Diritto e Fisco | Articoli

Visita fiscale obbligatoria per chi si ammala lunedì

26 Giugno 2014
Visita fiscale obbligatoria per chi si ammala lunedì

La nuova normativa sulle visite fiscali stabilisce che il controllo da parte del datore di lavoro è in ogni caso richiesto sin dal primo giorno, quando l’assenza si verifica nelle giornate precedenti o successive a quelle non lavorative. Cosa si intende per “quando l’assenza si verifica nelle giornate precedenti o successive a quelle non lavorative”? Ad esempio, se sono malato il martedì e il mercoledì è obbligatorio inviare la visita fiscale?

Nella fattispecie indicata nel quesito (inizio della malattia nei giorni di martedì o mercoledì, non precedenti né successivi a giornate non lavorative, che prosegue fino alla settimana successiva, ricadendo quindi, nelle giornate di sabato e domenica, di norma non lavorative), si ritiene che non sia obbligatorio l’invio della visita fiscale, che dovrà essere decisa sulla base di una valutazione del dirigente responsabile della condotta complessiva del dipendente e degli oneri connessi all’effettuazione della visita.

Infatti, la legge in tema di visite di controllo per assenza dal servizio per malattia dei pubblici dipendenti [1] ha stabilito che l’amministrazione di appartenenza ha l’obbligo di disporre la visita sin dal primo giorno se l’assenza si verifica nelle giornate precedenti o successive a quelle non lavorative.

Così, nel caso in cui un dipendente pubblico certifica lo stato di malattia il lunedì, l’Ufficio del personale deve richiedere obbligatoriamente, lo stesso giorno, la visita fiscale.

Negli altri giorni della settimana, che non ricadano in giornate precedenti o successive a quelle non lavorative, la norma in esame rimette alla discrezionalità del dirigente responsabile la valutazione circa i casi nei quali richiedere il controllo sulla malattia alle competenti strutture, tenendo conto della condotta complessiva del dipendente e degli oneri connessi all’effettuazione della visita.


note

[1] Art. 16, comma 9 del Dl 98/11, convertito con modificazioni nella L. n. 111/11, che ha modificato il comma 5 dell’art. 5-septies del d. lgs. 30 marzo 2001, n. 165.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. dipendente ente pubblico, malattia iniziata di lunedi’-per gg 60, il dirigente è obbligato a disporre visita fiscale fin dal primo giorno(cioè dal Lunedi in cui è avvenuta la comunicaz con certificaz del medico on line) e se di giorni ne sono passati 10, senza alcuna visita fiscale, e se nel certificato medico on line il medico ha certificato che “il paziente puo’ deambulare” ed inoltre la diagnosi è di: stato d’ansia son somatizzazioni multiple e disturbi del ritmo sonno veglia con relativa terapia. stare in casa dopo 10 giorni significherebbe: a) peggiorerebbe di molto lo stato di salute del dipendente, lo farebbe stare peggio di come sta’ si sentirebbe un delinquente ai domiciliari, per non dire che ha richiesto il riconoscimento all’INAIL per causa di servizio di inabilità temporanea al lavoro per mobbing subito da un po di anni dallo stesso dirigente, che non ha disposto fin dal primo giorno la visita fiscale. per ovvi motivi gradire la risposta alla mail e preferirei rimanere anonimo

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube