”””, ma ha semplicemente visto ciò che, già a metà del 2020, era nitidamente sotto ai nostri occhi.
        Per chi, invece, non ha “visto” nulla vi sono due possibilità : 1) non è in grado (per deficit cognitivo);
        2) è in malafede;
        Ognuno decida in quale categoria si riconosce.

  2. E secondo voi un uomo onesto cosa dovrebbe fare per tirare a campare? Dobbiamo finire sotto ai ponti o vivere alle strette dopo una vita intera di sacrifici? Dobbiamo solo cacciare soldi per tasse, bollette e sperare che i soldi ci crescano in guardino? Ah, giusto. Forse, possiamo coltivarci la cannabis a casa e con quelle quattro piantine possiamo darci alla vendita e ricavarci qualcosa…Roba da pazzi!

  3. Inizieremo a stare in casa con le candele. Tanto l’atmosfera la sera si crea e le luci soffuse danno anche fastidio. Ma dove vogliamo arrivare? Volete che la gente scenda in piazza e si assembri per ribellarsi? No perché sembra che ogni giorno ne esce una e le persone non sanno più come vivere alla giornata. Già questa gestione del Covid ci sta massacrando sia dal punto di vista di salute fisica che mentale, poi la crisi economica ci ha mettendo in ginocchio e le notizie che si sentono e si leggono non sono rosee. Metteteci anche ulteriori spese che dobbiamo versare e il pacchetto è completo. Io non ci sto più a vedere in maniera passiva questa situazione allo scatafascio…

  4. Non credo affatto che siamo in ripresa economica come dicono economisti e mass media, perchè con l’aumento sensibile delle materie prime ed energia (carburanti) ci saranno meno soldi da spendere e meno fiducia x il futuro

  5. É buna vergogna, il nostro governo se ne frega degli aumenti noi poveri, perché non si abbassano lo stipendio anche loro, e no, affinché prendono degli stipendi da capogiro, questi politici maledetti non faranno mai nulla x contrastare questi aumenti, e i poveri continuano ad aumentare, politici, fate Schifo, vergognatevi.

  6. purtroppo siamo governati da incompetenti assoluti nel fare gli interessi della collettività che vengono osannati dai media come salvatori quando stanno portando sempre più alla decadenza e alla rovina il paese, invece di utilizzare le tasse per andare verso l’indipendenza del paese da ogni punto di vista anche quello energetico si fa il contrario, si segue le logiche del globalismo favorendo le grandi multinazionali estere che diventano sempre più ricche e influenti di interi stati e con la pratica fallimentare del neoliberismo si continua lo spreco delle risorse per sostenere la crescita infinita in un mondo finito, il consumismo per far arricchire solo una minoranza sempre più ricca e ristretta a scapito di tutti gli altri, che ovviamente guadagnandoci da questa situazione non vuole mai veramente cambiare questo modello fallimentare per egoismi personali, la struttura della società porta a un inquinamento ormai è a livelli pazzeschi sotto ogni punto di vista per non parlare delle inquietanti nanotecnologie e di una società del controllo che si cerca di instaurare degna delle più oscure dittature… quanti miliardi sprecati nel settore militare invece di promuovere l’italia come paese della pace, della non violenza un esempio da imitare e anche per risparmiare denaro in un momento così drammatico… sono decine d’anni che i governanti in pratica non fanno nulla per cambiare la situazione e ora loro che sono i principali responsabili pretendono di dare delle soluzioni ai problemi che hanno contribuito a creare? non si va da nessuna parte finchè non avremo una vera classe politica formata dalle menti più evolute e geniali e che hanno veramente a cuore la nostra amata patria, questi non fanno il nostro interesse, ho scritto cose banali che dovrebbero essere ovvie invece…

  7. dove sono quei signori che criticavano il gasdotto Russia-Germania ora che le cose si complicano per tutti ? La cancelliera Merkel ha visto lontano per la Germania mentre noi a lottare contro il gasdotto in Puglia, proteste ingiustificate che anche se in forte ritardo attenuano i costi

    1. si probabilmente hai ragione, ma penso che la Germania non ha la “ricchezza” di sole e vento come in Italia, quindi scelgono un’altra strada per produrre l’energia elettrica. Se l’Italia non avesse una burocrazia o intrallazzatori all’ennesima potenza potrebbe costruire un numero maggiore di parchi eolici e solari ed eventualmente nuove centrali idroelettriche o migliorare quelle esistenti (quelle in funzione sono poche e vecchie)… Per i soldi basterebbe non sprecarli in altri campi, ad esempio evitando l’acquisto di costosissimi (e pieni di difetti) F35 dagli USA

  8. Questo è il risultato di 40 anni di governi che hanno realizzato il programma della loggia massonica P2 di Licio Gelli (andatevi a leggere il programma e resterete sbalorditi) ed ancora non è finita, perchè l’obiettivo è quello di cancellare le pensioni, obiettivo non dichiarato del governo ma che verrà realizzato con la scusa di dover ripagare l’enorme debito pubblico generato ad arte negli ultimi decenni da questa classe politica corrotta e ciliegina sulla torta grazie al covid il debito pubblico raggiungerà quasi i 3mila miliardi di debito, altra bella trovata per imporre manovre lacrime e sangue. A proposito… ma credete veramente che la raccolta di firme per una legge sull’eutanasia serva veramente ad agevolare la morte di chi soffre? No, è solo un problema finanziario, è solo la trovata per poi risolvere la questione degli anziani e pensionati… ma senza fretta… così come hanno fatto negli ultimi 40 anni, piano piano un passetto alla volta giusto per non farci accorgere di nulla. Pensione? una bella iniezione e via… senza soffrire…

  9. Questo è un giochetto che serve a far
    spostare gli oltre 14milioni di italiani che non hanno aderito al mercato libero di luce e gas.Scommettiamo che aumenteranno le telefonate di proposta luce e gas ?

  10. I quattro commenti sono tutti condivisibili e questo comporta una sola conclusione. “Ricchi e politici tutti al cimitero”. Se non ci vanno loro dobbiamo andarci noi. Alfio Lago.

  11. … certo che se in Italia, visto che abbiamo vento e sole in quantità, si fossero costruite/utilizzate maggiormente le centrali con fonti rinnovabili, cioè eoliche e solari…. o eventualmente le “vecchie” idroelettriche…. invece che snobbarle o creare problemi nella loro costruzione, ora saremmo meno vincolati al gas o altri combustibili prodotti all’estero e (forse) le bollette elettriche non aumenterebbero tanto

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube