Donna e famiglia | Articoli

Si può rompere la promessa di matrimonio?

6 Dicembre 2021
Si può rompere la promessa di matrimonio?

Che succede se si annulla il fidanzamento ufficiale?

Circa sei mesi fa, il tuo fidanzato ha chiesto la tua mano. Hai accettato senza pensarci due volte perché lo ami tanto e vuoi passare tutta la vita con lui. Tuttavia, da quando sono iniziati i preparativi, lui è spesso scontroso e di cattivo umore. Questa situazione ti turba non poco, pertanto stai pensando di annullare tutto per non pentirti in futuro. Ma si può rompere la promessa di matrimonio?

La scelta di non sposarsi più, nonostante un fidanzamento ufficiale, non è priva di conseguenze. Secondo la legge, infatti, i doni obnuziali, vale a dire quelli scambiati in vista delle nozze, dovranno essere restituiti. Inoltre, il rifiuto di rispettare la promessa scambiata in forma solenne (ossia quella che risulta da atto pubblico, scrittura privata o da richiesta di pubblicazioni) senza un valido motivo o per colpa comporta l’obbligo di risarcire al partner le spese sostenute. Pensa, ad esempio, al ristorante, alla luna di miele, all’abito da sposa, all’acquisto della casa, alla ristrutturazione, ecc. Se vuoi avere più informazioni sull’argomento, ti consiglio di proseguire nella lettura di questo articolo.

Promessa di matrimonio: cosa vuol dire?

Quando si parla di promessa di matrimonio si intende comunemente il classico fidanzamento ufficiale, ossia quando una coppia decide di rendere nota ad amici e familiari la volontà di sposarsi.

Dal fidanzamento ufficiale, però, è necessario distinguere la promessa solenne [1], ossia la dichiarazione di voler contrarre matrimonio resa con atto pubblico o scrittura privata da parte di due persone maggiorenni (o minorenni se autorizzate dal tribunale) ovvero risultante dalla richiesta delle pubblicazioni. Queste ultime, in particolare, rappresentano un adempimento obbligatorio per legge che ha lo scopo di consentire a determinati soggetti di opporsi alle nozze qualora siano a conoscenza di un impedimento. Pensa, ad esempio, a Tizio che vuole Sposare Caia, ma in realtà è già sposato con Sempronia. 

Si può rompere la promessa di matrimonio?

La promessa di matrimonio non è un contratto, quindi non obbliga la coppia di fidanzati a contrarre matrimonio. Questo vuol dire, in altri termini, che si può mettere fine al fidanzamento ufficiale o alla promessa solenne in qualsiasi momento, anche il giorno prima delle nozze.

Rompere la promessa di matrimonio: quali sono le conseguenze?

Rompere una promessa di matrimonio può dipendere da tanti motivi. Ti faccio un esempio.

Tizio e Caia hanno deciso di sposarsi. Tuttavia, una settimana prima del matrimonio la donna inizia ad avere dei dubbi. Tizio se ne accorge e scoppia la lite al punto che la coppia annulla la cerimonia.

Ebbene, quando si rompe una promessa di matrimonio si può chiedere, entro il termine massimo di un anno, la restituzione dei doni obnuziali, vale a dire dei regali che sono stati fatti in vista delle nozze come l’anello di fidanzamento. Ti faccio un altro esempio.

Tizio e Caia hanno deciso di comune accordo di non sposarsi più nonostante la celebrazione sia ormai imminente. Vista la situazione, Tizio chiede a Caia la restituzione della moto che le aveva regalato per il suo compleanno.

Nel secondo esempio che ti ho riportato, la richiesta di Tizio non è legittima in quanto la moto è un regalo fatto non in occasione delle nozze, ma di una semplice ricorrenza (che può essere un compleanno, ma anche un onomastico, un Natale, una Pasqua, ecc.).

Rompere la promessa di matrimonio: si può chiedere il risarcimento del danno?

A questo punto, ti chiederai se è possibile ottenere un risarcimento del danno in caso di rottura della promessa di matrimonio. La risposta è certamente affermativa, ma è necessario fare alcune considerazioni. Partiamo da un esempio.

Tizio e Caia hanno deciso di convolare a nozze. Il giorno prima del matrimonio, però, un’amica in comune racconta a Tizio che la sua fidanzata ha una relazione sentimentale con Sempronio. Incredulo, Tizio inizia a controllare il telefono di Caia e a seguirla quando esce da sola fino a coglierla sul fatto. Pertanto, decide di annullare tutto e non presentarsi in chiesa.

Ebbene, nell’esempio che ti ho riportato, la rottura della promessa di matrimonio prestata in forma solenne si è verificata per colpa del tradimento di Caia, la quale è tenuta a risarcire il danno cagionato a Tizio per le spese fatte e le obbligazioni assunte in vista delle nozze. La richiesta di risarcimento, però, deve essere fatta entro un anno dal giorno del rifiuto di celebrare il matrimonio.

In particolare, sono risarcibili tutte le spese sostenute dai nubendi a causa del matrimonio. Quindi, ad esempio, gli abiti da cerimonia, il viaggio di nozze, l’acquisto della casa e l’arredo, la sottoscrizione del mutuo, la ristrutturazione dell’appartamento, il ristorante, ecc.

Tuttavia, non sono risarcibili ulteriori danni patrimoniali o morali per la sofferenza patita. Ad esempio, se a seguito delle nozze annullate si inizia a soffrire di depressione. Ciò in quanto la scelta del matrimonio rimane comunque libera, quindi i futuri sposi possono decidere di cambiare idea in qualsiasi momento.


note

[1] Art. 81 cod.civ.

Autore immagine: pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube