Donna e famiglia | Articoli

Si può adottare un bambino da single?

2 Dicembre 2021
Si può adottare un bambino da single?

Le persone che non sono sposate possono procedere con l’adozione solamente in casi particolari previsti dalla legge.

Sono tantissimi coloro che non si sposano perché non trovano la persona giusta oppure sono semplicemente contrari al matrimonio. In ogni caso, ad un certo punto, può presentarsi il desiderio di avere un figlio anche se non si ha un partner. Che fare allora? Si può adottare un bambino da single?

Devi sapere che, in determinate ipotesi, la legge consente anche ai non coniugati la possibilità di prendersi cura di un minore. Ovviamente, si tratta di un’eccezione alla regola, ammessa solamente se ricorre l’impossibilità di affidamento preadottivo, se si tratta di un orfano oppure di un portatore di handicap grave. Inoltre, le persone non unite in matrimonio possono comunque dare la propria disponibilità all’affido. In tal caso, qualora la difficoltà della famiglia di origine diventi irreversibile, allora il piccolo può essere dato in adozione all’affidatario. Se vuoi più informazioni su questo argomento ti consiglio di proseguire nella lettura dell’articolo.

Cos’è l’adozione?

Prima di affrontare il tema principale, cerchiamo di chiarire alcuni punti importanti.

Quando si parla di adozione si fa riferimento alla creazione di un rapporto di filiazione tra persone non legate tra loro da vincoli di sangue. L’adozione può riguardare tanto i minori quanto i maggiorenni, sia italiani che stranieri. Nel primo caso, il bambino deve trovarsi in stato di abbandono, in quanto privo dell’assistenza morale e materiale da parte dei genitori o dei parenti fino al 4° grado. Nel secondo caso, invece, occorre il consenso dell’adottando e l’assenso di altri soggetti individuati espressamente dalla legge.

Possiamo distinguere:

  • l’adozione legittimante: così chiamata perché crea un rapporto di filiazione uguale a quello che c’è tra il bambino ed i suoi genitori biologici. In tal caso, marito e moglie devono manifestare la volontà di prendersi cura di un minore dichiarato in stato di adottabilità dal tribunale. I coniugi, oltre ad essere uniti in matrimonio da almeno tre anni, devono essere in grado di provvedere al piccolo e non superare un certo limite di età;
  • l’adozione non legittimante: in questa ipotesi, si parla anche di adozione in casi particolari. Si tratta di un’eccezione alla regola e prevede che il minore, pur diventando figlio adottivo degli adottanti, conservi comunque un rapporto con la propria famiglia di origine.

Si può adottare un bambino da single?

Molto spesso, si pensa che l’adozione sia riservata solamente alle coppie sposate. Ciò è vero fino ad un certo punto, nel senso che ci sono dei casi particolari in cui anche una persona single può chiedere al giudice di prendersi cura di un bambino (la cosiddetta adozione legittimante). Ovviamente, detta possibilità è ammessa in ipotesi tassative, cioè previste dalla legge.

In particolare, chi non è coniugato può adottare:

  • un minore orfano. In tale caso, è necessario che l’adottante sia un parente entro il sesto grado oppure un estraneo che ha costruito con il bambino un rapporto stabile e duraturo, molto prima che morissero i suoi genitori. Ad esempio, una zia, un cugino maggiorenne, ecc.;
  • un bambino affetto da handicap grave (dal punto di vista fisico o psichico);
  • quando ricorre l’impossibilità di affidamento preadottivo. In pratica, i genitori biologici sono sì incapaci di prendersi cura del proprio figlio, ma non ci sono i presupposti per la dichiarazione dello stato di abbandono.

Ma non è tutto. Una persona single potrebbe anche rendersi disponibile per accogliere il minore in affidamento. A differenza dell’adozione, infatti, l’affido è un rimedio temporaneo la cui finalità è quella di offrire al bambino una famiglia idonea per il tempo necessario ai genitori biologici di superare il momento di difficoltà.

Qualora il bambino abbia instaurato con il soggetto affidatario un legame solido e le problematiche della famiglia d’origine siano irreversibili, allora è possibile procedere con l’adozione non legittimante.

Si può adottare un bambino straniero da single?

Le persone non coniugate possono adottare il minore straniero:

  • orfano se esiste un rapporto stabile e duraturo, preesistente alla morte dei genitori;
  • in condizione di handicap grave;
  • se è stata constatata l’impossibilità di affidamento preadottivo.

Come vedi, le ipotesi di adozione sono le stesse sia per il minore italiano che straniero. Attenzione però: l’adozione internazionale è possibile a condizione che:

  • anche nel Paese d’origine sia riconosciuta alle persone single;
  • risponda all’interesse del bambino.

Come adottare un bambino da single?

Per adottare un bambino da single occorre depositare una dichiarazione di disponibilità presso il tribunale per i minorenni del distretto dove si trova il minore. Il giudice deve accertare se il richiedente ha la capacità di prendersi cura di un bambino, sia dal punto di vista affettivo che economico.

Una volta che diventa definitivo il provvedimento che pronuncia l’adozione, il minore:

  • diventa figlio adottivo dell’adottante e ne assume il cognome (che antepone al proprio);
  • conserva i rapporti nei confronti della famiglia biologica, ma non diventa parente dei familiari dell’adottante;
  • assume i diritti successori al pari di un figlio nato in costanza di matrimonio.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube