Diritto e Fisco | Articoli

Come fare il passaggio di proprietà auto senza proprietario

22 Settembre 2021
Come fare il passaggio di proprietà auto senza proprietario

Mancata registrazione del passaggio di proprietà: cosa deve fare il venditore se riceve multe o richieste di pagamento del bollo auto. 

Come fare il passaggio di proprietà auto senza proprietario? Chi compra un’auto usata deve, entro 60 giorni dall’autentica della firma sull’atto di vendita, effettuare la «registrazione» del passaggio di proprietà presso il Pra che rilascerà il certificato di proprietà (CdP) aggiornato; deve poi richiedere l’aggiornamento della carta di circolazione all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC). 

Potrebbe però succedere – e non è raro – che l’acquirente, per risparmiare sulle imposte, non provveda spontaneamente alla trascrizione, lasciando così l’intestazione del mezzo al vecchio proprietario. Le conseguenze per quest’ultimo sono evidenti: innanzitutto riceverà gli avvisi di pagamento del bollo auto da parte della Regione o dell’Agenzia delle Entrate; in secondo luogo, eventuali multe arriveranno presso la sua residenza, imponendogli di fare opposizione. Il tutto con conseguenti oneri, perdite di tempo e preoccupazioni. Di qui il problema di fondo: come fare il passaggio di proprietà auto senza proprietario?

La legge consente diverse soluzioni per le quali è possibile agire senza il consenso o la collaborazione dell’acquirente inadempiente. 

Cerchiamo di fare il punto della situazione.

Mancata registrazione del passaggio di proprietà

L’acquirente che non chiede l’aggiornamento della carta di circolazione e del CdP entro 60 giorni dall’autentica della firma subisce delle sanzioni economiche (da un minimo di 363 euro a un massimo di 1.813 euro).

Su un piano pratico, tale inadempimento si ripercuote anche sul venditore che, a ben vedere, è ancora intestatario del veicolo e, quindi, chiamato a rispondere di tutte le conseguenze derivanti dal possesso dello stesso: si pensi alle contravvenzioni stradali per le infrazioni commesse dal possessore dell’auto o all’omesso versamento del bollo auto (tassa automobilistica) ed, infine, ai danni provocati a cose o persone. 

Una volta ricevute le multe o gli avvisi di accertamento per il bollo auto, il vecchio proprietario dovrà chiederne lo sgravio dimostrando l’avvenuto trasferimento del bene, in epoca anteriore. A tal fine, dovrà presentare un ricorso in autotutela presso l’organo accertatore a cui allegare tutti i documenti in suo possesso (l’atto di vendita autenticato).

Se lo sgravio non viene concesso, sarà necessario fare ricorso al giudice e impugnare l’atto inviato al soggetto sbagliato. Il giudice competente è la Commissione tributaria, se si tratta di avvisi di pagamento del bollo, o il giudice di pace se si tratta di multe stradali.

Come fare il passaggio di proprietà auto senza proprietario

Il venditore, rimasto intestatario del veicolo, quand’anche riesca a far annullare multe e richieste di pagamento a lui notificate dall’amministrazione, per evitare che il problema si ripresenti anche in futuro deve provvedere a far trascrivere il passaggio di proprietà o comunque a documentare, una volta per tutte, di non avere più la disponibilità del mezzo. Dovrà cioè “ufficializzare” il cambio di intestazione del veicolo per non ricevere più sanzioni e accertamenti fiscali. 

La soluzione più efficace, per evitare di dover dare continue giustificazioni, è attivarsi per la trascrizione del passaggio di proprietà. Al riguardo, queste sono le alternative, in base alla documentazione e alle prove di cui l’interessato dispone:

  • il ricorso al giudice di pace o al tribunale (rivolgendosi al primo se il valore dell’auto non oltrepassa i 5mila euro, al secondo se supera tale importo). La causa è volta a far dichiarare dal pubblico ufficiale – ossia il giudice – la perdita del possesso del bene; la sentenza andrà poi trascritta al Pra;
  • la trascrizione al Pubblico registro automobilistico (Pra) dell’atto di vendita con formalità denominata «a tutela del venditore». Come anticipato in apertura, si tratta di un adempimento che sarebbe spettato all’acquirente ma che, nella sua inerzia, può compiere anche il venditore, rivalendosi poi sul primo per le imposte versate al suo posto;
  • la richiesta al Pra della perdita di possesso del mezzo con dichiarazione sostitutiva da parte del venditore.

Responsabilità agenzia pratiche auto

L’agenzia di pratiche automobilistiche che abbia ricevuto dal venditore o dall’acquirente il compito di trascrivere il passaggio di proprietà dell’auto ma che non vi abbia provveduto è tenuta a rispondere dei conseguenti danni patiti dal committente (sia esso l’acquirente o il venditore). Ciò a norma di quanto prevede l’articolo 1218 del Codice civile, secondo il quale «il debitore che non esegue esattamente la prestazione dovuta è tenuto al risarcimento del danno se non prova che l’inadempimento o il suo ritardo è stato determinato da impossibilità della prestazione derivante da causa a lui non imputabile».

Inoltre, se l’agenzia non rispetta i compiti per i quali è stata autorizzata dalla Provincia a operare, l’interessato può segnalare formalmente l’accaduto alla Provincia stessa con le prove documentali di cui dispone, inclusa la ricevuta della pratica non effettuata. 

Il Dpr 358/2000 ha introdotto lo sportello telematico dell’automobilista (Sta) con lo scopo di semplificare molte operazioni burocratiche. Gli Sta sono presenti in tutte le province italiane e consentono di gestire le pratiche online e in tempo reale.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube