Diritto e Fisco | Articoli

Perizia per danni a casa: come funziona?

11 Dicembre 2021 | Autore:
Perizia per danni a casa: come funziona?

Chi deve valutare le conseguenze e l’entità di infiltrazioni, condense, incendi, problemi strutturali per poter chiedere il risarcimento?

«Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito». Il Codice civile, all’articolo 2051, stabilisce così quello che nel linguaggio popolare viene espresso in modo molto più spiccio: «Chi rompe paga». E anche chi rovina la proprietà altrui paga. Il problema è: come individuare il colpevole di un’infiltrazione, della macchia di umidità provocata da una condensa, di episodi più gravi come un incendio? E come determinare l’entità del danno provocato? A questo serve la perizia per danni a casa. Come funziona, però, questa ispezione? E chi bisogna chiamare?

La perizia sarà un elemento fondamentale per un’eventuale richiesta di risarcimento. Proprio per quello che è stato appena detto: occorre dimostrare chi è il colpevole e a quanto ammonta il danno. Vediamo, allora, che cos’è la perizia per danni a casa e come funziona.

Perizia per danni a casa: che cos’è?

Una perizia per danni a casa è un’accurata ispezione che consiste nella valutazione delle cause che hanno determinato un danno e dell’entità dello stesso. Viene effettuata da un professionista abilitato attraverso un sopralluogo e con le dovute indagini.

Alla fine di questa procedura, viene redatto un documento con il risultato della perizia e che dovrà essere presentato nel caso in cui venga richiesto un risarcimento.

In sostanza, lo scopo della perizia è quello di stabilire:

  • la natura, l’origine e la tipologia di danno causato;
  • a chi può essere imputata la responsabilità del danno;
  • l’entità del danno;
  • le eventuali conseguenze.

La perizia può essere fatta:

  • in forma semplice, timbrata e firmata dal professionista incaricato;
  • asseverata, con cui il tecnico si assume la responsabilità penale di quanto dichiarato;
  • giurata davanti ad un ufficiale giudiziario o ad un notaio.

Perizia per danni a casa: a che serve?

Come abbiamo appena accennato, fare una perizia per danni a casa è una mossa indispensabile nel caso in cui si voglia chiedere un risarcimento in sede legale. In pratica, se sei convinto che quella macchia di umidità sul tetto sia stata causata da una perdita di acqua in casa del vicino o che per via di un difetto di costruzione si crei della condensa sui muri, dovrai dimostrarlo se vorrai che il responsabile ti paghi il lavoro per mettere a posto le cose.

La perizia di un professionista, dunque, ti servirà come arma per difenderti da un’azione colposa compiuta da altri: il vicino, il costruttore, il condominio, l’impresa che sta facendo i lavori nell’immobile accanto e che per errore o per trascuratezza ti ha provocato un danno.

Perizia per danni a casa: in che cosa consiste?

Il tecnico incaricato di effettuare la perizia per danni a casa dovrà completare questi quattro passaggi:

  • individuare i modi in cui dovrà valutare il danno e le sue caratteristiche: a tal fine, compirà dei sopralluoghi e delle verifiche statiche, scatterà delle foto e farà ogni tipo di analisi utile a stabilire le cause del danno;
  • definire quali sono i danni effettivi causati da terzi e la loro entità;
  • calcolare quale deve essere il risarcimento da richiedere;
  • specificare chi è il responsabile del danno e, quindi, il soggetto al quale va chiesto il risarcimento.

Perizia per danni a casa: chi chiamare?

Considerata l’importanza di una perizia per danni a casa, i sopralluoghi e il documento finale per la richiesta di un risarcimento non possono essere fatti «a occhio» o affidati a chiunque.

Le verifiche per la definizione del danno, della sua entità e del responsabile devono essere fatte da professionisti del settore, come ad esempio:

  • il perito di una compagnia di assicurazioni, nel caso in cui sia stata sottoscritta una polizza per coprire dei danni all’abitazione (la denuncia dell’evento che ha provocato il danno va presentata alla compagnia di solito entro tre giorni. Leggi anche “Modulo richiesta risarcimento danni assicurazione casa“);
  • un perito tecnico privato abilitato: un ingegnere, un geometra, un architetto.

Quest’ultimo può essere scelto anche da un avvocato, nel caso in cui chi ha subìto il danno decida di avere assistenza legale.

Il costo della perizia varia a seconda del professionista interpellato e dell’entità del danno: può essere necessario, infatti, coinvolgere nelle verifiche altri professionisti del settore per effettuare delle analisi più specifiche. Ad ogni modo, non si pagherà meno di 200-300 euro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube