Diritto e Fisco | Articoli

L’assemblea può sempre annullare e rivedere le decisioni invalide

12 Giugno 2014
L’assemblea può sempre annullare e rivedere le decisioni invalide

L’assemblea ha preso una decisione senza la corretta maggioranza; accortosi dell’errore, l’amministratore, per evitare contenziosi, ha riconvocato nuovamente i condomini per annullare la prima delibera e decidere nuovamente sul punto. È corretto tale comportamento?

L’assemblea condominiale può, in qualunque momento, decidere di rivedere una propria deliberazione ed eventualmente trattare nuovamente un ordine del giorno già discusso e approvato in una precedente assemblea, specie se quest’ultima, ad esempio, è invalida per mancato raggiungimento della maggioranza richiesta.

Dunque l’assemblea è libera, in qualsiasi momento – e senza limiti di termini massimi – di annullare la delibera viziata e ridiscuterne. Non c’è neanche bisogno, affinché ciò avvenga, di una diffida o, a maggior ragione, di un’azione giudiziaria. Si tratta, al contrario, di una sorta di potere di “autotutela” che ha il condominio per evitare problemi con la delibera stessa e con eventuali condomini “litigiosi”.

Se l’assemblea, infatti, non provvede a correggere il proprio errore, ci può essere sempre il rischio che un condomino impugni la delibera. Entro quanto tempo? A riguardo bisogna distinguere tra delibere annullabili (per le quali c’è un termine fisso entro cui andare dal giudice – v. più avanti) e nulle (per le quali si può sempre procedere). Ecco perché, specie nel secondo caso, l’intervento di una rettifica da parte dell’Assemblea è sempre consigliabile.

Delibere annullabili

Le delibere assembleari annullabili, ossia quelle con vizi relativi alla regolare costituzione dell’assemblea, quelle adottate con maggioranza inferiore a quella prescritta dalla legge o dal regolamento condominiale, quelle affette da vizi formali, in violazione di prescrizioni legali, convenzionali, regolamentari, attinenti al procedimento di convocazione o di informazione dell’assemblea, quelle genericamente affette da irregolarità nel procedimento di convocazione, quelle che violano norme richiedenti qualificate maggioranze in relazione all’oggetto [1] divengono valide se non sono impugnate entro 30 giorni [2].

Tale periodo decorre, per i presenti all’assemblea, dal momento della delibera; mentre, per gli assenti, dal giorno in cui hanno ricevuto il verbale di assemblea [3].

L’impugnativa dev’essere proposta attraverso un avvocato davanti all’autorità giudiziaria; non è sufficiente, per esempio, una raccomandata indirizzata all’amministratore.

Tuttavia, a seguito delle modifiche introdotte dalla riforma recente [4], il condomino che intende procedere in sede giudiziaria per risolvere questioni relative ai rapporti condominiali è obbligato a tentare preventivamente la conciliazione davanti a un ente accreditato presso il ministero della Giustizia.


note

[1] Cass. sent. n. 3586 del 13.02.2013.

[2] Art. 1137 cod. civ.

[3] Art. 1109 cod. civ.

[4] Dl 690/2013.

 


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Se sono passati 5 , 6 anni in quali i verbali delle assemb . condominiali (presi decisioni importanti da me non concordati ) non sono mai stati inviati ne per A.R ne per posta PEC ….dopo tutto questo tempo si puo fare un passo indietro ? … il mio tempo libero e dedicato alle vostre pubblicazioni …la prima volta e che Vi scrivo

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube